Tornare bambina

Può essere un sapore, un profumo, un segreto: il sorriso che spunta ogni volta che ci troviamo a ripetere un gesto capace di riportarci all'infanzia. Tu quanto sei in contatto con la tua bambina interiore? 13 cose da fare per scoprirla e ridere, sorridere, sentire il cuore che vola. Tornare bambina per un attimo prezioso.

13 cose da fare: tornare bambina per un attimo

Hai mai desiderato tornare all'infanzia?

LA TUA BAMBINA INTERIORE

Non dimenticare la bambina che è in te: guardala, impara a ascoltarla, perché è la parte di te più autentica e viva, che conosce i tuoi reali bisogni e cosa ti serve per stare bene.

Sicura di te? Da adesso sì, te lo meriti.

Tornare bambina con i cartoni animati

Da quanto non ti concedi una serata in relax sul divano? Un consiglio: organizza una serata con le amiche. Ognuna porta i suoi titoli preferiti, dall'Ape Maia al Re Leone: cartoni animati e vecchi film divertenti, tra una puntata e l'altra risate fino alle lacrime. «Chi sa ridere è padrone del mondo» (Giacomo  Leopardi). E di se stessi, aggiungeremmo.

Tornare bambina con i colori

«Se       vuoi sognare e hai bisogno di un tonico, rovescia la coppa del cielo e       beviti l'azzurro!» (L. Vidales). Come girandole colorate nel vento, aquiloni di carta sottile, cristalli appesi alle pareti che vibrano sulle pareti di casa: esercitati a creare arcobaleni.

Tornare bambina con i figli

Se sei madre sai che tuo figlio non è solo l'essere curioso che si aggira gattonando per casa, ma il compagno di viaggio che ti sta insegnando a riscoprire la meraviglia nel mondo. I bambini ci ricordano come tornare a essere bambini: non dimenticare mai di divertirti insieme a loro. Una buona educazione nasce dal saper coltivare la gioia.

Tornare bambina al mare

«Non conosco altro modo più serio di affrontare i problemi della vita che non sia il gioco», affermò Friedrich W. Nietzsche. Da quanto non fai un castello di sabbia? Metti più gioco nella tua  vita. Di più, ancora.

Tornare bambina camminando sugli scogli

Camminare sugli scogli sul filo precario di un confine in bilico tra cielo e mare, mentre il sole dipinge l'anima e i piedi si graffiano di vita: riscopri il valore dell'ignoto come capacità di avventurarti, curiosa, verso orizzonti nuovi.

Riproduzione riservata