Le foto più emozionanti di oggi

Credits: Pedro Pardo

28 novembre. Di questi atti feroci sono capaci i pericolosi migranti che cercano di entrare negli Stati Uniti da Tijuana, Messico!

Credits: Zaid Al-Obeidi

28 novembre. Niente deve fermare l’ottimismo e l’innata voglia di farcela dei bambini! Nonostante tutto intorno a loro sia un cumulo di macerie, nonostante la strada che percorrono sia fango e sassi questi bambini ridono e sono felici di poter andare a scuola. Questa é ancora oggi Mosul, Iraq.

Credits: John Parra

27 novembre. Ha sfamato gli ultimi del mondo e, per questo, ora é candidato al Nobel per Pace. Lui é Josè Andrès, ed é uno chef che ha aiutato con un pasto caldo in situazioni terrificanti milioni di persone. E’ stato il deputato dem John Delaney a fare il nome dello chef spagnolo naturalizzato americano alla commissione per il Nobel. Chef Andrès ha ristoranti in tutto il mondo ma anche un’associazione benefica, la World Central Kitchen, con la quale é stato in prima linea in Porto Rico dopo l’uragano Maria e con la quale ha servito il pranzo del Ringraziamento tra i fumi degli incendi in California, solo per citare due casi recenti. “Uno chef candidato al Nobel per la Pace? Vuol dire che il tema del cibo diventa sempre più importante nella politica americana” queste le prime parole di Andrès.

Credits: Sergey Kozlov

26 novembre. Attivisti ucraini fanno esplodere razzi davanti al consolato russo a Kharkiv, in Ucraina. Il presidente ucraino Petro Poroshenko ha annunciato la volontà di introdurre la legge marziale in tutta l’Ucraina per un periodo di 60 giorni. Questo scaturisce dal sequestro, ad opera della Russia, di tre navi ucraine in transito nello Stretto di Kerch, prima colpite dall’artiglieria russa provocando dei morti, poi sequestrate. Scommetto che é solo l'inizio dell'escalation, questa.

Credits: Epa

26 novembre. E’ tempo di raccolta del risone in India. Il risone é il riso greggio, il primo prodotto che deriva da trebbiatura ed essiccamento. Ancora per tutto il mese di dicembre tutti gli sforzi saranno dedicati alla raccolta.

Credits: Jenny Evans

26 novembre. Una piccola distrazione ed il surfista cade dalla tavola e si trova in balia dell’onda. Siamo a Bronte Beach, Sydney. Il Bureau of Meteorology ha annunciato una potente allerta: quello che é pericolosissimo per pesca, navigazione e nuoto diventa una sfida adrenalinica per il popolo dei surfers.

Credits: Matt Cardy

23 novembre. Si fanno gli ultimi controlli agli alberi e alle piante illuminate nel bioma del Mediterraneo dell' "Eden", la più grande foresta pluviale al coperto del mondo. Si trova nella località di Bodelva, in Cornovaglia. Qui tutto lo staff si sta preprando per il grande spettacolo di luci natalizie che aprirà al pubblico il 24 novembre.


Credits: Yuri Kadobnov, Getty Images

23 novembre. Questo ragazzino gioca a pallacanestro su un campo sportivo coperto da un leggero strato di neve a Mosca, incurante del freddo. La temperatura sotto lo zero ha permesso l'apertura delle prime piste di pattinaggio all'aperto, come quella nel Parco Sokolniki e nel giardino dell'Hermitage.

Credits: Jim Dyson

22 novembre. E' mozzafiato lo spettacolo di luci allestito alla Palm House di Kew Gardens a Londra! Al sesto Christmas at Kew hanno partecipato molti artisti, veri maestri di giochi di luce e suoni riconosciuti a livello mondiale. Assecondando la struttura dei giardini hanno creato un percorso che porterà i visitatori fino all’apoteosi dello spettacolo, la Palm House vera e propria, trasformata in un tripudio di musica e luci laser.

Credits: Francis R. Malasig

22 novembre. Piccole mani di bimbi sporcano di vernice rossa un lenzuolo; é la voce di Manila, Filippine, contro la violenza su donne e bambini.

