Come si fa l’apicultore?


Come si fa il lavoro dell’apicultore?




Barbara & Barbara sono #leApprendiste, ogni settimana provano sul campo un mestiere diverso con un maestro artigiano esperto. L'idea è di mostrare come si fa e dare una mano a chi sta cercando lavoro con info pratiche.



Ci siamo messe casco, maschera e scafandro e siamo andate a vedere come si fa a fare l’apicultore. Ci incuriosiva perché gli alveari stanno spuntando un po’ dappertutto, perfino sui tetti delle città.


Semplice moda? Non solo. Come ci conferma l’esperto che ci ha fatto da maestro, Marco Corzetto (www.agrotecnicorzetto.it), allevare le api può essere davvero un’opportunità di lavoro. Basti pensare che in Italia importiamo più della metà del miele che consumiamo ogni anno: se ne producessimo maggiori quantità questo non sarebbe necessario, visto anche che i consumatori sempre più preferiscono comprare prodotti naturali e italiani.


Ok, facciamo i conti: ogni arnia produce 30 chili di miele in 5 mesi, che si vende al costo di 6 euro al chilo.


Morale: fino a 20 arnie resta una passione, con 150 diventa una professione, che ti consente di viverci.


Ma come si comincia? Il vantaggio è che basta un pezzetto di terra, anche un piccolo giardino. Poi occorre frequentare un corso presso una delle associazioni apistiche della propria Regione (l’elenco su www.federapi.biz), quindi si acquistano le casette (circa 70 euro l’una) e dopo i macchinari per il laboratorio, dove si produce il miele. La spesa minima è di circa 3mila euro.


Il lavoro si concentra in 5-6 mesi, a seconda del clima. Nella prima fase ci si occupa delle “famiglie” delle api, si controlla che siano sane, che per ogni arnia la regina sia sempre attiva e che ci sia cibo sufficiente. Infine si passa alla smielatura: si estraggono i telai di cera su cui gli insetti costruiscono il favo e lo riempiono di miele e si portano al laboratorio.


Ecco, le macchine fanno il resto. E il miele è pronto. Sembra facile, in effetti lo è, basta seguire con cura e precisione tutti i passaggi.




Perché non provarci?
Guarda il video e se ti resta qualche curiosità ci trovi su Facebook e Twitter: 

@BarbaraRachetti

 e 

@BarbaraRonk

. E cerca #leApprendiste.




apicultore

Riproduzione riservata