Baby shower: tanti regali (e una torta di pannolini)

01 06 2015 di Alice Capiaghi
Friends Enjoying a Baby Shower --- Image by © moodboard/Corbis
Friends Enjoying a Baby Shower --- Image by © moodboard/Corbis

Quando, ormai anni fa, mi sono lasciata con il mio primo fidanzato, la mia amica Rita in versione pusher-buon samaritano mi ha rifornito per mesi di tutti i dvd di Sex and the City. Una bibbia di conoscenza, una wikipedia ante litteram su quel che c’è da spere sul mondo femminile, sull’universo maschile e sull’incontro tra i due.

Tra tutto quello che ho imparato ci sono tre cose: che l’amicizia può essere eterna, come si dice capezzolo in inglese e che cosa sia un baby shower. Avete presente? Si tratta di una scena esilarante che risale forse alla serie numero cinque, quella in cui Miranda (per i neofiti, la pragmatica avvocatessa che di bambini non si intende proprio) è incinta e Charlotte (l’amica tutta confetti e bon ton) le organizza un baby shower.

“Cos’è che le organizza???” mi ha chiesto l’altro giorno una delle mie compagne di classe del liceo. “Una doccia per bambini!?!?” ha rincarato la dose mia sorella… In effetti, se uno si è perso la puntata di Sex and the City, può essere che non abbia ben presente cosa si faccia a un baby shower.

Prima cosa da sapere: non si lavano i bambini. Seconda: è una festa. Terza: si fa prima che il bambino nasca. Quarta: gli uomini non sono ammessi. Quinta: tradizione vuole che le invitate, oltre ai regali tradizionali, omaggino la futura mamma con una torta di pannolini (nuovi, ovviamente).

Dovete sapere che il clou della festa premaman è quando in sala fa capolino una Saint Honoré trasformata per l’occasione in una torta multistrato e multipiano di pannolini arrotolati su se stessi e impilati a mo’ di torre di Babele. A dirla tutta il pensiero di una millefoglie di pampers alta mezzo metro, a me un po’ inquieta, però - a detta di chi ci è passato – potrebbe essere un regalo utile. Con buona pace delle papille gustative.

“Il baby shower è quella cosa che speravo tanto mi organizzaste voi quando ero incinta” ci ha fatto notare con una vena un tantino polemica Simona, altra mia compagna di classe mamma di due bimbi ormai grandi. “Scusa Simo, è che all’epoca nemmeno sapevamo cosa fosse un baby shower”.

Ultimamente però sembra che, sul modello a stelle e strisce, anche alle future mamme italiane non dispiaccia affatto una festicciola per stare con le amiche e ricevere qualche regalino per sé e per il nascituro. Basterebbe un caffè al bar o una pizzata il sabato sera, vi starete dicendo voi… e invece no, per un baby shower di tutto rispetto ci vuole una location adatta e soprattutto una baby planner che ti dia qualche dritta (anche su come far stare in piedi la torta di pannolini).

In questo senso Claudia, la protagonista della puntata di Donna Moderna Live in onda su La5 lunedì primo giugno, non si è fatta mancare proprio niente: dai cupcake a nuvola al gioco “indovina quanto misura la pancia”, al suo baby shower c’era proprio tutto. Il risultato? Eccolo nel video.

Non hai specificato alcun template per il seguente blocco:



E per quanto mi riguarda? Anche se la festa di Claudia è stata carina e di sicuro un bel momento tra amiche, io ho deciso di rimanere fedele alla tradizione di casa nostra, per cui la festa la rimando a dopo la nascita. Voi invece? Adesso che sapete di cosa si tratta, vi piacerebbe organizzare un baby shower per voi o per una vostra amica?

Riproduzione riservata