Al giorno d’oggi i rimedi naturali sono sicuramente molto in voga. Oggi parliamo in particolare di un portentoso olio vegetale che negli ultimi tempi sta riscuotendo un grande successo tra gli appassionati di rimedi alternativi e salutari e che riesce a venire incontro a molte esigenze, come rimedio destinato alla salute, ma anche come ingrediente da cucina ed unguento perfetto per la nostra bellezza: stiamo parlando dell’olio di cocco. Quest’olio vegetale, ricavato dalla noce del famoso frutto esotico, va ovviamente ricercato in versione biologica e non trattata, per poterne effettivamente assimilare tutti i benefici senza alcun pericolo per la nostra salute. 

L’olio di cocco

L’olio di cocco è un olio vegetale ricavato dalla pressatura della copra, la polpa bianca e fibrosa della noce di cocco, che viene essiccata e poi spremuta. Quest’ultima contiene circa il 60% di grasso quindi la resa di olio è molto elevata. Tra gli oli vegetali è quello con il minor contenuto di acidi grassi insaturi, ma invece è molto ricco di grassi saturi a catena media. Viene prodotto, principalmente, nei paesi tropicali come Thailandia, Sri LankaIndia e Filippine. È molto apprezzato soprattutto nella cosmesi, per le sue proprietà idratanti e nutritive. Scopriamo di seguito l’olio di cocco le sue proprietà, gli usi e i suoi benefici.

Le proprietà dell’olio di cocco

L’olio di cocco ha molte proprietà benefiche e viene utilizzato principalmente nei prodotti di cosmesi e nei farmaci. È composto dal circa il 99% di lipidi tra cui oltre l’85% sono acidi grassi saturi come: acido Laurico: rappresenta circa il 50% dell’olio di cocco. È un acido molto importante per il corpo umano perché contribuisce a produrre mono gliceridi anti-microbici impiegati per combattere virus e batteri patogeni. Come acido caprico crea delle reazioni quando entra in contatto con alcuni enzimi secreti da altri batteri e per questo è un potente antimicotico. Come acido caprilico, invece, è un potente antifungino.

Olio di cocco

Proprietà antinfiammatorie

L’olio di cocco è sicuramente noto per le sue potenti proprietà antinfiammatorie, soprattutto se assunto come alimento naturale in quanto riesce a sedare infiammazioni anche piuttosto delicate dell’apparato intestinale. È anche un potente analgesico e un alleato contro la febbre!

Proprietà dimagranti

L’olio di cocco è famoso come sostituto del tradizionale olio extra vergine di oliva per la sua leggerezza e per la ricchezza di grassi cosiddetti buoni, perfetti per tutti coloro i quali cercano un condimento per i propri cibi e per le loro preparazioni che siano gustose ma anche sane e genuine. È stato comprovato, infatti, che l’olio di cocco è un potente agente amico del metabolismo, aiutandolo ad accelerarsi e a favorire dunque il dimagrimento.

Proprietà idratanti

L’olio di cocco è famoso anche per le proprie proprietà altamente idratanti e per la sua ricchezza di proteine e sali minerali essenziali a nutrire la pelle e i capelli. Grazie a queste caratteristiche l’olio di cocco è un perfetto alleato, non solo per la salute dell’organismo, ma anche per la bellezza.

Proprietà sbiancanti

Forse non tutti sanno che, l’olio di cocco, è considerato un portentoso e potente sbiancante naturale per i nostri denti. Oltre ad aiutare a prevenire le carie e a migliorarne la salute e lo stato dello smalto, i suoi principi attivi riescono ad assorbire più facilmente il calcio, essenziale per denti più forti e più sani!

Proprietà antibatteriche

Anche questa proprietà potrebbe risultarvi nuova! L’olio di cocco è anche un potente antibatterico e antifungino, perfetto per prevenire e curare il nostro corpo da eventuali attacchi da parte di virus, batteri e funghi di varia natura. Utile ed efficace per molteplici diverse tipologie di problematiche di questo tipo, è un famoso rimedio per un delicato problema in particolare: la candida.