Credits: Justin Sullivan

22 novembre. Questo é quanto rimane di un ristorante a Paradise, California, distrutto dall’enorme Camp Fire. Ora che le fiamme sono parzialmente spente (si parla dell'estinzione dell’85% degli incendi) si inizia la triste conta: 150mila sono gli acri carbonizzati, 83 (almeno) sono le vittime ritrovate, oltre 18mila le case e gli esercizi distrutti.

Credits: Ami Vitale, Lavazza

21 novembre. E' stato presentato oggi a Torino il calendario Lavazza 2019 "Good to Earth": un giro del mondo in 12 mesi che mostra attraverso l’interazione tra arte e natura le "buone notizie per la Terra" in sei Paesi e quattro diversi continenti, attraverso gli scatti della fotografa americana Ami Vitale, fotoreporter di National Geographic Magazine e vincitrice di sei premi World Press Photo. Le immagini riprendono installazioni di arte naturale nel paesaggio, in armonia con l'ecosistema e la vegetazione, perché la Natura è l'ultima opera d'Arte. Ami Vitale è famosa per la sua totale immersione nella storia da raccontare, è possibile vederla mentre scala un ghiacciaio, nuota tra le mangrovie o si traveste da Panda nella foresta.

Credits: National Geographic, U.S. Fox Group

21 novembre. Ecco un'immagine del Pianeta Rosso tratta dalla nuova serie televisiva del National Geographic dedicata alla colonizzazione di Marte prodotta da Ron Howard e Brian Grazer, che unisce rappresentazione cinematografica e realtà scientifica. Nella prima stagione si raccontava il viaggio dell'uomo e l'arrivo sul pianeta, mentre in questa seconda serie viene immaginata la vita su Marte, basandosi su quello che sta accadendo ora sul Pianeta Terra: l'eterno conflitto tra scienza e profitto, tra esplorazione e interessi economici.


Credits: Sajjad Hussain

20 novembre. Un attimo di riposo in un giorno di manifestazioni a New Delhi. Gli addetti alle mense dei piccoli studenti stanno protestano. Chiedono un necessario aumento dei salari. Sono 120 milioni i pasti che - dal programma governativo - vengono erogati ai piccoli studenti in tutto il paese. E spesso, purtroppo, é per loro l’unico cibo giornaliero.

Credits: Rodrigo Buendia

20 novembre. Uno studente universitario (e con gli universitari ci sono anche insegnanti e lavoratori del settore) protesta contro il taglio dei fondi alla scuola. Siamo a Quito, in Ecuador. In uno dei paesi dove più importante é la scolarizzazione per garantirsi un futuro migliore togliere soldi destinati alla scuola é il più vile dei delitti!

Credits: Miguel Medina

20 novembre. Una porzione de Il Muro Occidentale (o del Pianto), una installazione grande 4 metri e fatta da una catasta di valigie di diversi materiali e dimensioni, unanimemente riconosciute simbolo di esilio, fuga ed esodo forzato. Di migranti, a volta vincitori ma più spesso vinti. L’opera venne creata da Fabio Mauri e presentata alla Biennale di Venezia del 1993. Oggi di un’attualità sconcertante.

Credits: SIPA Asia

19 novembre. Divertenti dipinti sulla parte di un bagno pubblico in Cina. La Giornata mondiale della toilette (World Toilette Day) è il giorno ufficiale istituito dalle Nazioni Unite nel 2001 per sensibilzzare sui gravi problemi di salute legati alla carenza dei servizi igienico-sanitari. In tutto il mondo 4,5 miliardi di persone vivono senza servizi igienici sicuri. Ne possono derivare gravi malattie trasmesse dal suolo e malattie trasmesse dall'acqua come colera, diarrea, tifo, dissenteria. L'obiettivo è garantire che tutti abbiano un bagno sicuro entro il 2030. Il tema della giornata di quest'anno è la natura: costruire servizi igienici e sistemi sanitari che funzionino in armonia con il nostro ambiente e sfruttino il potere degli ecosistemi.

