iPhone 8 e X, perché piaceranno alle donne

Credits: Getty Images
/5

I nuovi smartphone piacciono alle donne e promettono di semplificare la loro vita. Abbiamo chiesto agli esperti perché

Si chiamano iPhone 8 e iPhone X, (che si pronuncia "Ten") e sono gli ultimi nati in casa Apple. Nel presentarli il numero uno dell'azienda californiana, Tim Cook, si è detto convinto che Steve Jobs sarebbe stato fiero, ma c'è da giurare che anche molte donne non vedono l'ora di potersi cimentare con le novità dei nuovi modelli iPhone, a partire dal Face ID, ovvero il riconoscimento facciale. Molti sono però gli aggiornamenti, che riguardano anche l'estetica dei nuovi smartphone della "mela".

Il doppio vetro è elegante

Un primo particolare, che non può sfuggire, è che il nuovissimo (e scintillante) modello iPhone X ha un doppio vetro: sia sulla schermata frontale che sul retro, il che rende l'ultimo nato di casa Apple sicuramente molto accattivante, anche e soprattutto per chi, come le donne, all'immagine tiene molto. "Oltre a guadagnarci in eleganza, si tratta di una novità che permetterà di ricaricare il nuovo dispositivo in modalità wireless, ovvero senza bisogno del cavetto, ma utilizzando, ad esempio, l'Air Power, cioè il 'tappetino' in grado di caricare più dispositivi Apple contemporaneamente, grazie ai sensori contenuti all'interno" spiega a Donna Moderna Marco Camisani Calzolari, esperto di tecnologia digitale e professore di Digital Communication e Fake News presso l'Università Europea di Roma.

La batteria si carica senza l'impiccio dei cavetti

Proprio la possibilità di ricaricare in modalità wireless è uno dei punti di forza dell'iPhone X, anche secondo Luigina Foggetti, editor e blogger di GirlGeekLife.com, il magazine online di ragazze appassionate di tecnologia e innovazione: "Le novità più interessanti mi sembrano senz'altro la maggior durata della carica (circa due ore in più rispetto all'iPhone 7, Ndr) e la possibilità di ricaricare lo smartphone in modalità wireless, dunque senza più l'impiccio dei cavetti" spiega Foggetti a Donna Moderna. Se quest'ultimo aspetto è reso possibile dallo schermo in vetro, con i sensori sul lato posteriore, la batteria più potente eviterà di incappare nel rischio di non poter più usare il proprio iPhone, quando si scarica e ci si trova fuori ufficio o casa, o non si è in auto.

Si tratta, comunque, di una tecnologica alquanto delicata, dunque attenzione: "Se prima, in caso di caduta, le possibilità di rompere il vetro del proprio iPhone erano al 50%, ora questo rischio raddoppierà" ironizza Camisani Calzolari. Apple assicura comunque che sia sullo schermo che sul lato posteriore il vetro è "il più resistente mai visto su uno smartphone". Il profilo in acciaio chirurgico inossidabile e la resistenza all'acqua e alla polvere dovrebbero poi semplificare la vita anche a chi, come le donne, sono abituate a tenere lo smartphone in borsa, a portata di mano in ufficio o in cucina mentre preparano la cena.

Il Face ID libera dalcodice di blocco

Se l'estetica ha il suo fascino, è nei contenuti che l'iPhone X rappresenta un device all'avanguardia, soprattutto per quanto riguarda il Face ID, ovvero il riconoscimento facciale: una sorta di impronta digitale a prova di "falso", perché il cellulare è in grado, grazie alla memorizzazione dei punti chiave del viso del proprietario, di riconoscerlo e sbloccarsi solo in sua presenza e nonostante eventuali camuffamenti; lo smartphone riesce, infatti, a riconoscere il volto anche se si indossano occhiali o cappello. Un sistema che, secondo molti, rendere più facile la vita a chi lo possiede: di certo alle donne, già costrette al multitasking, perché permetterà di non dover memorizzare un codice di blocco o sblocco ulteriore, che solitamente si aggiunge alle numerose password che sono obbligate a dover ricordare per accedere a email o profili social.

La privacy è a prova di curiosi

Face ID permette, grazie alla mappa tridimensionale della faccia che viene messa a punto al primo accesso, di individuare 30 mila diversi punti del viso, grazie a telecamera e sensori, interpretandoli con sistemi di intelligenza artificiale, che consentono la massima privacy e sicurezza. Face ID, infatti, può essere usato anche per i pagamenti con Apple Pay, "senza correre rischi" assicura Apple.