L’olio di cocco nelle diete

Inoltre l’olio di cocco contiene minerali quali: zinco, ferro e calcio e le vitamine K ed E che lo rendono un prodotto ottimo per la pelle. È comunque un olio molto calorico infatti contiene oltre 800 calorie ogni 100 grammi. Viene sconsigliato in diete ipocaloriche ma il suo utilizzo anche come prodotto alimentare si sta diffondendo grazie alle nuove ricerche scientifiche che hanno messo in evidenza che, poiché è povero di grassi saturi a catena lunga, contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo LDL ed alza quelli di colesterolo buono HDL.

olio di cocco

Olio di cocco: i benefici

I benefici maggiori dell’olio di cocco li possiamo apprezzare nel campo della cosmesi. L’olio di cocco puro oppure utilizzato come tensioattivo in vari prodotti è molto utile soprattutto per la pelle e i capelli. Il naturale contenuto di vitamina E lo rende un prodotto molto idratante e nutriente e quindi applicabile sulle pelli secche ad esempio per screpolature da freddo o post rasatura. Vista la sua consistenza molto grassa è utile anche come struccante perché aiuta ad eliminate il trucco waterproof e a donare la giusta morbidezza alla pelle del viso reidratandola. Il suo contenuto di minerali e vitamine lo rendono un ottimo alleato contro le smagliature. È molto utile anche per i capelli secchi e sfibrati infatti i suoi nutrienti donano al capello morbidezza e luminosità. Infine può essere usato anche per sbiancare i denti.

Olio di cocco: gli usi

L’olio di cocco viene utilizzato soprattutto per produrre prodotti di cosmesi, impiegato in alcuni farmaci per le proprietà antimicrobiche e antifungine e anche in cucina per preparare ricette dal sapore esotico. Può avere un uso interno, quindi essere ingerito, oppure un uso esterno. Per quanto riguarda l’uso interno si consiglia un olio di cocco biologico e può essere usato in cucina, ad esempio per friggere o per condire a crudo, ma anche per macchiare latte o te. Visto il suo alto contenuto calorico, però, l’utilizzo in cucina è stato per lungo tempo sconsigliato da molti istituti ed enti per la salute e l’alimentazione. Ancora oggi la comunità scientifica resta divisa sugli effetti benefici alimentari dell’olio di cocco. Possiamo affermare che un uso sporadico e non eccessivo non comporta rischi. Infine, quest’olio è soprattutto utilizzato nell’industria oleochimica per produrre soprattutto prodotti di bellezza come creme.

Olio di cocco in cucina

L’olio di cocco vergine per uso alimentare, spremuto a freddo, secondo la tradizione viene lavorato estraendo la polpa che, dopo l’essicazione, viene scaldata a bassa temperatura finché l’umidità non sia completamente evaporata. Nella versione alimentare ha una consistenza simile al burro, quindi puoi usarlo a colazione e spalmarlo su pane o fette biscottate. Oppure aggiungerlo nei dolci ed è ottimo anche quando friggi, perché ha un punto di affumicatura più alto dell’olio d’oliva.

Se sei a dieta, e in estate prepari spesso insalate a base di riso, aggiungi un cucchiaio di olio di cocco all’acqua di cottura. In questo modo dimezzi le calorie, a patto di lasciare raffreddare il piatto almeno per 12 ore, così l’olio penetra nell’amido rendendolo meno assimilabile.

In Sri Lanka, dove si registra il consumo più alto di olio di cocco, è stato evidenziato un tasso inferiore di malattie del cuore. L’olio di cocco combatte l’insorgenza di infarto, ictus e aiuta il controllo degli zuccheri nel sangue. 

Olio di cocco come struccante naturale

Grazie alla combinazione di proprietà antinfiammatorieantiossidantiantibatteriche e idratanti, l’olio di cocco è un segreto di bellezza anti-age prezioso per il corpo, utilizzato fin dall’antichità e adatto anche per l’epidermide sensibile poiché assolutamente naturale.

Per evitare prodotti derivati dal petrolio, usa l’olio come struccante, rimedio adottato anche sul palcoscenico dove si è alle prese con make up pesanti: inumidisci il volto con acqua di rose o acqua termale, poi massaggia la pelle con una spugnetta o un dischetto bagnato con olio di cocco. Trucco dissolto in un attimo e pelle che non tira. Subito dopo puoi procedere con un normale detergente per togliere tutti i residui.

boccettina di olio

Olio di cocco per il benessere dell’organismo

Consumare 2 cucchiai al giorno di olio di cocco aiuta a controllare il peso, influisce sul metabolismo e facilita l’eliminazione del grasso addominale.

Grazie all’altissimo contenuto di acido laurico, l’olio vergine di cocco aiuta le difese immunitarie e combatte infezioni batteriche, funghi e virus. Inoltre è indicato per la prevenzione di malattie degenerative: puoi trovarlo in capsule in erboristeria oppure consumarne due cucchiaini in un bicchiere di acqua tiepida, 20 minuti prima dei pasti.

