Si fa presto a dire: metti la crema. Ma qual è il modo migliore e più efficace di spalmare le creme per il viso? Come premere, dove applicarla, quali movimenti esercitare: spalmando la crema, puoi accidentalmente spingere contro il flusso del tuo sistema linfatico e provocare gonfiori, specialmente intorno alla zona degli occhi, oppure, banalmente, idratare alcune zone e seccarne altre.

Il momento migliore per applicare la crema viso 

Iniziamo col dire che il termine giusto -per un’azione ancor più giusta- è: massaggiare e non applicare. I momenti giusti per le creme per il viso sono: mattino e sera, con estrema regolarità. Ce lo ricorda l’etichetta sul vasetto: in base agli ingredienti contenuti nella crema, sarà indicato l’utilizzo migliore. La crema giorno ha una texture più leggera, è delicata, super idratante e difende da smog ed agenti atmosferici a cui è esposta la pelle. Al contrario, la crema notte è tendenzialmente più corposa e cremosa, infatti, richiede un massaggio più prolungato per essere assorbita, e svolge un’azione ultra nutriente durante le ore del riposto. Per ottenere una pelle perfetta e potenziare gli effetti delle sostanze nutritive delle creme utilizzate nella beauty routine, i movimenti con cui applichiamo la crema sul viso sono fondamentali. Erroneamente vengono spesso sottovalutati, credendo che sia sufficiente stenderla in qualche modo.

Preparare la pelle

Se vogliamo avere il meglio dei benefici dalle creme per il viso, non basta scegliere la crema giusta per il nostro tipo di pelle e stenderla, ma è necessario seguire qualche semplice passaggio per massimizzare il risultato, sfruttando al meglio le proprietà del prodotto.

  • Rimuovere il makeup. Il primo passaggio è: struccarsi per bene. Prima di applicare la crema, la pelle deve essere perfettamente pulita, per questo è bene lavarsi il viso, detergendo con prodotti leggeri (come le acque attive o micellari) e purificanti (soprattutto per pelli miste o grasse), eliminando tracce di makeup e residui che potrebbero istruire i pori.
  • Lavare il viso con acqua tiepida. Dopo aver struccato, è sempre raccomandabile lavarsi il viso con acqua tiepida. La temperatura è importante perché con l’acqua troppo calda la pelle tende a seccarsi, mentre l’acqua fredda impedisce ai pori di dilatarsi. Per chi ha la pelle secca è preferibile lavare il viso una volta al giorno, mentre chi ha la pelle grassa dovrebbe compiere questo gesto almeno due volte al giorno.
  • Asciuga con un panno. La crema andrebbe applicata sulla pelle completamente asciutta perché è formulata con una base acquosa: applicandola sulla pelle umida andrebbero a diluirsi gli elementi attivi e nutrienti contenuti, e quindi si ridurrebbe l’efficacia.

Come e quanta crema prelevare?

La quantità e il modo in cui preleviamo la crema dal barattolo sono due fattori altrettanto importanti di questo rituale di benessere per la nostra pelle. Il giusto quantitativo garantisce risultati maggiori. La dimensione giusta da prelevare è quella di una nocciolina. Come? Verrebbe istintivo intingere l’indice e prelevare il prodotto, ma, se non si hanno le mani perfettamente igienizzate, rischiamo di contaminare la crema, meglio usare una spatolina. A questo punto non si applicano le piccole quantità di crema sui vari punti del viso, ma prima si scalda tra le mani, e successivamente si applica su fronte, naso, mento, guance e collo.

Le linee di Langer

Per massaggiare la crema viso in modo ideale, bisogna immaginarsi delle linee virtuali sul viso. E seguirle. A semplificare il compito ci ha pensato Karl Langer, studioso che le ha identificate, associandole al passaggio dei fasci di collagene. Si chiamano appunto linee di Langer, linee immaginarie sul nostro viso, punti dove è più teso e resistente alla trazione. Eseguire i movimenti seguendo queste linee in ogni fase della beauty routine ci consentirà di mantenere la pelle del viso tonica. Il principio di base per non sbagliare: tutti i movimenti devono essere fatti dal basso verso l’alto e dal centro verso l’esterno.

Come massaggiare la crema nel modo perfetto?

  • Parti dal collo. Quando metti la crema viso, il massaggio deve iniziare proprio dal collo, una zona delicata e soggetta al passare del tempo. Poi è il momento di passare alla parte centrale: dalle clavicole al mento. La mano deve essere aperta e i movimenti continui e leggeri.
  • Il massaggio al viso. Dal basso verso l’alto: si parte dal mento e si risale fino ai lobi. E poi, dal centro all’esterno, quindi dal contorno labbra fino alle orecchie.
  • Per prevenire le rughe naso labiali, ricordarsi di applicare la crema con movimenti che partono dall’arco di cupido delle labbra e arrivano ai lati del naso.
  • Zona T. Infine ci si dedica alla fronte: partire dalle sopracciglia facendo movimenti che arrivano fino all’attaccatura dei capelli. Come a seguire dei raggi che partono dall’attaccatura del naso e arrivano a quella dei capelli.
  • Contorno occhi. Deve essere un massaggio delicato, con pressione meno energica di quella esercitata per il collo e il viso. La crema si stende picchiettando delicatamente, non stendendola, con il polpastrello dell’anulare o del mignolo, perché più morbidi. Per applicare la crema sulla palpebra superiore, il movimento corretto parte dall’angolo interno e arriva a quello esterno. Al contrario, per applicarla nella palpebra inferiore, il movimento giusto va dall’esterno all’interno, senza avvicinarsi troppo alla rima della palpebra.