Credits: Luis Robayo

19 novembre. La modella sfila in passerella con una creazione della designer colombiana Paula Rubio durante il BioFashion Show a Cali, in Colombia. Il BioFashion mira a creare consapevolezza sulla conservazione e gestione delle risorse naturali, attraverso il lavoro di designer che sviluppano abiti realizzati con piante viventi, fiori ed elementi organici.

Credits: Emmanuel Dunand

19 novembre. Pronti? Sorridete, "Cheese"...La coppia reale belga posa per le foto di rito accanto al presidente francese Emmanuel Macron e sua moglie Brigitte, durante una cerimonia di benvenuto al palazzo reale di Bruxelles, all'inizio della visita di stato dei Macron in Belgio.

Credits: Ian Forsyth

16 novembre. Una scia luminosa anima e fa vibrare le decorazioni natalizie a tema Twelve Days of Christmas a Castle Howard nel North Yorkshire. Lavori in grandi stile, appaltati al team di designers Charlotte Lloyd Webber e Bretta Gereke, che esaltano l’omonima arcinota canzone popolare inglese in cui una voce elenca i doni che il suo amore gli regala ogni giorno, sempre aumentandoli di uno ad ogni strofa, per ciascuno dei dodici giorni di Natale. Uno scioglilingua in musica che sarà bello canticchiare gironzolando tra luminarie.

Credits: Daniel Pockett

16 novembre. Sono comparsi a Melbourne, in forma di angeli custodi. Sono i guardiani del pianeta con il preciso compito di portare l’umanità sulla retta via prima che sia troppo tardi. E’ la protesta che gli ambientalisti della città australiana hanno inscenato per porre l’accento sulla vastità e sempre maggiore pericolosità dei cambiamenti climatici.

Credits: Abbas Momani

16 novembre. Non cessano ancora gli scontri tra palestinesi e israeliani nel villaggio di Ras Karkar, poco distante da Ramallah. L’aria é costantemente impregnata dall’odore dei lacrimogeni, il loro fumo aleggia su tutti, cose e persone.

Credits: Dibyangshu Sarkar

15 novembre. Rahela Begum é una rifugiata Rohingya in lista per il rimpatrio. Amnesty International però sta chiedendo alle autorità di Bangladesh e Myanmar di sospendere il programma, considerato un piano sconsiderato ed estremamente pericoloso che trascinerebbe un gran numero di vite nelle mani proprio di coloro da cui sono dovuti fuggire. Questo programma di rimpatri é un atto che vìola il principio di non respingimento secondo il quale una persona non deve mai essere fatta tornare in un territorio dove la sua vita é in pericolo.

Credits: STR /Afp / Getty Images

15 novembre. Pescatori cinesi accanto a una centrale elettrica fotovoltaica costruita in uno stagno per pesci a Yangzhou, in Cina. Ma avete notato l’immensità della costruzione? La barca, a confronto, é solo un minuscolo puntino…

Credits: Nigel Barker

14 novembre. "Lo sport ha il potere di cambiare il mondo", lo ha detto Nelson Mandela ed è questo il mantra che guida l'associazione non-profit "Laureus Sport for Good USA". In occasione della Settimana della Moda di New York il fotografo di fama mondiale Nigel Barker ha immortalato 16 atleti olimpici e ha congelato in uno scatto i loro movimenti e le emozioni che stanno dietro al gesto sportivo. Il libro dal titolo  “Spirit of Champions” contiene le foto e gli autografi di campioni del calibro di Carl Lewis, Nadia Comaneci, Missy Franklin e Edwin Moses ed è stata messa all'asta su Charity Buzz. Tutti i proventi sono stati donati alla Fondazione Laureus per iniziative di cambiamento sociale attraverso lo sport. In questo scatto la campionessa di beach volley statunitense Kerri Lee Walsh Jennings, vincitrice di tre ori olimpici e per tre volte primatista del mondo della specialità.


