del

Wellness coach e fitness tracker, funzionano?

di Cinzia Testa

Test di confronto tra le app e gli apparecchi hitech più diffusi da indossare, per controllare la salute e l'allenamento, provati per un mese dalla nostra giornalista 

Un caffè con Donna Moderna

Test di confronto tra le app e gli apparecchi hitech più diffusi da indossare, per controllare la salute e l'allenamento, provati per un mese dalla nostra giornalista 

Ci incuriosivano i weareable, cioè apparecchietti da indossare, app da scaricare sullo smartphone, sistemi per il controllo della salute a distanza. Per questo abbiamo scelto i più innovativi tra quelli disponibili sul mercato. E li abbiamo provati per circa un mese.

Abbiamo anche sentito il parere di un superesperto. Perché, utilizzandoli, ci è sembrato eccessivo l'entusiasmo di chi li definisce una sorta di medico virtuale. «Non è così infatti» spiega Alberto Sanna, direttore del Centro di tecnologie avanzate per la salute e il benessere, dell’Istituto san Raffaele di Milano. «Il loro compito sarà quello di agevolare il rapporto tra medico e paziente, non di eliminarlo. Il ruolo fondamentale di queste tecnologie è piuttosto educativo, perché aiutano a modificare le abitudini quotidiane sbagliate».

Ecco allora cosa ci è piaciuto molto e cosa un po' meno dopo 30 giorni di “vita tecno”.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna

Ti può interessare anche