Come pulire le zanzariere

In estate l'installazione delle zanzariere in casa ci permette di aprire le finestre senza doverci preoccupare che entrino insetti di tutti i tipi. Pulirle periodicamente è importante per evitare che vi si annidino polvere, sporcizia e batteri.

Le zanzariere sono un valido alleato contro i fastidiosi insetti che potrebbero intrufolarsi nelle nostre case, soprattutto nel periodo estivo. Affinché le zanzariere facciano filtrare anche abbastanza luce ed aria devono essere pulite in maniera efficace. A seconda della tipologia di zanzariera che si possiede e agli strumenti a disposizione è possibile eseguire diversi tipi di pulizia, senza rovinarle. Ecco come pulire le zanzariere.

Come pulire il barbecue

VEDI ANCHE

Come pulire il barbecue

Perché è importante pulire le zanzariere

Con l’arrivo dell’estate è importante proteggere le proprie case dall’intrusione di insetti attraverso l’utilizzo di apposite zanzariere disponibili classiche, plissettate o a soffietto.  Sia le zanzare che altri insetti, infatti, aumentano nella stagione estiva per effetto dell’aria umida e del clima torrido dei mesi caldi.

Le zanzariere, oltre ad eliminare gli insetti nelle nostre stanze, devono essere in grado di far passare anche l’aria da balconi o finestre che rappresentano una comunicazione con l’esterno delle case. Le zanzariere sono molto comode, ma si sporcano facilmente se si tengono aperte tutto l’anno. La pulizia, quindi, è molto importante perché svolgano a pieno l’obiettivo per il quale sono state ideate. Infatti le zanzariere sono sempre esposte alle intemperie, alla polvere e allo sporco che proviene dall’esterno. In caso contrario si perderebbe il loro effetto e lo sporco potrebbe entrare molto facilmente anche in casa.

Come pulire le zanzariere

È possibile pulire le zanzariere senza smontarle, in modo accurato e senza perdere troppo tempo. Basta disporre di un contenitore con dell’acqua tiepida dove si aggiungerà del sapone per i piatti o dell’aceto con l’aggiunta di pochissime gocce di detersivo liquido o spone di Marsiglia. Importante è passare un panno o una spugna imbevuti da questo composto e asciugare la zanzariera una volta finita la pulizia. Un altro metodo per pulire le zanzariere fisse è quello di passare l’aspirapolvere sulla rete, sempre in maniera delicata e senza fare pressione.

Successivamente è importante sciacquare cercando di non lasciare tracce di sapone. Le zanzariere che possono essere smontate si passano sotto un rubinetto e si strofina con delicatezza cercando di non rovinare la rete. Il telaio della zanzariera, invece, si lava con un panno umido con sapone. È bene evitare alcol o detergenti molto aggressivi che potrebbero usurare tutta la struttura e la rete stessa. Le zanzariere a rullo si possono mantenere in perfetta funzione con dei particolari lubrificanti, evitando però componenti troppo oleosi che si depositano sulla struttura e ne compromettono l’uso. Vediamo ora tutti i metodi di pulizia delle zanzariere. 

Ragazza guarda fuori dalla finestra protetta dalla zanzariera

Pulire la zanzariera con il vapore

Il metodo più veloce ed efficace per pulire le zanzariere è utilizzare un pulitore a vapore con beccuccio nebulizzante. In questo modo non dovrete utilizzare nessun detergente. Per prima cosa chiudete le tapparelle in modo da creare una base solida per la maglia della zanzariera che è piuttosto delicata. Con aspirapolvere a bassa velocità, eliminate la polvere, partendo dall’alto e procedendo verso il basso. A questo punto passate il pulitore a vapore, prestando attenzione a non avvicinare troppo il getto di vapore alla maglia perché potrebbe rovinarsi. Infine, passate una spugna per eliminare tutti i residui di sporco.

Pulire le zanzariere con acqua e aceto

Per pulire in modo efficace le zanzariere fisse, un altro metodo può essere quello di utilizzare acqua e aceto. Quest’ultimo, infatti, svolge un’azione detergente a aiuta anche a rimuovere il grasso senza, però, rovinare in alcun modo la maglia della zanzariera.