Credits: Yoan Valat

13 novembre. Il 13 novembre 2015 una serie di attacchi terroristici di matrice islamica scossero Parigi. La capitale francese fu colpita da tre esplosioni nei pressi dello stadio e da sparatorie in diversi luoghi pubblici. La più sanguinosa avvenne nella sala da concerti Bataclan, dove rimasero uccise 93 persone. Oggi una serie di cerimonie pubbliche ricordano le vittime. Tra loro anche Valeria Solesin, studentessa di Venezia alla Sorbona, che si trovava all'interno del teatro nel momento dell'attacco terroristico. 

Credits: John Wessels

13 novembre. Gli operatori sanitari del centro di trattamento dell'ebola (ETC) di Bunia, nella Repubblica Democratica del Congo, indossano le tute protettive prima di dirigersi verso la zona rossa ad alto rischio di contagio. Il bilancio delle vittime della nuova epidemia di Ebola dichiarata il 1° agosto è salito a più di 200 decessi ed è il peggiore nella storia del Paese dalla prima epidemia avvenuta nel 1976. L'ebola si diffonde attraverso piccole quantità di liquido corporeo e l'infezione si rivela spesso fatale. I primi sintomi somigliano a quelli dell'influenza, seguiti da vomito, diarrea, eruzioni cutanee e sanguinamento interno ed esterno.

Credits: Max Mumby

12 novembre. La duchessa Camilla, la regina Elisabetta e la duchessa Catherine sul balcone durante la celebrazione del centenario della fine della I Guerra Mondiale hanno dato, ad occhi ben attenti, un discreto spettacolo. Giochi di sguardi che sembrano nascondere grandi disappunti e grandi segreti. Forse Camilla proprio di fianco a The Queen si gode una sorta di investitura a futura regina consorte; si dice che Kate non veda proprio di buon’occhio la novella cognata Meghan cui troppi capricci vengono esauditi e a cui viene tollerata una certa personale interpretazione dell’etichetta reale; ma ad essere più eloquente di tutto é lo sguardo torvo di Sua Maestà: quali pensieri si agiteranno in quella testa coronata? Quasi pensasse a cosa, dopo 65 anni di regno, le tocchi ancora vedere!

Credits: Jiji Press

12 novembre. Il cucciolo di panda gigante Xiang Xiang e sua mamma Shin Shin fanno uno spuntino a base di bambù allo Ueno Zoo di Tokyo. Piano piano il personale dello zoo separerà mamma e cucciolo, ma non prima dei due anni, esattamente come avviene in natura. Il rispetto dei tempi biologici degli ospiti é uno degli aspetti che rendono questo zoo all’avanguardia.

Credits: Tony Karumba

9 novembre. Imelda Mumbi ha 13 anni, é originaria di Nairobi e grazie allo smartphone che ha in mano può studiare. Online. Grazie a una piattaforma didattica sviluppata da Eneza Education a Imelda e a tanti ragazzi come lei (che vivono in aree rurali lontane dalle città) é offerta un’istruzione che viaggia tramite SMS o Internet con meno di un euro a settimana. Le cose buone della rete…

Credits: Justin Sullivan

9 novembre. Sembra la classica scena di tutti i film di fantascienza che si rispettino: da un punto imprecisato nel buio una luce misteriosa si leva e là si palesa l’aliena astronave. Qui però, purtroppo, non c’é niente di filmico: la carcassa dell’auto é quanto rimane dell’incendio a Paradise, in California. Venti forti e scarsa umidità hanno fatto sì che le fiamme velocemente distruggessero 18mila acri di terreno. E ancora non é stato domato.

