Frasi Via col Vento: le più belle da film e libro

<p>Una raccolta delle frasi più belle di Rossella O'Hara e Rhett Butler, protagonisti di Via col Vento</p> Credits: Vom Winde verweht (Gone with the wind; USA 39, Regie: Victor Fleming) Clark Gable, Vivien Leigh /Kuss, küssen, klassisch, klassischer, Liebespaar

Una raccolta delle frasi più belle di Rossella O'Hara e Rhett Butler, protagonisti di Via col Vento

Vivien Leigh non doveva essere Rossella e Clark Gable per poco non lasciò il set, ma ti immagini come sarebbe stato Via col Vento senza questi due? Frasi, fun facts e qualche news sul film cult che ha fatto molto più che segnare un’epoca

Frasi Via col Vento

Forse ti è capitato di definirlo un “polpettone” per le sue quasi 4 ore di durata, o magari non hai mai superato la prova del sonno crollando inerte davanti all’incendio di Atlanta, ma non puoi negare di aver detto almeno una volta nella vita: “Domani è un altro giorno”, o di averlo sentito dire.

Se l’hai detto e non sai che è una citazione di Via col Vento, probabilmente la più famosa, ti dico solo che sei la prova vivente di quanto questo film del 1939, tratto dall’omonimo romanzo di Margaret Mitchell, ci ha segnati. E se lo sai già, anche se non sei una Rossella lover, sai bene che le cose stanno proprio così: Via col Vento è un cult e, per tanti motivi diversi lo rimane a distanza di 80 anni dalla sua prima proiezione e lo rimarrà per altri 100 (almeno).

Perché? Perché Via col Vento ha la stessa tempra della sua coraggiosa, appassionata, ma anche capricciosa e insopportabile protagonista. Come Rossella O'Hara era radicata nella terra rossa di Tara e non c’era verso di portarla via, così questa pellicola ha messo radici e ha contaminato la cultura pop, è entrata nel nostro linguaggio e lì sta, non ci pensare proprio a pensare di sradicarla.

Facciamo un bel ripasso delle frasi più belle e famose di Via col Vento, quelle citazioni che sono entrate nella storia proprio grazie al film con Vivien Leigh.

Dal libro

- Rhett: Vi amo Rossella, perché ci somigliamo tanto; rinnegati, tutti e due, e profondamente egoisti. A nessuno di noi due importa che il mondo vada in rovina, purché noi ci salviamo

- Rhett: Brava! Ora cominciate a pensare con la vostra testa, invece di lasciare che gli altri pensino per voi. Questo è il principio della saggezza

- Rhett: Siete uno splendore quando vi arrabbiate. Ora vi stringo di più…ecco…per vedere se vi adirate davvero. Non avete idea di come eravate deliziosa quel giorno alle Dodici Querce quando eravate furibonda e scagliavate vasi di fiori.

- Ashley: Io combatto per i vecchi giorni, per le vecchie abitudini che amo tanto e che temo siano ormai svanite per sempre, comunque vada a finire. Perché, che vinciamo o perdiamo, avremo perso comunque

- Rossella a Rhett: Siete l’uomo più detestabile che abbia mai conosciuto e non voglio vedervi mai più!

Dal film

- Rhett: Avete sposato un ragazzo e un vecchio, provate un uomo dell'età giusta e che ci sa fare con le donne

- Rossella: Giuro davanti a Dio, e Dio m'è testimonio, che i Nordisti non mi batteranno! Supererò questo momento e quando sarà passato non soffrirò mai più la fame, né io né la mia famiglia, dovessi mentire, truffare, rubare o uccidere. Lo giuro davanti a Dio: non soffrirò mai più la fame!

- Rossella: Mi sono resa conto che il denaro è la cosa più importante che ci sia. Non voglio più restare senza denaro, ne voglio accumulare tanto da essere sicura che nessuno possa togliermi Tara e farò soldi a qualunque costo

- Rossella: Mi guarda come se volessi spogliarmi con gli occhi

- Rhett: Abbiamo fatto di tutto per non capirci, ma ora è tardi. Finché c'è stata Diletta potevamo ancora essere felici. In lei vedevo te tornata bambina, com'eri una volta prima che la guerra e la miseria ti indurissero il cuore. T'assomigliava e avrei potuto viziarla come volevo far con te. Sparita lei, tutto è finito

D’amore

- Rossella: Ashley, perché non fuggiamo? Andiamo in Messico, cercano ufficiali per l'esercitò, laggiù saremo felici. Ashley, lavorerò per voi, farò qualsiasi cosa, voi non amate Melania, amate me, me lo avete confessato, ricordate?

- Rhett: C'è che non posso vivere senza di voi -…-ho capito che eravate la sola donna fatta per me fin dal giorno che vi vidi alle 12 querce, ora che avete un negozio e i soldi di Franco non verrete a cercarmi come quand'ero in galera e così dovrò proprio sposarvi

- Rossella: Mi amate, mi amate, ditelo che mi amate! – Ashley: No, no, non ve lo dirò, non devo e non voglio, non succederà più

- Rhett: Aprite gli occhi e guardatemi. No, non vi bacerò neanche. Benché ne abbiate bisogno. È questo il guaio. Dovreste essere baciata e spesso. E da un esperto.

