Come viaggiare senza soldi: i mestieri utili

11 07 2016 di Laura Badaracchi
Credits: David Silverman/Getty Images

In cerca di un metodo economico per fare le vacanze? Ecco le occasioni da cogliere al volo. Per girare il mondo senza spendere un euro

Giramondo si nasce, ma se le risorse economiche scarseggiano «la soluzione è lavorare all’estero per un periodo. Facendo mestieri che permettono di guadagnare il necessario per potersi mantenere», suggerisce Massimo Dallaglio, giornalista e fotografo, autore del manuale Viaggiare senza soldi (Iacobelli editore). Dopo la laurea in sociologia, l’autore ha fatto per un periodo lo skipper, poi ha cominciato a interpellare persone «che volevano inseguire i loro sogni e cambiare la loro vita, almeno per un periodo». Così, in 18 anni di interviste a italiani che lavorano all’estero pubblicate su mollotutto.info, ha individuato 50 lavori da fare anche temporaneamente al di là dei confini dello Stivale: ecco i più curiosi.

Croupier. «Per diventarlo basta frequentare per pochi mesi un corso, per esempio a Roma o Milano (corsicroupier.it). Si lavora 4/5 giorni alla settimana in casinò, sale da gioco, navi da crociera, soprattutto di notte. Ma ci sono anche turni pomeridiani». In Inghilterra, Londra esclusa, lo stipendio di un neo-assunto oscilla tra le 1.050 e le 1.500 sterline al mese, mance comprese. Molte chance anche in Svizzera, Malta, Croazia.

Bartender. «Deve sapere l’inglese a menadito. Su bartendertrainer.it si possono acquistare videocorsi oppure frequentarli: ottimi quelli proposti da corsiperbarman.it». Guadagni? Dai 70 ai 150 euro a serata e circa 900 euro mensili, 1.200 per chi lavora di sera. «Quelli che fanno giochi acrobatici mentre preparano i cocktail arrivano ai 2-4 mila euro al mese».

Super nanny. Le tate 2.0 devono essere laureate e aver seguito corsi ad hoc. «Ricercate soprattutto dai vip nel Regno Unito e negli States, possono guadagnare 2.500-3 mila dollari al mese, mance escluse».

Personal shopper. «Pazze per il fashion design, curiose dei nuovi trend, sciolte nelle lingue straniere? Potete frequentare un corso in Italia da mettere in pratica in grandi città d’Oltralpe. Si lavora su appuntamento, soprattutto nei finesettimana». Compensi: «Dipende dalla bravura e dal cliente. Si parte da un minimo di 25 fino a 400 euro l’ora».

Volontario. «Se vi interessano le cause sociali e umanitarie, i lavori part-time o a tempo determinato presso le associazioni internazionali sono frequenti. La retribuzione dipende dalla onlus».

Impiegato su nave da crociera. «Occorre essere iscritti alle liste della gente di mare presso le capitanerie di porto (dal sito della Guardia costiera si possono scaricare i moduli), dopo aver frequentato corsi di formazione obbligatori. Sono richiesti dai contabili al personale per i casinò, dall’assistente all’infanzia agli esperti di fitness e beauty, dall’intrattenitore alla commessa» informa Dallaglio. Essenziale conoscere e parlare un inglese perfetto. Di solito gli stipendi stagionali comprendono vitto, alloggio e assicurazione medica.

Nomade digitale. Con un pc portatile connesso alla rete, il web è il proprio ufficio ovunque. L’autore segnala cinque tipi di lavori: «Dallo sviluppatore di applicazioni mobili (che ha il compito di ideare, progettare e programmare le app) al web content manager (responsabile dell’ideazione, sviluppo e organizzazione dei contenuti editoriali di un sito), dal vlogger (curatore di un video blog per siti web aziendali o giornali online) al venditore di qualsiasi tipo di prodotto, fino al social media manager che pianifica, gestisce e monitora il modo in cui un’azienda si espone sui social». Alberto Mattei, autore del sito nomadidigitali.it, spiega: «Non occorre essere degli informatici o dei programmatori per poter sfruttare le opportunità degli strumenti digitali».

Disc jockey. «Un dJ può lavorare senza problemi in un Paese diverso da quello di origine; anzi, l’essere straniero a volte può essere un fattore vincente. Basta un pc per mixare e produrre brani originali, ma bisogna avere la strumentazione necessaria per esibirsi e fare molto esercizio quotidiano: si possono trovare corsi gratuiti su siti e YouTube, con video che mostrano le varie tecniche o tutorial». Oltre che in discoteca, è una figura richiesta in club, bar o feste, dai matrimoni ai compleanni.

Riproduzione riservata