La tua vita in un libro: la quarta prova di Beatrice

27 11 2017

Le concorrenti del talent “La tua vita in un libro” affrontano la quarta prova: utilizzare il lessico familiare. Ecco la prova di Beatrice

QUARTA PROVA: IL LESSICO FAMILIARE

Ecco, sì, ora si può dormire. Anche se il soffitto qua sopra continuo a sentirlo incombere minaccioso, anche se non riesco del tutto a scacciare la sensazione che da un momento all’altro possa ricominciare a sgretolarsi e che ci possa crollare in testa e ci schiacci e ci lasci sepolti qua sotto prima che ce ne accorgiamo, adesso direi che si può dormire.

Adesso mi metto qua, al mio posto, nel mio posto riservato nel mondo, nascondo la testa sotto le coperte e la infilo qua, nell’incavo sotto al tuo braccio destro, che la mia testa piccola la accoglie alla perfezione, che sembra essere scavato apposta perché il mio cranio ci si incastri, e posso chiudere gli occhi.

Adesso posso non pensare più. Tanto ci sei tu, no? Ci sei tu, sì, sì che ci sei. Non puoi andare via. Tu non andrai mai via, io lo so. Questa certezza non è di quelle che si possono sgretolare. Il Gufo resta qua, sempre qua, e resta sveglio almeno per metà della notte, a fare la guardia nel buio, a sorvegliare il Buco nell’Albero, a controllare che il soffitto non ci cada addosso, ad assicurarsi che io possa addormentarmi tranquilla, a calmare tutti i formicolii feroci che mi si potrebbero generare all’improvviso sotto la pelle.

Restiamo qua, io e te, un’Allodola e un Gufo avvinghiati dentro a un Buco al riparo da tutto, ché là fuori non si sa mai cosa potrebbe succederci. Meglio che ce ne restiamo qua, che non facciamo niente, che non diciamo niente, ché non si sa mai che verità potrebbero saltare fuori se per caso ci venisse la malaugurata idea di parlare.

Il commento dell'editor

Beatrice neutralizza brutti pensieri e fantasmi notturni attraverso il linguaggio della coppia, che diventa metafora della protezione che l’amore offre al malessere e ai disagi di ciascuno dei due amanti.  

Funziona La metafora degli uccellini rintanati nel Buco nell’Albero, stretti uno all’altro e al riparo da tutto.

Vai allo speciale "La tua vita in un libro"

Riproduzione riservata