Pokémon Go, il gioco per smartphone che fa impazzire tutti

12 07 2016 di Fabio Brinchi Giusti
Credits: Ansa

Arriva il 15 luglio anche in Italia Pokémon go, il gioco per smartphone della Nintendo che fa impazzire il mondo. Ecco cos'è e come funziona

Pokémon Go, il gioco per smartphone che sta facendo impazzire il mondo, è arrivato in Italia il 15 luglio. Si ispira all’omonima serie di cartoni animati e videogiochi giapponesi che spopolarono alla fine degli anni ’90. In questa saga, trasmessa nel nostro Paese da Italia 1, gli umani (e in particolare il protagonista Ash Ketchum) devono catturare i Pokémon, piccoli mostri selvatici, e poi allenarli per combattere con altri Pokémon. Molto popolare è il primo Pokémon affidato ad Ash, Pikachu, così celebre che in Giappone è considerato un simbolo della cultura nazionale e gli hanno persino dedicato un francobollo.

Come funziona il gioco

Dopo aver creato il proprio account personale, il giocatore concede all’app l’accesso alla geolocalizzazione sul proprio cellulare, permettendo così all’applicazione di individuare il punto preciso in cui ci troviamo, tramite un meccanismo simile a quello di un navigatore satellitare. In questo modo il giocatore si troverà a dare la caccia ai Pokemon nella vita reale: ad esempio mentre è a spasso con il proprio cellulare, l’app potrebbe segnalare ad esempio nel marciapiede in cui sta camminando la presenza di un Pokemon da catturare. I giocatori troveranno così i Pokémon da catturare passeggiando per strada. Stesso discorso vale per le palestre in cui allenare quelli già presi per i futuri combattimenti.


Credits: Ansa
Credits: Ansa
Credits: Olycom
Credits: Olycom
Credits: Olycom
Credits: Olycom
Credits: Olycom
Credits: 1999; POKEMON THE FIRST MOVIE: MEWTWO STRIKES BACK. ORIGINAL FILM TITLE: POKEMON THE FIRST MOVIE: MEWTWO STRIKES BACK, DIRECTOR: KUNIHIKO YUYAMA ZARCHIVE, MOVIESTILLS, +++
Credits: Olycom
Credits: Olycom
Foto

La realtà aumentata

Tutto merito (o demerito, a seconda dei punti di vista) di una nuova tecnologia nota come “realtà aumentata”. Una tecnologia che incrocia virtuale e reale permettendo di portare nel mondo reale caratteristiche del virtuale e viceversa. Ad esempio, esistono applicazioni che sul proprio cellulare permettono di individuare i ristoranti che si trovano nei dintorni. Usando quest’app noi vediamo che a tot km c’è un ristorante, ad altri tot km c’è una trattoria e così via. Cose che non riusciremmo a identificare con il solo ausilio dei nostri cinque sensi ma che possiamo ottenere tramite l’aiuto della tecnologia che, appunto, aumenta la realtà. Nel caso del gioco, la realtà aumentata permette di vedere i Pokémon non in uno spazio immaginario come quello di un videogioco tradizionale ma nei luoghi che frequenta quando esce di casa.

Il successo

Pokémon Go è il primo gioco di massa che sfrutta questa potenzialità e proprio per questa ragione è diventato immediatamente virale. Il successo è stato tale che la Nintendo, la ditta produttrice, ha conosciuto un vero balzo in Borsa. Ci sono esercizi commerciali come fast-food o locali che si stanno attivando per ottenere convenzioni con la Nintendo: indicando se stessi come luogo in cui è facile catturare Pokémon, sperando di attirare un maggior numero di clienti-giocatori. Insomma le potenzialità dei giochi in realtà aumentata sembrano davvero enormi. C'è già chi immagina versioni di Candy Crush ambientate nei nostri quartieri, SuperMario che cerca monetine proprio davanti al supermercato dove andiamo tutti i giorni e draghi che fra cellulari si sfidano sopra i nostri tetti. Insomma siamo solo all'inizio!

Riproduzione riservata