Una giornata da modella per aiutare la Lega del Filo d’Oro

  • 02 12 2016

Sara Cauda si è aggiudicata l'asta di Donna Moderna per aiutare i bambini sordociechi. Qui ci racconta com'è stata la sua esperienza. 

Il premio: un giorno da trascorrere in studio fotografico con lo staff di Donna Moderna. L’obiettivo: raccogliere fondi per il nuovo centro nazionale che la Lega del Filo d’Oro sta costruendo a Osimo (An) per aiutare a curare le persone sordocieche. La vincitrice: Sara Cauda, 20 anni, make up artist di Castelboglione (Asti), che nella gallery vedete posare come un vera modella. L’asta di beneficenza organizzata da CharityStars (charitystars.com) “Vivi una giornata da star con Donna Moderna” se l’è aggiudicata lei. Il 23 novembre, negli studi fotografici del nostro giornale, è stata truccata, pettinata e ha posato con quattro look diversi. 

Giubbotto Wrangler, canotta Kiabi, pantaloni Philippe Matignon, boots Replay.

Styling Bruno Dall'Arche, foto Claudio Braccini, trucco e capelli Fabio Cicerale using Bumble and Bumble @HM Battaglia

Abito Motivi, sandali René Caovilla, pochette Benedetta Bruzziches, anello Bijou Brigitte, orecchini Lola&Grace.

Giacca doppiopetto e gonna a ruota Vicolo, sandali René Caovilla, orecchini Lola&Grace

Abito Cruciani, tronchetti Ballin, orecchini Lola&Grace

Abito Cruciani, tronchetti Ballin, orecchini Lola&Grace

Giubbotto Bogner, dolcevita e pantaloni United Colors of Benetton, sneakers Puma

Giubbotto Bogner, dolcevita e pantaloni United Colors of Benetton, sneakers Puma

Giubbotto Wrangler, canotta Kiabi, pantaloni Philippe Matignon, boots Replay.

«È stato super divertente! Per la prima volta, mi sono trovata “dall’altra parte”: di solito sono io quella che trucca. E poi perché non avevo mai posato per uno shooting. Intanto mi sono resa conto che fare la modella è faticosissimo! Poi ho scoperto quanto attenzione e quanta cura dei dettagli richieda un servizio fotografico. E di come sia importante il lavoro di squadra fra Claudio Braccini, il fotografo, Fabio Cicerale, il truccatore e stylist. Bruno Dall’Arche ha scelto per me quattro look perfetti. Il mio preferito? Forse quello sportivo, con bomber e boots decorati. Ma anche la gonna a ruota nera, bellissima! » dice Sara.

«E poi devo dire l’esperienza è stata ancora più emozionante perché aveva uno scopo: aiutare la Lega del Filo d’Oro, che con i piccoli pazienti sordociechi fa un lavoro straordinario». Volete dare una mano anche voi a questa onlus? Cliccate su legadelfilodoro.it: potete partecipare anche con una piccola somma ai tanti progetti che l'associazione sta seguendo.

Riproduzione riservata