foto perfette al cibo

10 consigli per foto perfette al cibo se vuoi essere una vera food influencer

Le food influencer lo sanno, l'appetito arriva dagli occhi e con una bella immagine ogni piatto diventa ancora più invitante. Ecco, allora, come scattare delle foto perfette al cibo e aggiudicarsi migliaia di like.

Non è una novità. Di fronte al cibo tutti i nostri sensi si attivano, dall’olfatto al gusto fino anche la vista. Perché se è vero che quando si ha fame è lo stomaco a brontolare, è vero anche che un alimento ben fatto, colorato e impiattato a regola d’arte piace a tutti e fa venire subito l’acquolina in bocca. Anche quando si tratta di vederlo attraverso una fotografia. Lo sanno bene le food influencer che con foto perfette al cibo che mangiano o che preparano, riescono a catturare gli sguardi (e gli stomaci) di migliaia di follower. Oltre a tanti, tantissimi like.

Ma come si fa a rendere un piatto davvero unico e invitante (e i propri profili social più accattivanti) solo attraverso una semplice immagine? Esistono diversi trucchi e oggi vogliamo spiegarvi quali sono. Ecco, allora, come fare delle foto perfette al cibo per essere anche voi delle perfette food influencer o anche solo per far invidia a chi vorrebbe essere a tavola con voi.

Parola d’ordine: semplicità

Anche se può sembrare banale la semplicità vince sempre. Meglio evitare di arricchire di troppi particolari il piatto che avete preparato. Mostrando alimenti complicati o elaborati solo per cercare di fare colpo e di ottenere una fotografia più invogliante. Ciò che conta è che quello che state proponendo sia buono, semplice e gustoso, da impreziosire con un bell’impiattamento, colorato o più minimale a seconda del vostro stile.

Nel primo caso colori come il rosso, il giallo o il verde sono quelli che maggiormente valorizzano la composizione della fotografia, nel secondo, invece, l’attenzione sarà tutta concentrata sul cibo. Quindi assicuratevi di averlo disposto in modo che occupi tutta la superficie, magari abbellendo con qualche decorazione il supporto in cui l’avete riposto.

La composizione del piatto

A questo proposito fate molta attenzione alla composizione del piatto. Assicuratevi che le proporzioni tra il cibo e il piatto e/o vassoio siano omogenee, ordinate e armoniose. In modo da non disperdere l’attenzione di chi osserva ma garantendovi che la vostra fotografia risulti avvolgente e corposa. Esattamente come il profumo di una buona pietanza.  In questo potete aiutarvi con le griglie della fotocamera, presenti anche sul cellulare e su Instagram.

Via libera, poi, anche ai particolari. Se un piatto vi sembra disordinato, proprio per la natura degli alimenti, o poco “interessante”, potete inserire dei dettagli che valorizzino gli ingredienti utilizzati per prepararlo.
Per esempio, se dovete fotografare una torta con la marmellata di mirtilli, potete aggiungere qualche mirtillo e dello zucchero a velo direttamente sul piatto. Un modo semplice per impreziosire il vostro dolce e rendere la fotografia molto più d’impatto.

Armonia senza monotonia

Un bellissimo gioco di parole per sottolineare un aspetto fondamentale per donare maggior efficacia ai vostri scatti. E creare così delle foto perfette al cibo che state proponendo. È importante che chi guarda le vostre immagini, capisca ed entri subito nel vostro mood. Come una sorta di racconto che appassioni, con una trama, personaggi diversi e colpi di scena. Ma sempre collegati da un filo conduttore ben preciso.

Per questo è importante che il vostro profilo (e quindi le foto che pubblicate) siano in armonia tra loro ma mai tutte uguali. Meglio far susseguire fotografie intere a dettagli dello stesso soggetto, parti di location a particolari sugli ingredienti utilizzati. Oltre a usare qualche piccolo trucchetto cromatico. Praticamente tutti i social manager, infatti, consigliano di postare successioni di nove o dieci foto con una sola tonalità di colore dominante. Una strategia che vi porterà sicuramente tanto successo!

Cambiare la prospettiva

Un’ottima regola di vita e un modo per assicurarsi di scattare foto perfette al cibo che postate sui social. Che si tratti di Instagram, Facebook o del vostro blog personale, è importante che chi guarda possa vedere a 360° ciò che state proponendo. Mixare foto dall’alto, dal basso, di fronte o come meglio vi suggerisce la fantasia, darà un aspetto molto più coinvolgente al vostro feed ma, anche e soprattutto, al piatto che avete preparato o che volete promuovere.

La scelta più pratica e di (quasi) sicuro successo sono le foto dall’alto o flat lay. Molto in voga su Instagram negli ultimi tempi ma che non per questo vi devono fermare alla convenienza. Giocate con la messa a fuoco della vostra macchina fotografica o del cellulare e variate l’angolazione di ripresa. Così facendo, oltre ad allenarvi a scattare foto perfette al cibo, vi assicurerete un maggior numero di like e di estimatori.

