Elisa Macellari per Donna Moderna 2021

Mi chiede tempo, ma intanto ha avuto una figlia da un’altra

Dal 2015 la scrittrice Chiara Gamberale ha una rubrica su Donna Moderna dove si confronta con le lettrici sui problemi di coppia, sesso e relazioni affettive

Ogni settimana pubblichiamo le risposte di Chiara Gamberale alle domande delle lettrici, sia online che sulla carta. Per scriverle, manda una mail a lapostadelcuore@mondadori.it

Leggi le altre storie di #ParlaneConChiara

Ciao Chiara,
sono una tua affezionata lettrice di di 27 anni e da 3 intrattengo una relazione con un uomo più grande di me. Non è questo il problema, però: il fatto è che lui convive con un’altra donna ed è, da poco, diventato anche papà. La nostra relazione era nata per caso, poi ci siamo innamorati. Soltanto dopo che è successo ho saputo che avrebbe avuto una figlia da lei. Dall’altra che non sono io. Lui dice di avere per me un sentimento mai provato prima, ma dice anche che non riesce a lasciare la compagna per paura di perdere la bambina e la sua crescita. Mi ha chiesto di aspettarlo, ma io rimango combattuta: cosa devo fare? Questa situazione mi sta deteriorando poco a poco.
Super confusa

Cara Super confusa,
vorrei credere, insieme a te, in questo amore. Vorrei rassicurarti, consigliarti di aspettare, dirti che lo farà, che lascerà la sua compagna per stare solo con te. Ma se lo facessi, se coltivassi con te questa speranza, rischierei di condannarti a perdere la cosa più preziosa e viva che hai: il tempo. Potrebbe succedere, amica super confusa, che un giorno lui prenda la decisione, mantenga la promessa e lasci davvero tutto per te. Ma potrebbe succedere anche che nessun momento sarà mai buono, per lui, per allontanarsi dalla sua famiglia. E potrebbe succedere, soprattutto, che finché ti saprà lì, in attesa, non sentirà il bisogno di farlo. In una splendida e struggente poesia della raccolta Cento poesie d’amore a Ladyhawke, Michele Mari lo spiega così, e così bene: «Arrivati a questo punto / dicesti / o si va oltre / o non ci si vede mai più / Non capivi che il bello era proprio quel punto / era rimanere / nel limbo delle cose sospese / nella tensione di un permanente principio / nel nascondiglio di una vita nell’altra / Così il mio contrappasso di pokerista / è stato perdere tutto / appena hai forzato la mano». Ti piace rimanere “nel limbo delle cose sospese”? Fa per te? Non ti sentire in colpa con te stessa se la risposta è sì. Ma, se la risposta è no, vai oltre. Fosse solo perché non ci sarà modo migliore per ricordargli il valore della tua presenza e dare a quest’uomo che dice di amarti la possibilità di scegliere, fra le due vite, la tua.

Problemi di cuore, di testa o di pancia? Scrivi a lapostadelcuore@mondadori.it

Leggi le altre storie di #ParlaneConChiara

Disegno di Elisa Macellari

Riproduzione riservata