“Il corpo non dovrebbe suscitare scandalo, questo è il mio corpo, il mio manifesto di donna libera”: dopo le polemiche per la sua foto nuda, Elodie non intende fare marcia indietro e, anzi, rivendica il diritto di mostrarsi come si ritiene e di decidere dell’immagine di se stesse in completa libertà.

La foto senza veli di Elodie per “A fari spenti”

La cantante, presentando a Milano il suo clubtape “Red Light” – disponibile dal 6 ottobre su tutte le piattaforme digitali – è tornate sulle critiche ricevute a proposito della foto senza veli, pubblicata in occasione del lancio del nuovo singolo “A fari spenti”, uscito il 22 settembre 2023.

Elodie: “Libere di utilizzare il nostro corpo”

“Tanti mi hanno detto che non c’è bisogno, invece ce n’è eccome! Il corpo è nostro e siamo libere di decidere come utilizzarlo: per me – ha dichiarato l’artista – è arte e libertà”.

La copertina di Milo Manara

L’immagine di Elodie nuda usata per il singolo “A Fari Spenti” è stata ripresa dal disegnatore Milo Manara che ne ha fatto la copertina dell’album. Il disegnatore ha cambiato un particolare rispetto alla foto: ha tolto la mano che copriva le parti intime per chiuderla in un pugno. “Nel disegno, elaborazione culturale dell’immagine – ha spiegato Manara -, non si copre pudicamente il sesso, anzi chiude la mano a pugno come se rivendicasse la dignità del suo corpo. Nella rappresentazione del nudo c’è sempre qualcosa di eterno e sacrale”.

L’accesa polemica sui social

L’immagine, pubblicata su Instagram, avevano diviso gli utenti social: tra i numerosi follower (e fan) che hanno paragonato l’artista a una «Dea», altri hanno invece criticato la sua scelta. Tra questi anche la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi parlando di “una rappresentazione poco elegante del corpo della donna”.

Elodie

“Mi piace l’idea di essere libera di esprimermi”

Elodie ha scelto di mostrarsi in modo provocante anche nei video firmati da The Morelli Brothers dove la cantante gioca con il suo corpo sul ritmo dei sette brani ballabili raccolti nell’album. Il modello è l’immaginario degli anni ’90 di Madonna. “Questo clubtape è un progetto che racconta la musica da club con un immaginario forte, l’immagine è forte quanto la musica – ha detto Elodie alla presentazione milanese top bianco, jeans e sneakers -. Mi piace l’idea di essere libera di esprimermi e giocare, in questo momento storico poi mi sembrava doveroso sfogarmi”. E ha scelto di farlo con “7 brani con un messaggio visivo forte, libero, cattivello e musicalmente deciso”. “Mi sono sempre divertita a infastidire e lo farò sempre”.

“La misoginia non va mai giustificata”

“E’ evidente che c’è un problema importante, – ha sottolineato Elodie – è stata un’estate molto brutta per noi donne e per tutti, c’è qualcosa di misogino che non va giustificato in nessun modo, dovremmo metterci in discussione e pensare a quante volte abbiamo atteggiamenti sessisti soprattutto noi donne. Ti fanno credere che devi essere forte e lucida ma bisognerebbe non aver paura ed è questo il problema, sensibilizzare l’uomo che dovrebbe darci una mano. Sono secoli che dobbiamo fare un passo indietro e capire la fragilità  dell’uomo, ma io sono stanca di giustificare la loro paura della bellezza della donna”. Sui trapper che spesso sconfinano nella misoginia, Elodie ha detto: “Non ci collaborerei mai perché non abbiamo nulla in comune, ma – sorride – li porterei a scuola”.

“Le donne devono essere unite”

Temi di violenza psicologica e non rispetto che Elodie ha vissuto in prima persona e su cui non ha mai fatto mistero. “Ci innamoriamo della bellezza dell’uomo che poi ci tratta di merda finché ci convincono e ti senti in difetto. – ha dichiarato l’artista – Mi è successo e mi sono detta ‘ti presenti così fuori e poi a casa giustifichi certi atteggiamenti?'”. La soluzione è passata anche per la terapia con l’Emdr, che l’ha aiutata a riconoscere i suoi traumi. “Ciascuna di noi dovrebbe pensare a quanti gesti di violenza fisica e psicologica ha subito. Anche io sono stata oggetto di soprusi psicologici, ma ora non permetto più a nessuno di farmi male, mi ha aiutato tanto la psicoterapia per curare i miei traumi infantili imparando anche a gestire la rabbia”. “Gli uomini – ha chiosato la cantante – hanno paura di noi perché siamo speciali, però le donne devono essere unite e fare rete non dividersi”.

Il nuovo tour nei palazzetti per Elodie

“Red Light”, nato dall’esperienza dello show evento sold out al Mediolanum Forum del maggio 2023, è la prosecuzione della sperimentazione nel mondo dance-pop di Elodie, immaginato per i prossimi appuntamenti live dell’artista, prodotti da Vivo concerti, previsti per novembre e dicembre nei palazzetti (comprese tre date al Forum di Assago).