5 buone abitudini per le difese immunitarie dei bambini

  • 1 6
    Credits: Shutterstock

    Il sistema immunitario, in condizioni di normalità, è una macchina perfetta e in grado di combattere efficacemente contro l'attacco di virus e batteri.

    Esistono però alcuni momenti in cui le difese immunitarie dei bambini rischiano di indebolirsi, per esempio nei cambi di stagione, quando i piccoli iniziano a frequentare una comunità (asilo nido, scuola materna) oppure quando le abitudini alimentari e lo stile di vita non sono propriamente sani.

    Premettiamo che non esistono integratori o rimedi miracolosi per potenziare il sistema immunitario dei bambini, però è possibile rinforzarli attraverso l'adozione di buone abitudini quotidiane.

    Tra cui, il gioco e lo sport all'aria aperta anche in inverno.

  • 2 6
    Credits: Shutterstock

    Tutti fuori casa...anche se fa freddo

    Sono numerosi gli studi scientifici che testimoniano quanto il gioco all'aperto, anche in inverno, faccia bene alla salute dei bambini. Infatti, il gioco all'aria aperta rinforza le difese immunitarie dei più piccoli rendendoli resistenti all'attacco di virus e batteri.

    Non è il freddo che fa ammalare i bambini: l'importante è saperli vestire adeguatamente, coprendoli con buon senso. Per il sistema immunitario del bambino, infatti, è peggio soggiornare a lungo in luoghi caldi e affollati, rispetto a correre all'aperto nella neve o con il freddo.

    Lo stesso discorso vale per lo sport: via libera dei pediatri agli sport praticati all'aperto (calcio, rugby, canoa...). Anche in questo caso, è importante vestire i piccoli con indumenti tecnici e non farsi mai mancare una bella doccia calda a fine allenamento.

  • 3 6
    Credits: Shutterstock

    La dieta

    L'alimentazione svolge un ruolo di prim'ordine riguardo alle difese immunitarie di grandi e piccini. Il sistema immunitario, infatti, trae giovamento da una dieta sana ed equilibrata, ma soprattutto molto varia.

    Dunque, no alle diete monotone: è bene che il bambino vari la propria alimentazione ogni giorno. A tal scopo, le mense scolastiche sono ottime alleate: il menu offerto cerca di rispettare il più possibile proprio il criterio della varietà nutrizionale. Ma anche a casa è importante abituare i bambini a nuovi sapori, senza scadere sempre nei menu a base di pasta in bianco o "fettina" di carne.

    Nella dieta del bambino, devono sempre essere presenti i vegetali: verdure crude o cotte, frutta preferibilmente con la buccia. Inoltre, è importante assicurare loro una buona dose di proteine nobili come quelle provenienti dal pesce, dall'abbinamento di legumi e cereali, dalla carne bianca, dalle uova e dai formaggi magri.

    Meglio non eccedere con il consumo di: farine bianche, zucchero e salumi o carni conservate. E preferire farine poco raffinate (integrali oppure di tipo 2), cereali integri in chicco, dolci sani e fatti in casa, frutta secca.

  • 4 6
    Credits: Shutterstock

    Lavarsi (bene) le mani

    Può sembrare un'azione banale e scontata, eppure lavarsi le mani correttamente (e spesso) è la prima forma di prevenzione disponibile. È dalle mani, infatti, che passano virus e batteri. È importante, quindi, insegnare ai bambini a lavarsi bene le mani sempre tornati a casa, prima di mangiare e la sera prima di andare a nanna.

    Le mani vanno ovviamente lavate con il sapone, strofinando bene anche le unghie e il sempre dimenticato pollice, e senza tralasciarne il dorso. L'operazione dovrebbe durare circa 30 secondi per essere efficace. E, dopo averle deterse, è fondamentale insegnare ai bambini ad asciugarle alla perfezione. L'umidità, si sa, è terreno fertile per virus e batteri.

  • 5 6
    Credits: Shutterstock

    Fermenti buoni per l'intestino

    Il benessere del sistema immunitario parte dalla salute dell'intestino. È nella pancia, infatti, che si concentra tutta la nostra capacità di difenderci da virus e batteri.

    Con una corretta alimentazione, il giusto apporto idrico e un'attività fisica costante, l'intestino dei bambini dovrebbe già funzionare alla perfezione. Per assicurare maggior benessere all'intestino dei più piccoli si può puntare sul consumo di alimenti ricchi di fermenti lattici vivi e probiotici.

    Per esempio, introducendo lo yogurt al naturale (fresco) o il latte fermentato nella dieta del bambino.

  • 6 6
    Credits: Shutterstock

    Nanna e ritmi regolari

    Anche un buon sonno contribuisce alla salute del sistema immunitario dei bambini. Quindi, è importante che la nanna sia serena e prolungata per un numero di ore sufficienti.

    Se il bambino ha un sonno irregolare o disturbato, lo si può aiutare favorendo ritmi di vita regolari e ben suddivisi. È importante, infatti, che il bambino si corichi sempre alla stessa ora alla sera. Per promuovere questo sano stile di vita, può essere necessario rivedere alcune abitudini.

    No alla TV o all'uso di dispositivi elettronici di altro tipo (smartphone, tablet, videogiochi) prima di andare a nanna. No anche a cene consumate tardi, pesanti e ricche di alimenti eccitanti come cacao, carni rosse, formaggi stagionati, zuccheri semplici.

/5

Piccoli gesti quotidiani, gioco all'aria aperta e un'alimentazione sana. Per aumentare le difese immunitarie dei più piccoli, occorre qualche attenzione in più ogni giorno

Non appena si prospettano epidemie influenzali, quando il bambino inizia a frequentare l'asilo, all'arrivo dei primi freddi: in tutti questi momenti, una delle prime preoccupazioni delle mamme è quella di rinforzare le difese immunitarie del bambino.

Ma come si fa? La buona notizia è che il sistema immunitario, in condizioni di normalità, è capace di regolarsi da sé e, tendenzialmente, non sussiste il bisogno di assumere magici integratori rinforzanti che tengano lontani virus e batteri. Però esistono alcune accortezze che rendono possibile mantenere difese immunitarie forti e sane: dalla dieta equilibrata fino al gioco e allo sport all'aria aperta

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te