Olio di cocco per la pelle

Ricco di vitamina E, massaggiato sulla pelle umida, sotto la doccia o dopo il bagno, l’olio di cocco costituisce una carezza in grado di nutrire e proteggere la pelle.

Secondo diversi studi aiuta l’epidermide alle prese con problemi di eczemi, cheratosi, psoriasi, proteggendo da funghi e sostanze tossiche grazie alle proprietà antibatteriche.

Desideri la ricetta per uno scrub dolcissimo? In una ciotola mescola olio di cocco, mezzo bicchiere di zucchero, 2-3 cucchiaio di sale fino e, se lo desideri, qualche goccia di olio essenziale di gelsomino: il profumo delle notti d’estate a lungo sulla pelle.

Olio di cocco per i capelli

Diverse indagini scientifiche in ambito americano hanno sottolineato la capacità dell’olio di cocco di penetrare nel bulbo pilifero rigenerando e proteggendo i capelli sfibrati e ispidi.

Quando sei in viaggio o al mare, dove vento e sale aggrediscono capelli e pelle, massaggia il cuoio capelluto con una dose abbondante di olio. Puoi concederti un trattamento speciale massaggiando l’olio di cocco su tutta la lunghezza: oltre al profumo meraviglioso, proteggerai la chioma per tutto il giorno e di sera ti basterà uno shampoo delicato per ritrovare capelli luminosi e morbidi.

Vai spesso in piscina? Prima di infilare la cuffia massaggia le punte con qualche goccia di olio di cocco, le nutrirà con dolcezza mantenendole protette dal cloro. Inoltre, puoi aggiungere qualche goccia di olio di cocco in uno shampoo neutro, meglio se biologico: effetto nutritivo assicurato.

L’olio di cocco aiuta a eliminare la forfora, quindi se soffri di questo disturbo, massaggialo direttamente sulla cute prima dello shampoo, e in poco tempo vedrai i risultati. 

Olio di cocco contro funghi e verruche

Sfrutta le proprietà emollienti di questo olio, che aiuta anche a prevenire funghi e verruche, per ammorbidire la pelle dei piedi.

Alla sera, fai un’applicazione abbondante, insistendo soprattutto sui talloni e anche tra le dita. Poi infila un paio di calzini bianchi di cotone e tienili tutta la notte. Ritroverai la pelle dei piedi morbida e rinnovata.

Olio di cocco e punture di insetti

Prime punture di zanzare in arrivo? Prova a lenire il fastidio e il rossore con qualche goccia di olio di cocco.

Se lo spalmi delicatamente sulla zona colpita, massaggiando per qualche istante, svolge anche una buona attività anti-microbica.

Olio di cocco contro le carie

Secondo una ricerca dell’irlandese Athlone Institute of Technology, quest’olio agisce da antibiotico prendendo di mira i batteri causa delle carie.

Puoi usarlo così: tienine in bocca un cucchiaino fino a quando diventa acquoso. Rimanendo a contatto con denti e gengive, rilascia le sue naturali proprietà antisettiche.

ragazza con prodotti per body

Olio di cocco per una sferzata di energia

Dopo pranzo ti senti stanca? Al posto dello zucchero, prova ad aggiungere al caffè qualche goccia di olio di cocco, come fanno inglesi e americani quando preparano il “bullet coffee”. Il sapore cambia, ma la bevanda, grazie agli acidi grassi, diventa più energetica.

Olio di cocco come cicatrizzante 

Se ti fai un piccolo taglio o se i tuoi bambini si graffiano, applica qualche goccia sopra e intorno alla ferita, poi metti un cerotto: la cicatrizzazione sarà più rapida. Il merito è della vitamina E, degli acidi laurico, caprilico e caprico contenuti nell’olio di cocco.

Contro le smagliature

La sua efficacia non arriva ai livelli dell’olio di mandorla, ma l’olio di cocco può attenua le smagliature. Ad ogni modo l’importante è usarlo con costanza.

Contro il mal di gola

Non tutti sanno che un cucchiaino di olio di cocco nel tè caldo allevia il mal di gola.

Come base per lo scrub

Lo scrub serve a togliere le cellule morte e rinnovare la pelle, per questo ha una componete “dura” e granulosa che serve appunto a “staccare” le cellule morte. Affinché però questo trattamento non risulti troppo aggressivo sulla pelle un buon scrub deve avere anche una parte emolliente che reidrati la pelle. L’olio di cocco è perfetto per questo scopo, e infatti unito allo zucchero può essere usato a mo’ di scrub idratante, per lasciare la pelle liscia e levigata. 