Credits: Christophe Archambault

9 novembre. Decorazioni natalizie poco convenzionali per le vetrine delle feste di Printemps Haussmann a Parigi! Quest’anno niente neve, fiocchi e alberi ma un giardino popolato di fiori e farfalle meccaniche. Che lasciano questa bimba con il nasino incollato al vetro……

Credits: Rick Loomis

8 novembre. Alexandria Ocasio-Cortez abbraccia una sostenitrice durante i festeggiamenti per la vittoria alle elezioni di Miterm americane, in un locale del Queens, a New York City. La 29enne democratica diventa così la più giovane  donna eletta al Congresso nella storia degli Stati Uniti d'America. In queste elezioni sono state molte le vittorie femminili cariche di significato simbolico. Tra queste l'avvocato Rashida Tlaib, figlia di emigrati palestinesi e Ilhan Omar, di origini somale, che ha conquistato un seggio in Minnesota, prima rifugiata africana e la prima ad indossare l’hijab, il velo tradizionale islamico. Per la prima volta sono state elette anche due native americane: Sharice Davids e Deb Haaland, discendenti dalle popolazioni che abitavano il continente americano prima dell'arrivo dei coloni europei.

Credits: © Andrea Frazzetta

8 novembre. Alìla guida che accompagna i viaggiatori a Dallol e al vulcano Erta Ela, cammina attraverso il paesaggio vulcanico etiope. Dallol, che significa "La collina degli spiriti" per il popolo Afar, è la terra dei geyser, delle formazioni cristalline e delle sorgenti sulfuree, con crateri situati oltre 45 metri  sotto il livello del mare. Questo luogo in Etiopia è conosciuto per essere il posto più caldo sulla terra, con temperature massime giornaliere che arrivano fino a 110 ° F. l'equivalente di 43 °C. La foto si intitola "Danakil, terra del sale e del fuoco", è visibile ancora per pochi giorni presso "Fotografica Festival" a Bergamo.



Credits: www.tomhegen.de, @tomhegen.de

7 novembre. Lo scioglimento dei ghiacci in Groenlandia é uno spettacolo tanto spaventoso quanto bellissimo. Tom Hegen ha scattato queste foto da 3000 metri d’altezza; la difficoltà dello scatto viene ripagata con l’istantanea di uno spettacolo che solo da lassù può essere goduto. Questo lavoro é Two Degrees Celsius e permette anche a noi di godere di un frammento di quello spettacolo mozzafiato.

Credits: Anne de Carbuccia

6 novembre. Oggi si celebra la "Giornata Internazionale per la Prevenzione dello Sfruttamento dell’Ambiente in Tempo di Guerra e di Conflitto Armato" in base alla risoluzione 56 /4 delle Nazioni Unite. L’ambiente è spesso una vittima poco nota della guerra. Ma i pozzi d’acqua vengono contaminati, le coltivazioni bruciate, le foreste abbattute, i terreni inquinati e gli animali uccisi. Nel lungo periodo i danni all'ambiente procurati dai conflitti armati possano compromettere gli ecosistemi e le risorse naturali in modo irreversibile. Anne de Carbuccia è una artista-attivista che da diversi avanti porta avanti il progetto video e fotografico "One Planet, One Future", con lo scopo di promuovere stili di vita più sostenibili per il futuro. Questa immagine racconta la guerra in Laos, trasformato in un enorme cratere dalla quantità di bombe lanciate su questo territorio. Il paese non era in guerra, questo fu semplicemente un danno collaterale.

Credits: Philippe Lopez

6 novembre. Un uomo compra uno spuntino da un distributore automatico sotto l'occhio vigile di un gorilla. Siamo in un corridoio del Palais de la Decouverte a Parigi, il museo della scienza creato nel 1937 grande 25.000 metri quadrati, che contiene mostre permanenti di astronomia, fisica, matematica, geologia, chimica e biologia. 

Credits: Christof Stache

5 novembre. Una donna fotografa l’installazione di papaveri “Never again” a Koenigsplatz a Monaco. L’opera (e l’Europa) si prepara a celebrare il centenario della fine della Prima Guerra Mondiale.

Credits: Mladen Antonov

5 novembre. Invasione aliena in una caffetteria di Mosca? O solo un simpatico allestimento che preserva la privacy dei clienti dall’occhio indiscreto della macchina fotografica?

Credits: Ronald Wittek

5 novembre. Uccello baffuto sempre piaciuto? Si chiama sterna inca (Larosterna inca) e vive allo zoo di Heidelberg in Germania.

Foto

→ Guarda le foto più belle di ottobre

Riproduzione riservata