7 cose che ti facilitano… una giornata al mare

15 07 2015 di Liliana Di Donato
Il bikini che non lascia il segno, l'asciugamano che rinfresca, il succo che disseta e fa bene. Pronte a godervi la spiaggia?

Di fronte al mare la felicità è un’idea semplice.
(Jean-Claude Izzo, scrittore francese)

Per me è così. Vivrei al mare 365 giorni su 365. Per 350 (e più) sto invece a Milano. Perciò il momento in cui per la prima volta sento l’odore del mare, la sabbia sotto i piedi, la brezza sul viso è speciale. Il più bello dell’anno.

Per voi una giornata in spiaggia è il massimo? Ecco 7 cose che ve la possono rendere più rilassante, comoda, divertente (pensate anche per chi il mare non lo ama, ma è “costretta” ad andarci per  accontentare amiche, mariti, figli, e per chi passa qualche ora in piscina in città).

La protezione che non si scioglie in acqua


Non ricordo più quante scottature mi sono presa da ragazzina perché, nonostante le raccomandazioni materne, non mettevo la crema solare. Continuo a odiarla, soprattutto quando devo rispalmarla dopo il bagno. Per fortuna ce ne sono di waterproof: questa, oltre a idratare e proteggere, resiste all’acqua 80 minuti (www.avon.it).

 

I sandali che massaggiano i piedi



Le zeppe sono trendy ma, ammettiamolo, non proprio comode per camminare sulla sabbia. Le infradito, d’altro canto, sono super piatte e alla lunga possono dare fastidio ai talloni. Soluzione: un sandalo con una soletta morbida che lo rende super confortevole, e allo stesso tempo evita l’antipatico “effetto ortopedico” (www.fitflop.eu).

 

L’orologio che galleggia



Dedicato a chi (come me) non riesce a stare senza orologio, neppure in spiaggia. Cassa e cinturino di questo modello, messi insieme, pesano appena 30 grammi. Sono resistenti ai raggi Uv e possono andare sott’acqua fino a 5 atmosfere. Così non vi dovrete preoccupare di toglierlo prima di una nuotata (http://euro.toywatchofficial.com/it_it).

 

Il bikini che non lascia il segno



Quante strategie mettete in pratica per evitare l’antiestetica striscia bianca lasciata dai laccetti del costume su spalle e décolléte? Questo reggiseno ha le stringhe scorrevoli sul collo e sulla schiena. Per indossarlo a fascia mentre prendete il sole e metterlo a triangolo quando fate il bagno (www.lovable.it).

 

L’asciugamano che rinfresca



E se quando uscite dall’acqua il telo mare è bollente? Addio refrigerio. Ecco perché questo è geniale: si bagna, si strizza e la temperatura del tessuto scende a 13 gradi. Se la campionessa di tennis Serena Williams lo usa a bordo campo per rinfrescarsi, vuol dire che funziona… (www.missionathletecare.com).

 

Il succo che disseta davvero



In spiaggia, si sa, meglio evitare le bibite gassate, che alla lunga gonfiano. L’acqua rinfresca, però il suo non-sapore dopo un po’ stufa. Giusta via di mezzo: una bibita alla frutta, che permette anche di fare il pieno di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Questa, al gusto di arancia e carota, ha zero calorie e zero per cento di zuccheri (www.sunlover.pt/it).

 

Il bottone che fa i selfie



Ormai solo i duri-e-puri portano la macchina fotografica in spiaggia: il 99,9% di noi usa il cellulare. L’astina per foto a distanza e selfie, però, è comunque un peso in più… Questo selfie-maker si collega al telefonino via Bluetooth e scatta fino a 10 metri di distanza. Senza costringerci a fare acrobazie con le braccia (Area su www.amazon.it).

 


 

Riproduzione riservata