Al posto di burrocacao e lip gloss

Provate a prelevare un po’ di olio di cocco sulla punta delle dita e a stenderlo sulle labbra: oltre alla sua azione idratante l’olio di cocco creerà un effetto lucido, quasi paragonabile a quello di un vero lucidalabbra.

Olio di cocco: le maschere per il viso

L’olio di cocco è un perfetto ingrediente per una maschera viso fai da te, sia esfoliante che nutriente.

Maschera esfoliante

Mescolane mezza tazza con due cucchiai di zucchero di canna e massaggia delicatamente il composto che hai ottenuto sul viso: così elimini le cellule morte e favorisci la rigenerazione di quelle nuove. Puoi farlo una volta alla settimana e va bene per tutti i tipi di pelle.

scrub viso

Maschera nutriente

Per contrastare i segni del tempo, la pelle va nutrita, anche se è grassa. La maschera che ti consigliamo raggiunge lo scopo senza aumentarne l’untuosità: mescola tre cucchiai di olio di cocco, mezzo di polvere di argilla verde e 5 gocce di olio essenziale di lavanda.

Applica sulla pelle, lascia in posa 10 minuti e poi sciacqua. Dopo, passa un velo di olio puro di cocco.

Olio di cocco per capelli: proprietà e come usarlo

Le principali sostanze benefiche contenute nell’olio di cocco sono l’acido laurico, caprico, linoleico (grassi polinsaturi), oleico (grassi monoinsaturi) ed i polifenoli (solo olio di cocco vergine). Tutti sono particolarmente adatti per la cura dei capelli poiché vengono completamente assimilati dalla cute, e nel contempo svolgono un’azione antimicrobica e antimicotica che stimola i follicoli piliferi con proteine ​​naturali. Inoltre l’olio di cocco ripara e rafforza i capelli danneggiati e tende anche a renderli lucidi. Premesso ciò, al momento della scelta bisogna verificare se l’olio di cocco contiene tutti i suddetti acidi benefici. 

Come idratare i capelli secchi con l’olio di cocco: trattamento

Per usare l’olio di cocco bisogna innanzitutto riscaldarlo nel microonde o direttamente a fiamma elevata in una padella in quanto può degradarne la qualità rendendolo meno viscoso. Fatto ciò, versa 1 tazza di acqua calda in una piccola ciotola e poi aggiungi 2 cucchiaini di olio di cocco riponendo poi il composto in un barattolo di vetro ben sterilizzato

A questo punto, si può applicare sui capelli, asciutti o umidi a seconda di come preferisci, ma si diffonde più facilmente attraverso quelli umidi. Massaggia la testa con i polpastrelli delle dita e poi applica una cuffietta di cellophane (o un asciugamano bagnato in acqua calda) lasciandola per almeno un paio d’ore. Trascorso tale tempo puoi provvedere ad un lavaggio con uno shampoo neutro.

Se i tuoi capelli sono lunghi, potrebbe essere necessario utilizzare dell’olio di cocco aggiuntivo. 

Come contrastare la cellulite con l’olio di cocco

L’olio di cocco, oltre a essere un prezioso alleato contro le smagliature come visto, è ottimo anche per contrastare la cellulite. La cellulite è un problema che interessa la maggior parte delle donne. Quelle che ingrassano con più facilità sono più a rischio rispetto a quelle che mantengono più o meno lo stesso peso. Anche se non si esclude un fattore genetico, la vita sedentaria e una cattiva alimentazione non aiutano a risolvere il problema. Il vero nome della cellulite è panniculopatia edemato fibro sclerotica ed è generata da un’anomalia del derma.

Questo fattore dipende dall’aumento di volume degli adipociti, cellule che formano il tessuto adiposo. Quando la pelle a buccia d’arancia inizia a comparire prima dei venti anni di età, sei ancora in tempo. Per contrastare la cellulite occorre introdurre una dieta mirata, evitando cibi grassi e che apportano gonfiore. Inoltre è fondamentale fare movimento e utilizzare prodotti naturali specifici. Uno dei più indicati è l’olio di cocco: vediamo come utilizzarlo per contrastare la cellulite.

Preparare una bevanda

Uno dei metodi per contrastare la cellulite è quello di preparare una bevanda con l’olio di cocco. Per ottenere il massimo è meglio berlo o consumarlo assieme ai pasti. Un altro consiglio è quello di adoperare quello biologico, anche se poi dal punto nutrizionale le due versioni sono assolutamente identiche. Altrimenti ricorri all’acqua di cocco che si ricava dalla noce verde prima della maturazione. La mischi con un succo d’ananas o di mango e la bevi nel pomeriggio o durante la mattinata. Rispetto al latte è più leggera. Ma è comunque ricca di potassio e di tutte quelle sostanze che aiutano a prevenire gli inestetismi della cellulite. Una maniera utile per contrastarla e prevenirla. Non risolve del tutto il problema ma ti aiuta a stare meglio.

