Radiofrequenza e needling: i trattamenti soft 

Fanno parte dei trattamenti più soft di medicina estetica. La radiofrequenza agisce grazie a delle onde, il needling invece è un manipolo di piccolissimi aghi. Entrambi sono ringiovanenti. Ne parliamo con la dottoressa specialista in dermatologia.

di Alessandra Montelli  - 28 Novembre 2011

Radiofrequenza

E’ un trattamento di medicina estetica che viene utilizzato per ringiovanire il viso.

"L’apparecchiatura della radiofrequenza si avvale di un manipolo che emana onde di radiofrequenza che, con il loro movimento, trasmettono calore", dice la Dottoressa Fiorenza Pompoli, Medico Specialista in Dermatologia e Veneorologia a Bologna.

Il manipolo viene appoggiato sul viso, in modo da agire sulle fibre di collagene: determina la loro contrazione e quindi ridà tonicità al viso. Attraverso i movimenti dello speciale apparecchio per la radiofrequenza, la trasmissione delle onde agiscono su tutto il viso.

Grazie alla radiofrequenza inoltre, i fibroblasti (le cellule del derma che producono il collagene) vengono stimolati a produrre nuovo collagene ed elastina.

E’ un trattamento che contrasta dunque l’invecchiamento cutaneo.
E’ indicato nelle zone del viso in cui si sono verificati cedimenti: ad esempio su collo e mento, difficili da trattare senza bisturi.

Con il passare degli anni le fibre di collagene si rilasciano: la radiofrequenza le contrae con il risultato di ricompattare la struttura cedevole del  viso, che viene quindi ritonificato e modellato.

La radiofrequenza è indicata anche per le zone cedevoli del contorno occhi (palpebre e borse)

Durata

Si fanno delle sedute a cadenza settimanale da un minimo di 5 fino a 10. La fase di mantenimento viene effettuata attraverso sedute mensili, e successivamente ogni tre mesi, in base alle condizioni che la pelle assume via via con il passare del tempo.

È un trattamento di medicina estetica, quindi non cruento e senza bisturi, anzi è soft e addirittura piacevole, in virtù del calore diffuso sul viso. Subito dopo la seduta si è lievemente arrossati, ma si può tranquillamente uscire.

Attraverso il manipolo della radiofrequenza si possono veicolare prodotti anti-aging a base di acido ialuronico, vitamine e sostanze elasticizzanti.

NEEDLING

E’ un intervento di medicina estetica soft, antiage, di ringiovanimento di viso, collo, decolleté e mani.

Si tratta di un nuovo sistema di rigenerazione cutanea che si avvale dell’uso di piccoli aghi (dello spessore che varia dallo 0,5 mm fino a 1,5 mm), i quali sono montati su un supporto rotante oppure su un macchinino che pulsa in modo tale da creare un movimento.

Tale movimento continuo degli aghi ha l’effetto di stimolare il derma a produrre nuovo collagene e a rinnovare la cute. E’ molto efficaci sugli esiti cicatriziali di acne, anche su pazienti molto giovani.

Gli aghi possono inoltre veicolare sostanze a base di vitamine elasticizzanti. E’ il movimento continuo di queste zone che viene ripassata più volte a determinare l’effetto ringiovanente. Durante la seduta di needling si applica una pomata anestetica.

Poiché si tratta di un movimento meccanico, senza l’applicazione di sostanze esterne, non procura fenomeni di allergia. Per questo motivo, può essere usato anche su pelli molto delicate perché è leggero, e non è particolarmente doloroso.

E’ indicatissimo inoltre per il decolleté, zona difficile da trattare senza bisturi.

Dai 40 anni in poi, il needling può essere usato in abbinamento al filler con acido ialuronico.

Si ringrazia la Dottoressa Fiorenza Pompoli, Medico Specialista in Dermatologia e Veneorologia a Bologna

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/medicina-estetica/radiofrequenza-needling-ringiovanire$$$Radiofrequenza e needling: i trattamenti soft
Mi Piace
Tweet