In pratica, una volta impostato, permette di sbloccare il device con un semplice sguardo, avendo accesso anche alle notifiche, il tutto anche al buio, grazie anche agli infrarossi che vengono sfruttati dal riconoscimento facciale. Al contrario, non si potrà sbloccare utilizzando una foto, il che renderà impossibile avere accesso al contenuto dell'iPhone a chiunque non sia il proprietario. Se senza Touch ID sarà più difficile sbloccarlo anche per l'intelligence americana, mariti o fidanzati curiosi non potranno (quasi) più sbirciare foto e messaggi in chat. "Quasi, perché in realtà un pin extra ci sarà sempre di back up: il vero problema - dice Camisani Calzolari - sarà quindi convincere il proprio "lui" a non condividere il pin!".

La Realtà Aumentata arreda la casa

"La Realtà Aumentata è un altro aspetto estremamente innovativo: se è vero che siamo ancora in una fase primitiva, sono già state messe a punto delle App che potranno migliorarci la vita di tutti i giorni e non limitarsi all'aspetto ludico, come permettere di ottenere ritratti migliori o giocare partire di basket o altro" spiega Luigina Foggetti: "Un esempio è la App di Ikea: con lo smartphone si può inquadrare la nostra stanza da arredare, mentre la App permette di selezionare i mobili che si desiderano, di inserirli nella stanza, spostarli e, proprio grazie alla realtà aumentata, di riprodurre luci e ombre realistiche, in modo da immaginare come potranno stare i mobili nel nostro ambiente reale" spiega l'esperta. "Immagino anche che molte App saranno pronte a breve e permetteranno di simulare nuovi tagli di capelli, in modo molto più preciso - grazie anche ai sensori - rispetto a quelle già esistenti, che spesso avevano come risultato immagini che sembravano fotomontaggi".

I selfie-ritratto rende più belle

Un'altra novità, resa possibile dal Face ID, riguarda la possibilità di usare emoji che si muovono a seconda delle espressioni del proprio viso, riprese dalla fotocamera. Si sa che all'universo femminile le "faccine" piacciono molto: con il riconoscimento facciale e la fotocamera TrueDepth, che analizza oltre 50 movimenti del viso, si possono creare e inviare emoji animate e "personalizzate": le Animoji. Si possono scegliere 12 personaggi diversi, dal gatto al panda, passando per il robot. "Io credo che siano state pensate soprattutto per un target giovane, per i ragazzi, anche se le emoji sono molto usate anche dalle donne. Piuttosto, l'universo femminile è forse più attento ai selfie" spiega Foggetti. "Anche se i selfie li fanno tutti, uomini compresi, è vero che forse noi donne siamo più attente ai dettagli e in questo gli autoscatti in modalità 'Ritratto', che si possono fare con l'iPhone X sono una novità" aggiunge la blogger. In questo caso, infatti, si possono realizzare selfie con il volto perfettamente a fuoco e lo sfondo sfumato. Con la funzione 'Ritratto Illuminato', inoltre, vengono riprodotte le luci come se ci si trovasse in uno studio fotografico.

Musica e dintorni

Tra le nuove funzioni non manca la possibilità di chiedere a Siri di fare da DJ, scoprendo anche nuovi brani, grazie a Apple Music, così come la maneggevolezza sembra migliorata, grazie al display Super Retina da 5,8". "In generale, credo che la sua 'usabilità' sia migliorata e possa contare sempre su una discreta semplicità, che fa comodo a tutti. Restiamo comunque in attesa di poterlo avere perché lo si potrà ordinare solo a partire dal 27 ottobre e non sarà consegnato prima del 3 novembre. Per il 'tappetino' caricabatterie si dovrà attendere persino gennaio. Intanto, però, si potrà puntare sull'iPhone 8, che si presenta come un ottimo aggiornamento dell'iPhone 7" dice ancora Camisani Calzolari.

IPhone 8

Se l'iPhone X si presenta come una novità assoluta, come lo smartphone del futuro (anche nella scelta del numero che, saltando il 9, passa direttamente al 10, ricordando anche il decennale dell'iPhone), l'8 è ordinabile già dal 15 settembre, con le prime consegne dal 22 settembre. Per gli amanti dei prodotti Apple è sicuramente un ottimo device, con un formato uguale a quello degli iPhone 7, ma con l'aggiunta di uno strato di vetro nella parte posteriore, per rendere possibile, anche in questo caso, la ricarica wireless con dispositivi compatibili (standard QI). La differenza tra l'iPhone 8 e l'iPhone 8 Plus sta nelle dimensioni, rispettivamente da 4,7 pollici e 5,5. La resa dei colori è stata migliorata, con un display Retina HD, così come la fotocamera che, integrata alla tecnologia che permette di riprodurre la Realtà Aumentata, è utile sia per i giochi che per l'uso pratico e quotidiano.

"Teniamo presente che già con i modelli attualmente in circolazione la qualità di foto e video degli iPhone è nettamente superiore anche a quella di reflex e telecamere professionali. Per ottenere uno standard analogo, ad esempio, occorrerebbe spendere cifre che si aggirano intorno ai 7.000 euro una telecamera o reflex, mentre con un iPhone, che costa molto meno, il risultato è eccellente" conclude Camisani Calzolari

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te