Preparare uno scrub

Accanto alle sane abitudini alimentari, i cosmetici naturali possono fare molto grazie alle sostanze che favoriscono il metabolismo dei grassi. Quest’ultime ne impediscono l’accumulo, e intanto drenano i liquidi e di conseguenza snelliscono. Le diverse formulazioni in commercio sono in gel, in crema e scrub. Quindi per contrastare la cellulite puoi preparare uno scrub anticellulite con l’olio di cocco. Per farlo metti in una ciotola due cucchiai di olio di cocco, un di zucchero di canna e un fondo di caffè. Mescola la miscela con un cucchiaino e applicalo sulla parte del corpo da trattare. Lascialo agire per cinque minuti. Massaggia la parte e sciacqua con acqua. Il metodo più pratico è quello di fare lo scrub durante la doccia.

Preparare un olio tonificante

Per concludere, puoi preparare un olio tonificante con l’olio di cocco. Per cominciare metti tre cucchiai di olio di cocco e mischiali con il succo di un limone o di un’arancia. Mescola il composto e applicalo sulla pelle pulita. Massaggia la parte, effettua dei movimenti circolari per far assorbire la sostanza. La tecnica si effettua premendo la cute sul circolo linfatico. La manipolazione serve a condurre la linfa verso il canale linfatico più vicino colpito dalla cellulite. Quando il problema raggiunge l’apice questi trattamenti assieme ad altri aiutano le persone non solo a livello fisico ma anche psicologico. Oltre a contrastare la cellulite, aiuta a migliorare la microcircolazione delle gambe stanche

Come fare una crema corpo al burro di cacao, olio di cocco e lavanda 

Hai mai pensato di fare in casa una crema corpo? Per la ricetta che ti proponiamo avrai bisogno di tre ingredienti: il burro di cacao, l’olio di cocco e l’olio essenziale di lavanda. La preparazione è semplice. 

Il burro di cacao

Il burro di cacao ha proprietà antiossidanti. È utilissimo per conferire più tono ed elasticità alla pelle, e contrastarne l’invecchiamento.

L’olio di cocco

L’olio di cocco è un ottimo idratante ed è ricco di composti antibatterici e antifungini. Inoltre, sia l’olio di cocco sia il burro di cacao contengono la vitamina E, uno degli antiossidanti naturali migliori per proteggere, riparare e nutrire la pelle.

La lavanda

La lavanda è rinomata per le sue qualità antiematiche, antisettiche, analgesiche, battericide, vasodilatatorie, antinevralgiche, per i dolori muscolari ed è considerata un blando sedativo.

Ingredienti

  • olio di cocco 1/2 tazza
  • burro di cacao 1/2 tazza
  • olio essenziale di lavanda 20-30 gocce

Preparazione

Fai sciogliere il burro di cacao e l’olio di cocco in una casseruola a fuoco non troppo alto. Considera che l’olio di cocco solidifica a temperature inferiori a 23-24° quindi è possibile che sia già in forma liquida.

Trasferisci il composto in una ciotola, aggiungi l’olio essenziale di lavanda e mescola. Metti la ciotola nel congelatore per 5-10 minuti o fino a quando i componenti sono in parte solidi. Il composto non deve essere completamente solido perché va ancora miscelato.

Togli la ciotola dal congelatore e, con un mixer a fruste, mescola tutto con cura a una velocità medio-alta per 5-8 minuti o fino a quando il composto diventa cremoso.

Utilizza un cucchiaio o una spatola di gomma e trasferisci la crema per il corpo in un barattolo di vetro o in un altro contenitore.

Chiudi con un coperchio e conserva il prodotto a temperatura ambiente.

Olio di cocco: dove si compra e quanto costa

L’olio di cocco è ormai un prodotto abbastanza popolare che è possibile trovare anche nei supermercati (almeno quelli più forniti). Il luogo di elezione in cui trovare questo tipo di prodotti resta comunque l’erboristeria, o ancora l’acquisto online, che ci permette di avere una scelta pressoché sconfinata. Il prezzo dell’olio di cocco oscilla generalmente tra i 15 e i 20 Euro per un vasetto da 500 ml: insomma un prezzo decisamente abbordabile per una quantità di prodotto che si può usare in moltissimi modi e che può durare davvero a lungo.