Suddividi il feed

Per tornare al tema dell’armonia della gallery, suddividi le foto in gruppi da 3, 9, o 15. Il motivo? In questo modo si ottiene un maggior bilanciamento tra le diverse immagini e, se come detto sopra non si trascura la diversità delle prospettive possibili, ogni piatto avrà una mini sessione dedicata. Facile da individuare per coloro che vi seguono e altamente efficace per valorizzare il piatto stesso.

Un piccolo accorgimento da vere food influencer, attente a ogni dettaglio in grado di suscitare interesse verso ciò che si sta postando e verso il vostro profilo. Ma non solo. In questo modo è possibile anche creare dei veri e propri puzzle di immagini. Per amplificare ancora di più la bellezza dello scatto e aumentare in modo esponenziale l’interesse e l’aspettativa verso il piatto e/o l’ingrediente immortalato.

Attenzione al focus

Avendo parlato di messa a fuoco, non si può non ricordare l’importanza di mettere a posto l’obiettivo prima di scattare. Scontato? Forse, ma sempre meglio ricordarlo. Anche se utilizzerete filtri o tagli accattivanti, infatti, se il piatto non è a fuoco nel modo corretto non catturerà mai l’attenzione e lo stomaco di chi guarda.

Per farlo bastano solo un po' di stabilità, evitando tremori dell’ultimo secondo e il mancato raggiungimento della foto perfetta, concentrazione su un punto centrale del piatto o sul dettaglio che si vuole sottolineare e prontezza nello scatto. E voilà, otterrete delle foto perfette al cibo, da postare e condividere con il vostro pubblico. Ovviamente, per chi è alle prime armi o voglia sperimentare angolazioni che richiederebbero delle fenomenali doti ginniche, potete anche aiutarvi con dei supporti, sia per il cellulare che per la macchina fotografica.

Editing (ma senza esagerare)

Quante volte ci siamo fatti tentare dai filtri di Instagram per donare più colore, contrasto, dinamicità e mille altre cose alle nostre fotografie? Sicuramente tante. Attenzione, però, a non esagerare e a saper valutare il risultato. Filtro non significa per forza miglioramento. A volte capita esattamente il contrario e questo rischia di compromette la qualità dell’immagine che avete scattato.

Se proprio si vuole ritoccare leggermente una foto per donargli un effetto maggiore, meglio optare per della applicazioni apposite, come PicsArt e VSCO, che permettono di editare le immagini modificandone la tonalità, il calore, la saturazione, ecc. in modo più “professionale”. Ricordandosi sempre che le foto perfette al cibo non si creano con i filtri ma con i giusti ingredienti e l’amore per la cucina.

Preferisci la luce naturale

Parlando di editing e filtri non si può non ricordare che, come nei piatti vince la semplicità, nelle fotografie il primo gradino del podio va dato alla luce, che deve essere naturale. O quanto meno sarebbe preferibile che lo fosse. Nessuno può obbligarvi ovviamente ma sappiate che per fare delle foto perfette al cibo non c’è niente di meglio che scattare con la luce del giorno.

Un concentrato di sfumature e atmosfere diverse a seconda dell’orario scelto, capace di rendere un piatto sempre nuovo in funzione del momento in cui viene immortalato. E creando meravigliosi effetti ottici e voglie inaspettate che sapranno sicuramente catturare lo sguardo e il like di chi li osserva.

Buon cibo, bella location

Come detto prima, nonostante le inquadrature dall’alto siano le più comode e di tendenza, rappresentano una sorta di comfort zone dalla quale è sempre bene uscire, almeno ogni tanto. Se da una parte, quindi, i protagonisti delle vostre fotografie sono senza dubbio i cibi che mangiate e preparate, dall’altro proporli in una veste nuova, valorizzandoli con un bello scenario, darà sicuramente un tocco di originalità e diversità al vostro profilo.

Via libera a location pittoresche, paesaggi bucolici o di mare. Ma anche una bella cucina, una sala da pranzo, una camera da letto o un giardino fiorito. Tutto può essere ben accetto se serve a contestualizzare e impreziosire le vostre foto, catturando l’attenzione di chi osserva e facendo decollare la vostra carriera da novelle food influencer.

Forza e coraggio

Che il vostro obiettivo, poi, sia di ottenere il maggior numero di follower possibile o magari anche solo quello di crearvi una galleria fotografia personale ma bellissima, l’elemento a cui non dovreste mai rinunciare è uno: il coraggio. Scattare foto perfette al cibo che cucinate o che state assaporando deve per prima cosa rendere felici voi stesse.

È per voi che lo state facendo, quindi abbiate il coraggio di seguire le vostre idee e di scegliere quello che più vi rappresenta. Mostrando a tutti il vostro punto di vista e la vostra creatività. Sentendovi libere di sperimentare e avendo ben chiaro cosa volete comunicare perché in linea con la vostra personalità. Solo così è possibile ottenere foto naturali e che coinvolgano anche emotivamente chi le guarda.

A questo punto non vi resta che cucinare o ordinare dal menu, mettervi comode e scattare. Per ottenere delle foto perfette al cibo e per diventare delle vere food influencer. Tutte unite sotto il segno di hashtag come #food, #foodporn, #foodgasm o #foodphotograpy e, soprattutto, sotto quello della buona cucina.

Riproduzione riservata