Dopo aver abbassato la tapparella, passate un panno umido in maniera delicata per rimuovere il grosso della polvere. Negli angoli, se non ci arrivate bene, potete aiutarvi con un pennellino. Riempite un secchio di acqua calda e versate all’interno un bicchiere di aceto. Pulite con questa soluzione procedendo sempre dall’alto verso il basso. Lasciate agire qualche minuto e risciacquate con una spugnetta pulita.

Come pulire una grondaia in sicurezza

VEDI ANCHE

Come pulire una grondaia in sicurezza

Pulire le zanzariere con lo sgrassatore

Se le zanzariere sono molto sporche, utilizzate uno sgrassatore. Prima di tutto occorre munirci del prodotto e di una spugnetta delicata (evitiamo quelle troppo dure). Abbassiamo quindi la prima zanzariera da trattare e spruzziamoci sopra lo sgrassatore: in questo modo i grassi accumulati in tutti questi mesi inizieranno a sciogliersi e a liberare i forellini.

A questo punto serviamoci della spugnetta, imbevuta di acqua pulita, e strofiniamola leggermente su tutta la superficie della zanzariera prestando attenzione a che le azioni siano compiute con la massima delicatezza, poiché atti troppo bruschi potrebbero far uscire la zanzariera fuori dai binari. Lasciamo asciugare e dopo pochi istanti noteremo i grandi progressi fatti: la zanzariera apparirà più pulita e lucida che mai.

Come pulire le zanzariere a rullo

Se alle finestre della vostra camera da letto avete deciso di applicare una zanzariera a rullo, è importante sapere che quest’ultima necessita di una pulizia periodica, necessaria sia per rimuovere gli insetti sia per eliminare la polvere che tende ad annidarsi tra le maglie e la parte motrice.

Come pulire le zanzariere

Occorrente

  • Acqua e sapone
  • Spugna
  • Panno pulito
  • Spray sanificante
  • Bomboletta d’aria compressa
  • Spray lubrificante

Lavare la parte retinata della zanzariera

Il primo dei tre interventi da eseguire in sequenza sulla zanzariera a rullo, consiste nel lavare con una spugna la parte retinata, utilizzando acqua e sapone. Quest’ultimo va utilizzato dunque come un vero e proprio detergente. Il procedimento prevede un buon lavaggio e poi l’asciugatura con un panno pulito, specie se la struttura è di natura metallica. In questo modo eviterete anche che possa generare ruggine.

Per quanto riguarda invece il sapone, è importante sottolineare che non deve essere eccessivamente profumato, in quanto potrebbe attirare molti insetti, generando, in pratica, un dannoso effetto contrario. Meglio dunque usare un sapone neutro inodore, da applicare sull’intera superficie della zanzariera, passando poi il panno in modo leggero e delicato.

Come pulire il forno da tutte le incrostazioni

VEDI ANCHE

Come pulire il forno da tutte le incrostazioni

Applicare lo spray sanificante

Il secondo passaggio fondamentale per ottimizzare la pulizia della zanzariera a rullo, consiste nell’applicare dello spray sanificante su tutta la superficie. In commercio ne esistono molti che servono principalmente per i condizionatori d’aria, in quanto atti ad eliminare gli acari che si annidano tra le fitte maglie dei filtri.

Il migliore in assoluto è sicuramente quello alla citronella, che oltre a proteggere la salute delle persone, riesce a tenere lontano gli insetti e soprattutto le zanzare, che in estate proliferano, specie se la casa è ubicata in una zona ricca di verde o vi è la presenza di umidità generata dalle innaffiature delle fioriere. Lo spray in oggetto tra l’altro non è oleoso, quindi non imbratta la superficie, né tantomeno la rende appiccicosa. Rappresenta dunque davvero il prodotto ideale da applicare alla zanzariera. Tale prodotto contribuirà anche (dato il suo alto potere lustrante) a rendere la zanzariera più bella da un punto di vista estetico.

