Estetica oncologica: un nuovo modo di affrontare il cancro 

Mantenere inalterata la propria immagine, nonostante la malattia, aiuta a stare meglio. Intervista alla consulente estetica che ha esportato in Italia il metodo americano di cura estetica delle pazienti oncologiche

di Alessandra Montelli

L'estetica oncologica, prima di essere una "branca del beauty", è un progetto molto sensibile che mira ad insegnare alle donne affette da cancro a prendersi cura della propria immagine e bellezza nonostante il cancro.

Estetiste e altri operatori del benessere insegnano alle pazienti come truccarsi per nascondere pallore ed eruzione cutanei, come capire quale parrucca o foulard indossare per vedersi meglio, quali trattamenti estetici fare per stare meglio con se stesse e nel proprio corpo che dolorosamente muta.

Paradossalmente viene confusa con la chirurgia plastica ricostruttiva o con la psiconcologia, ambiti molto diversi tra loro ma che si ricongiungono nella linea sottile che mira alla cura di sé, della propria immagine e del proprio benessere psicologico (la chirurgia ricostruttiva ricostruisce le parti del corpo che hanno subito cambiamenti in seguito alla malattia e la psiconcologia si occupa della psicologia dei pazienti e dei care-giver).

Ecco che si comprende come l'estetica oncologia non è solo una parentesi di leggerezza, durante la quale le donne non pensano alla malattia e non si sentono malate, ma è una iniezione di fiducia, uno strumento di supporto psicologico che le aiuta a ritrovare forza, a sentirsi bene con loro stesse, a rilassarsi prima delle terapie e ad affrontarne le conseguenze con una marcia in più.

Leggi l'intervista nella gallery.


Estée Lauder aiuta la ricerca contro il cancroA proposito di estetica e cancro, il nesso è stato colto anche dalla casa di cosmetici Estée Lauder che come ogni anno devolverà parte del ricavato delle vendite di ottobre all'AIRC, l'Associazione Italiana per la Ricerca contro il Cancro.5€ per ogni prodotto è la cifra che i brand a marchio Lauder destinaranno alla ricerca. Partecipano al progetto i cosmetici della foto a sinistra, in particolare:
AVEDA – BCA Hand Relief with Beautifying Aroma, crema per le mani;
BUMBLE & BUMBLE -  Pret-à-Powder, mix funzionale fra shampoo secco, fissatore e volumizzante
CLINIQUE - Dramatically Different Moisturizing Lotion+, una lozione idratante perfetta per ogni tipo di pelle
DARPHIN - Intral Redness Relief Soothing Serum, siero lenitivo anti rossore
Estée Lauder - Advanced Night Repair Synchronized Recovery Complex II, il siero riparatore n. 1
LAB SERIES Skincare For Men - AGE RESCUE + Face Lotion, lozione idratante per il viso contro i segni del tempoLA MER - The Lip Balm, idratante che lenisce le labbra secche e screpolate

Estée Lauder aiuta la ricerca contro il cancro
A proposito di estetica e cancro, il nesso è stato colto anche dalla casa di cosmetici Estée Lauder che come ogni anno devolverà parte del ricavato delle vendite di ottobre all'AIRC, l'Associazione Italiana per la Ricerca contro il Cancro.

5€ per ogni prodotto è la cifra che i brand a marchio Lauder destinaranno alla ricerca. Partecipano al progetto i cosmetici della foto a sinistra, in particolare:

AVEDA BCA Hand Relief with Beautifying Aroma, crema per le mani;
BUMBLE & BUMBLE -  Pret-à-Powder, mix funzionale fra shampoo secco, fissatore e volumizzante
CLINIQUE - Dramatically Different Moisturizing Lotion+, una lozione idratante perfetta per ogni tipo di pelle
DARPHIN - Intral Redness Relief Soothing Serum, siero lenitivo anti rossore
Estée Lauder - Advanced Night Repair Synchronized Recovery Complex II, il siero riparatore n. 1
LAB SERIES Skincare For Men - AGE RESCUE + Face Lotion, lozione idratante per il viso contro i segni del tempo
LA MER - The Lip Balm, idratante che lenisce le labbra secche e screpolate

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/prevenzione-tumore-al-seno/estetica-oncologica-cancro$$$Estetica oncologica: un nuovo modo di affrontare il cancro
Mi Piace
Tweet