Foto online solo con il consenso

23 08 2017 di Giovanni Ziccardi
Credits: Shutterstock

Anche un selfie può violare il diritto alla privacy. A dirlo è il Garante nel manuale e-state in privacy, disponibile online. Ce ne parla il nostro esperto in diritti digitali

Anche un selfie può violare il diritto alla privacy. A dirlo è proprio il Garante nel manuale e-state in privacy, disponibile online. Non tutti, ricorda l’opuscolo, vogliono apparire sui social, essere riconosciuti o far sapere dove e con chi si trovano durante le ferie estive (o in qualsiasi altro momento dell’anno). È quindi opportuno rispettare due regole.

La prima è quella di chiedere sempre il consenso alle persone quando si sta per scattare loro una foto o fare un video, soprattutto se non si tratta di amici. Anche quando hai intenzione di “taggare” con nomi e cognomi persone che conosci bene è meglio verificare se sono d’accordo.

La seconda regola dettata dal Garante, è adottare una grandissima cautela nei confronti dei minori: sono considerate persone particolarmente vulnerabili e, quindi, la loro esposizione va evitata il più possibile.


Cosa ne pensi? Scrivi a dallatuaparte@mondadori.it

Riproduzione riservata