- Rhett: Non vi chiedo di perdonarmi. Neanch'io riesco a capirmi, vi assicuro. E se mi busco una pallottola, Dio mi salvi, non mi perdonerò mai quest'idiozia. Ma d'una cosa sono certo: che vi amo, da sempre. A dispetto vostro e mio e di questo mondo che ci crolla intorno, vi amo. Perché siamo eguali. Gentaglia, tutti e due. Egoisti e scaltri. Ma capaci di guardare le cose in faccia e chiamarle col loro nome.

Mami

- Tutto esercito sudista avere le stesse cose: cimici, pidocchi e dissenteria

- Non andare sola, io andare a Atlanta con te e vedrai, Inutile cercare di addolcire me, io ti conoscere bene da quando avere messo prime fasce

- Io essere davvero contenta oggi, io raccolto 3 generazioni di questa famiglia, questo essere bel giorno

- Mai visto un uomo bianco o nero adorare tanto un bambino

- Quello che giovanotti dire e quello che giovanotti pensare essere 2 cose e a me non parere che lui avere chiesto di sposarti

Parole finali

- Rossella: “Rhett, se te ne vai che sarà di me? Che farò?”

- Rhett: “Francamente me ne infischio”

- Rossella: “Non voglio perderlo, non voglio, ci deve essere il modo di ricondurlo a me. Oh, non posso pensarci ora, se no divento pazza. Ci penserò domani. Pure devo pensarci, devo pensarci, che cosa posso fare? Cos'è che conta nella vita?

Oseresti dire, Miss Rossella O'Hara, che la terra non conta nulla per te? Ma la terra è la sola cosa per cui valga la pena di lavorare, la sola cosa che duri! - Qualcosa che amate più di me, benché forse non lo sappiate. Tara, trai la tua forza da questa terra. Tara, la terra è la sola cosa che conti, la sola cosa che duri. Qualcosa-sappiate. Tara, trai la tua forza da questa terra, la terra rossa di Tara. La sola cosa che duri, qualcosa che amate più di me Tara, Tara, Tara

Tara, a casa, a casa mia e troverò un modo per riconquistarlo, dopo tutto domani è un altro giorno"

Potrebbe interessarti anche: 10 film romantici da vedere su Netflix

5 curiosità che hanno fatto entrare Via col Vento nel mito

Che Via col Vento ha fatto la storia, questo l’ho già detto, ma il merito non è unicamente dei dialoghi, ma anche di tutta la leggenda nata attorno alla lavorazione del film e al suo lancio. Le curiosità su Via col Vento sono così tante che si potrebbe scrivere un libro a parte, ma dato che il dono della sintesi è sempre molto apprezzato mi limiterò a ricordarne cinque.

1. In un’America ancora profondamente razzista, Via col Vento permise all’attrice afroamericana Hattie McDaniel di vincere il Premio Oscar come Migliore Attrice non protagonista nel 1940. Per darti un’idea dell’enormità della faccenda considera che la McDaniel non poté partecipare alla prima del film, perché era vietato l’ingresso alle persone di colore e che bisognerà aspettare il 1991 perché l’Oscar torni in mano ad una donna afroamericana, la Whoopy Goldberg di Ghost.

2. Quante volte ti sei arrabbiata perché l’attrice o l’attore scelto per interpretare il personaggio di un libro che ami tanto non gli somigliava per niente? Queste cose nel ’39 venivano prese molto seriamente, al punto che dato che la Leigh non aveva gli occhi verdi come Rossella O'Hara, ma azzurri, venne vestita in verde nel maggior numero di scene possibile per ingannare lo spettatore.

3. Il sorriso di Rhett Buttler è fake. Il che mi porta a rivelarvi due fatti scomodi: Clark Gable aveva perso tutti i denti per via di un’infezione alle gengive e, la peggiore di tutte, Clark Gable soffriva di alitosi. Minuto di silenzio.

4. Sia la Leigh che Gable rischiarono di perdere il ruolo per via della loro frizzante vita sentimentale. Entrambi sposati, entrambi avevano altre due relazioni avviate, rispettivamente con Lawrence Olivier e Carol Lombard. Vivien Leigh fu più fortunata perché la storia non era di dominio pubblico, ma a Gable toccò sposare la Lombard nel primo giorno libero dalle riprese.

5. La prima di Via col Vento fu un evento di tale portata che ad Atlanta si fece festa per tre giorni, e il 15 dicembre 1939 fu addirittura dichiarato festa nazionale. Il film è stato uno dei più cari della storia, ma è anche il più grande incasso di sempre e ha registrato anche un ulteriore record: 8 statuette alla Notte degli Oscar e la prima pellicola a vincere l’Academy Award come Miglior Film.

Riproduzione riservata