cover cipria donna vera

Cipria: un’arma di bellezza

Sembra un cosmetico d’altri tempi. Invece è una favolosa arma beauty: nasconde le imperfezioni, fissa il trucco e corregge piccoli errori. Ora i make up artist ci svelano tutti i segreti della cipria

La cipria: un gesto di bellezza e seduzione

«Vado a incipriarmi» dichiaravano una voltale signore. E la scusa era deliziosa perché cosa c’è di più femminile di una donna che si spolvera il naso con un piumino? Un gesto di bellezza, quello della cipria, che ancora oggi incanta e convince. A confermarlo ci sono i dati di vendita, circa 40 milioni di euro nel 2011, che la posizionano al terzo posto, e in crescita, tra i prodotti più acquistati per il trucco del viso (dopo fondotinta e fard). Ecco perché abbiamo chiesto ai nostri esperti di insegnarci come sceglierla, i segreti per usarla bene e qualche piccola astuzia da backstage.

La nostra donna vera

Scelta dal casting del sito www.casting.donnamoderna.com Valentina Ymeri, 22 anni, albanese d’origine, umbra di adozione, vive ad Assisi. È cameriera in un ristorante di Spello (ha dovuto interrompere gli studi per dare una mano in famiglia), ama la pallavolo, stravede per le scarpe con il tacco. Il suo sogno? Iscriversi, prima o poi,alla facoltà di Giurisprudenza.

Partecipa anche tu al casting di Donna Moderna!

Il segreto della cipria

Che cosa contiene la cipria?
«Si tratta di una miscela di talco, carbonato di magnesio, ossido di zinco, amido di mais, coloranti e profumo» spiega il cosmetologo Umberto Borellini.

Può fare male alla pelle?
«No, la si può usare in sicurezza ogni volta che si vuole. I pigmenti sono insolubili e quindi non vengono assorbiti dalla pelle. Inoltre l’ossido di zinco funziona da “filtro fisico” e protegge dai raggi Uv» continua l’esperto. Lo sa anche Valentina, che ha posato per le foto di questo servizio.
«Quando scelgo una cipria, che uso spesso soprattutto in estate, leggo l’etichetta e controllo che contenga i fattori di protezione» dichiara.

È un prodotto un po’ rétro. Piace anche alle ragazze?
«Moltissimo. Perché niente come la cipria riesce a fissare il trucco, compattare la pelle e azzerare i riflessi lucidi della zona T (fronte, naso, mento), tipici delle teenager con la pelle grassa» risponde Simone Belli, national make up artist per L’Oréal Paris.

Cipria compatta o in polvere?

È meglio utilizzare quella in polvere o la versione compatta?
«Consiglio entrambe le formulazioni: in polvere, da usare a casa, perché è più facile e leggera da distribuire; compatta, da tenere sempre in borsa per qualche ritocco durante la giornata. Lo strumento indispensabile» continua il truccatore «non è il piumino di velluto, con cui è difficile applicarla in modo omogeneo, ma un pennello di setole naturali: uno maxi per la cipria in polvere e uno più piccolo (è più comodo da tenere nella trousse) per quella compatta».

Come si usa per il trucco da sera?
«Il velo di cipria precede il make up degli occhi» consiglia Simone Belli. «Quindi, andando con ordine: primer, fondotinta e poi una spolverata su tutto il viso, partendo dall’alto scendendo fino al décolleté, se s’indossa un abito scollato. Importante è come si usa il pennello, in senso circolare, ampio e con un tocco leggerissimo. Suggerisco di afferrarlo nella parte più altad ell’impugnatura, per evitare di imprimere una pressione esagerata e di distribuire la polvere in modo non omogeneo».

Il trucco da giorno con la cipria

E per il trucco da giorno?
«Per la mattina, se non si ha una pelle problematica, sono sufficienti una BB cream e un velo di cipria, insistendo sulla zona T» prosegue il make up artist. «Oppure, sono da poco in commercio delle BB powder, ciprie in versione compatta, una soluzione fantastica per chi ha i minuti contati».

Cosa si può fare se ci si è fatte prendere la mano con la cipria?
«La cipria è simpatica» aggiunge Simone Belli «perché non fa danni irreparabili. Se, per esempio, si è esagerato con la quantità, basta una passata di pennello pulito per rimediare. Se, invece, si ha l’impressione che abbia lasciato una pelle troppo ingessata, è sufficiente un puff di acqua termale vaporizzato sul viso e l’effetto polvere si corregge in un attimo».

Il colore giusto per la cipria

Quale colore bisogna scegliere?
La tonalità è fondamentale: deve essere il più simile a quella naturale della pelle. «Io, invece, ho la tendenza a preferirla un po’più scura» confessa Valentina, la nostra “modella”. Il truccatore, però, non è d’accordo. «Meglio di no perché la cipria non è una terra: non deve colorare ma soltanto uniformare l’incarnato». Occhio anche non a sceglierla troppo chiara! Spesso le ciprie che si definiscono “trasparenti” sono in realtà bianche, e potrebbero dare un effetto biacca da geisha che stona sulla pelle delle donne mediterranee.

Nella foto (da sinistra):

Poudre Signée di Chanel (55 euro) illumina,opacizza e idrata. 3. Cipria Polvere Effetto Seta di Collistar(31 euro) è leggerissima e contiene filtri Uv. 4. Skin Illusion Fond deTeint Poudre Libre di Clarins (29,50 euro) abbina la coprenzadi un fondotinta alla leggerezza e alla finezza di una cipria in polvere.

La cipria per fissare il make up

Serve solo per fissare il make up?
La cipria può essere utile anche come pronto intervento se ci si trucca con mano distratta e inesperta. Per esempio, per alleggerire uno smokey eyes troppo forte, un incidente frequente, soprattutto quando si colora la palpebra inferiore. «Basta sfumare il bordo con un po’di poudre chiara e un pennellino tondo e il danno è risolto» svela il truccatore. La poudre aiuta anche a correggere una passata di fard eccessiva. «Il tratto troppo netto si smorza facilmente con una pennellata di cipria. Un altro prodigio di questo prodotto è garantire ottimi risultati nel camouflage di cicatrici o macchie.Si comincia con il correttore (intonato alla propria pelle), quindi si stende un velo di cipria e poi di nuovo correttore e cipria: la riuscita sarà ottima» spiega il nostro esperto. Insomma, tanti pregi in un solo piccolo astuccio: cosa desiderare di più da un make up che vanta una carriera lunga ma che è rimasto agile e trendy?

Nella foto:

Météorites Perles du Paradis di Guerlain (60 euro) è una cipria in boule che ha un profumo delizioso e mixa diversi colori: dal madreperla al rosa baby.

Riproduzione riservata
dmbeauty

2.103 posts 368k followers

Make up your life

Beauty cards