1/4 – Introduzione

I mobili in rattan stanno tornando molto popolari, specie per il fatto che sono realizzati in modo naturale.
Il rattan, infatti, è un materiale naturale, e se viene trattato correttamente durerà per anni. Il rattan ha però un fastidioso aspetto negativo: a volte emena un odore di muffa, ma fortunatamente ci sono dei rimedi per combattere questo fenomeno. Vediamo dunque come si puliscono sedie e tavoli in rattan.

2/4 – Fare attenzione con l’acqua

È importante sapere che il rattan non resiste bene all’umidità, per cui è bene non usare troppa acqua per pulire questo materiale; l’ideale sarebbe optare per l’aspirapolvere ove possibile. In questo modo sarà possibile rimuovere la maggior parte dei peli, dei capelli e della polvere. Per rimuovere lo sporco, si può usare un vecchio spazzolino da denti, quindi passare di nuovo l’aspirapolvere. Tuttavia, a volte è necessario usare un po’ d’acqua o altro detergente, ma bisogna farlo una volta ogni 2-3 mesi altrimenti c’è la possibilità che l’umidità causi muffa o gonfiore nel rattan.

3/4 – Eseguire la giusta manutenzione

Oltre alla pulizia, è importante mantenere sedie e tavoli in rattan nel modo giusto, soprattutto quando sono stati appena puliti con acqua, in quanto quest’ultima fa ammorbidire il materiale. Fortunatamente, ci sono diversi tipi di prodotti sul mercato appositamente progettati per la manutenzione del rattan come ad esempio la cera spray o l’olio di canna. Quando si applicano questi prodotti, il rattan avrà un bell’aspetto per molto più tempo.

4/4 – Eliminare l’odore di muffa

E’ abbastanza semplice eliminare questo odore sul rattan: in molti casi basta usare il caffè, il quale assorbe naturalmente gli odori e li neutralizza. Mescolare un po’ di caffè con acqua e applicare uno strato sottile sul rattan con un pennello da cucina, quindi lasciare asciugare per un po’ e coprire con un panno umido. L’odore scomparirà entro un giorno.
In alternativa al caffè si può usare anche l’aceto, che funziona più o meno allo stesso modo. Stendere uno strato di aceto sul rattan e poi lasciarlo asciugare in un luogo dove non c’è luce solare, quindi passa un panno umido e l’odore scomparirà. L’odore dovrebbe ora rimanere lontano per un periodo di tempo più lungo.

Pulire il rattan in casa non è un lavoro difficile, soprattutto se si esegue la pulizia e la manutenzione costante.