Fedez

Fedez, la corsa al pronto soccorso e le rassicurazioni

Fedez con una storia su Instagram rassicura sul suo stato di salute, dopo alcune dichiarazioni (anche del suo staff) sulla corsa al pronto soccorso nel weekend. Intanto non ha registrato la puntata di debutto della trasmissione di Alessandro Cattelan su Rai 2, in onda dal 20 maggio

Si infittisce il mistero sulla salute di Fedez. Dillinger News, il sito di Fabrizio Corona, sabato aveva lanciato la notizia del suo malore e della corsa al pronto soccorso. «Fedez ha problemi molto gravi allo stomaco ed è stato portato d’urgenza in pronto soccorso. Questa è l’unica reale motivazione per cui non parteciperà al debutto del nuovo programma di Cattelan su Rai 2», si legge in un post di Dillinger News su Instagram.

Lo staff di Fedez confermava le condizioni serie

A seguire, nella mattinata di lunedì, lo staff che segue l’artista è intervenuto per chiarire la situazione che purtroppo è stata definita “più seria del previsto”. Il suo entourage conferma il malore ma smentisce il ricovero in ospedale.

Fedez lunedì rassicura sulla sua salute

È direttamente Fedez oggi, lunedì 20, a tranquillizzare tutti con una storia su Instagram.

La mancata partecipazione alla trasmissione di Alessandro Cattelan

Fedez sabato 18 maggio avrebbe dovuto partecipare alla registrazione della trasmissione di Alessandro Cattelan Da vicino nessuno è normale, in onda il 20 maggio. La Rai in una nota aveva prima smentito il forfait dell’artista, poi confermato. Oggi lo stesso Cattelan in un’intervista al Corriere della Sera conferma che la registrazione è stata annullata proprio per le sue condizioni di salute: «Lo sappiamo tutti che l’attenzione su Federico è sempre altissima. Quando lo avevamo chiamato, tempo fa, inizialmente avevamo pensato a una cosa simpatica, volevo andasse ospite a sorpresa a un matrimonio, il che era divertente visto quello che sta succedendo col suo…ci scherzo perché lui con me si è sempre prestato. Successivamente, viste le vicende recenti, avevamo considerato un trattamento diverso. Ora Federico ci ha comunicato che non potrà esserci per motivi di salute, non posso che fargli gli auguri perché si riprenda al meglio».

Il nuovo album in sala registrazione

Intanto, proprio nelle ore in cui veniva registrata la puntata del programma Rai, Fedez pubblica un post in cui dà conto dell’inizio dei lavori per il suo nuovo album, per il quale sarebbe tornato in sala di registrazione. C’è quindi chi ipotizza che la mancata presenza da Cattelan abbia ben altri motivi, diversi dalle condizioni di salute.

Le ultime vicende di Fedez

Per Fedez infatti il periodo non è dei migliori. Dopo la lite con Luis Sal, a cui è seguita la chiusura di Muschio Selvaggio, la separazione da Chiara Ferragni e quindi la denuncia per rissa dopo il pestaggio al personal trainer Cristiano Iovino. Vicenda tutta da chiarire: Iovino ha 90 giorni di tempo per sporgere denuncia, ma la Procura ha l’obbligo di procedere d’ufficio. Al Salone del libro di torino, Fedez ha dichiarato la sua estraneità: «Io non c’ero, e dalla telecamera non si vede niente. Si parla di nove persone che hanno massacrato una persona, tutti ultras del Milan. La persona viene aggredita, arriva l’ambulanza ma non viene portata in ospedale. Tutti parlano di un massacro, ma se questa persona non è stata portata in ospedale, non c’è un referto medico e non ha denunciato, di cosa stiamo a parlare?». Un vigilante testimone, in realtà, racconta di averlo riconosciuto.

La giornata spesa per la Fondazione Fedez

Lui, intanto, oggi 20 maggio, sempre su Instagram racconta la sua giornata, spesa per la Fondazione Fedez, impegnata a sostenere e incoraggiare bambini ammalati e le loro famiglie e giovani artisti rapper alle prime armi.

La faccia buona di Fedez “a chiamata” però non convince più. Sotto al post, ondate di commenti: “Il paladino dei diritti civili che poi mena un ragazzo in discoteca”, “Strano, ogni volta che si mette male o fa beneficenza o si ammala, succederà che quando sarai veramente male (e questo non te lo auguro mai ) non ti crederà nessuno”.

Riproduzione riservata