donna-e-uomo-cellulare

Mio marito ha messo una spia nel mio cellulare

Anche tra moglie e marito vige la privacy. Mettere un programma per spiare il cellulare è un reato, come registrare una conversazione con un'altra persona. Anche le riprese video in certi casi sono reati. Ecco il parere dell'avvocatessa

«Credo che mio marito abbia messo una spia nel mio cellulare. Sostiene di avere le mie chat di whatsapp, mail, messaggi con un caro amico con cui per un periodo ho avuto una frequentazione intima. A parte la questione privata che è molto complessa, mi domando se tutto questo sia lecito e se mio marito possa spiarmi e vedere la mia corrispondenza» (Sara)

Installare un programma per spiare è un reato penale

La legge non vieta la vendita e l’acquisto dei programmi cosiddetti “spia” ma ne limita l’utilizzo. Per incorrere nella responsabilità penale è
sufficiente la semplice installazione del programma
, indipendentemente dalla sua attivazione.

Spiavo mio marito. La paranoia è un mostro che ti mangia dentro

VEDI ANCHE

Spiavo mio marito. La paranoia è un mostro che ti mangia dentro

Non si può leggere la corrispondenza altrui

Inoltre, nessun problema coniugale può giustificare la “captazione” di conversazioni di cui non si è partecipi. È vietato anche violare password di cellulari e computer, per leggere la corrispondenza altrui, e il materiale ottenuto in questo modo potrebbe non essere utilizzabile in una causa. Fa eccezione solo se il computer o il tablet sono di uso familiare e non protetti da codice di accesso.

Da due anni tradisco mio marito

VEDI ANCHE

Da due anni tradisco mio marito

È reato registrare la conversazione tra il partner e un'altra persona

È vietato anche l’utilizzo di alcuni prodotti che consentono registrazione di immagini e suoni o intercettazioni di comunicazioni. C’è poi il reato di illegittimo trattamento dei dati personali. Fino a che viene registrata la conversazione da uno dei due interlocutori (la moglie registra il marito che la insulta o la minaccia oppure il marito che ammette di avere un’amante) siamo nell’ambito della legalità e il file audio potrà essere utilizzato in causa. Qualora invece si intercetti la comunicazione tra due altri soggetti (per esempio il marito e l’amante) si commette un reato.

Ho chiuso perché ha una moglie e una figlia. Ma non lo dimentico

VEDI ANCHE

Ho chiuso perché ha una moglie e una figlia. Ma non lo dimentico

Le regole per le riprese video

Per le registrazioni video, invece, va fatta un’importante precisazione: è lecito fare riprese in un luogo pubblico (al parco o per strada), ma filmare il partner presso il domicilio privato altrui o in un altro ambiente non pubblico rende passibili di querela. Chi oltrepassa i limiti imposti dalla legge commette un reato e non potrà nemmeno dire, a sua discolpa, di avere agito nell’interesse dell’unità familiare.

Il gioco di sguardi con un altro mi sta facendo impazzire

VEDI ANCHE

Il gioco di sguardi con un altro mi sta facendo impazzire

Riproduzione riservata