L’olio di semi d’uva possiede importanti proprietà antinvecchiamento per la pelle, sia del viso che del corpo. È inoltre molto efficace nel contrastare le macchie scure dell’epidermide, che si manifestano con il trascorrere degli anni per invecchiamento oppure a seguito di un’eccessiva esposizione al sole, se non adeguatamente schermata da crema con protezione solare.

Inoltre, è un vero toccasana per il corpo della donna, non solo dal punto di vista estetico, infatti è in grado di ridurre i dolori o comunque i fastidi tipici dei giorni del ciclo mestruale e persino della menopausa. Per quanto riguarda la salute dell’uomo, rappresenta un valido aiuto nel contrastare i disturbi dell’apparato genitale e persino nel normalizzare l’erezione e la produzione di spermatozoi.

Vediamo dunque come utilizzare l’olio di semi d’uva.

Come utilizzare l’olio di semi d’uva

Come ogni antiossidante, anche l’olio di semi d’uva supporta il nostro sistema cardiovascolare, lo mantiene in salute regolarizzando la pressione sanguigna. Infatti, è molto indicato per le persone che soffrono di ipertensione.
Possiamo assumerlo per via orale oppure applicarlo direttamente sul punto del nostro corpo dove ne abbiamo bisogno, come si fa con una pomata.

Infatti, può essere applicato sia sulla pelle sia sui capelli. In entrambi i casi si rivela un ottimo siero anti-age, emolliente, nutriente ed idratante. Un altro impiego molto diffuso è quello per realizzare lo scrub alla pelle. Infatti, unendolo a miele e zucchero di canna, si ottiene un composto in grado di donare elasticità alla pelle del nostro corpo.

Basta applicarlo con massaggi circolari sulla pelle prima di fare la doccia o di immergerci nella vasca da bagno. Questa operazione termina con accurato risciacquo con abbondante acqua.

Come si ricava l’olio dai semi dell’uva?

Da ogni acino d’uva si riesce ad estrarre circa un 15% di olio. I semi vengono prima fatti essiccare, quindi spremuti tramite presse idrauliche oppure con l’estrazione chimica utilizzando acqua calda.
Questi due differenti metodi di estrazioni si chiamano rispettivamente spremitura a freddo ed estrazione a caldo. Tra le due tecniche, risulta migliore dal punto di vista del rendimento qualitativo, quella che prevede l’estrazione a freddo. L’olio prodotto dal nostro Bel paese e anche quello proveniente dai cugini francesi sono accreditati come i migliori sul mercato.

Sulla nostra tavola

Assumendo olio di semi d’uva aiutiamo il nostro corpo a regolarizzare l’attività di cistifellea e fegato; inoltre, è in grado di rafforzare il nostro sistema immunitario.
Decisamente consigliato per chi soffre di problemi con il sistema digestivo. Infatti, riesce a togliere le infiammazioni dalla mucosa del tubo digerente. Inoltre, accelera l’attività del nostro metabolismo.