Lubrificare il rullo della zanzariera

Per completare l’intervento di pulizia della zanzariera, bisogna adottare l’ultimo accorgimento: questo consiste nel lubrificare il rullo nel seguente modo: innanzitutto procuratevi una bomboletta spray che emani aria compressa, del tipo che si usa per pulire le parti elettriche e gli interni di apparecchiature come televisori, radio e computer. A questo punto provvedete a spruzzare l’aria all’interno del rullo e precisamente sui due laterali, in modo da rimuovere la polvere che si è accumulata. Infine, lungo gli stessi punti, applicate un altro tipo di spray, stavolta lubrificante ed antiossidante, che in commercio si trova già provvisto di un’apposita cannuccia erogatrice, adatta proprio per inserirla all’interno di piccoli fori. La vostra zanzariera a rullo sarà così pulita e pronta per affrontare un’estate a prova di insetti molesti.

finestra aperta con davanzale con pianta e innaffiatoio

Come pulire le zanzariere a soffietto

Le zanzariere a soffietto sono le più diffuse ma anche quelle maggiormente difficoltose da pulire. Se anche voi avete delle zanzariere a soffietto, nei passi successivi della presente guida cercheremo di mostrarvi come pulirle, utilizzando dei trucchetti davvero facili quanto efficaci.

Occorrente

  • Attrezzi per la pulizia
  • Elettrodomestici
  • Spazzole varie
  • Detergenti vari

Utilizzare l’aria compressa

Per prima cosa per eliminare la sporcizia presente tra tutte le fessure della zanzariera a soffietto, è necessario utilizzare dell’aria compressa. Nello specifico potete optare per uno spray in bomboletta da spruzzare su tutte le suddette fessure della zanzariera a soffietto, in modo da rimuovere la polvere in eccesso per poi pulire più facilmente ogni angolo in maniera rapida. Durante questa operazione è sempre opportuno riparare gli occhi da eventuali tracce di polvere che possono saltare fuori dalla struttura quando si spruzza la suddetta aria compressa. In alternativa alla bomboletta per portare a buon fine la pulizia della zanzariera a soffietto, potete anche utilizzare un mini compressore del tipo che si usa per gonfiare le biciclette.

Come pulire l’erogatore della doccia

VEDI ANCHE

Come pulire l’erogatore della doccia

Optare per un pennello

Il secondo modo per pulire accuratamente una zanzariera a soffietto, consiste nel passare un grande pennello a setole molto morbide su ogni singola striscia di cui la struttura si compone. Il pennello eliminerà le tracce di polvere accumulate nei piccoli fori della zanzariera e quanto più larghe sono le setole tanto meglio avverrà la pulizia. Una pennellessa che si usa per tinteggiare le pareti è in questo caso particolarmente indicata specie se leggermente imbevuta in acqua. Se tuttavia la zanzariera è molto sporca, potete anche optare per un’aspirapolvere per estrarre tutta la polvere attaccata sui vari fori della zanzariera evitando però di detergerli con dell’acqua.

Lavare la rete con un panno

Una volta che avete trovato il rimedio per rimuovere la polvere dalle feritoie della zanzariera a soffietto potete procedere con il lavaggio della rete di cui la struttura si compone. In questo caso prendete un panno molto morbido in microfibra e adagiatelo all’interno di una bacinella piena di acqua tiepida e con qualche goccia di detersivo. Fatto ciò, strizzatelo e poi passatelo con estrema delicatezza sulla zanzariera e sui bordi della sua cornice in modo da eliminare le tracce di sporcizia presenti. Fatto ciò, con un panno pulito provvedete ad una buona asciugatura per evitare che la rete possa generare della ruggine. A questo punto la zanzariera è quasi pronta per svolgere la sua funzione. 

Sanificare la rete con la citronella

A margine di questa guida è importante sapere che una volta rimossa polvere e sporcizia, avete la possibilità di sanificare ulteriormente la rete della zanzariera utilizzando uno spray alla citronella che si rivela ideale per due semplici motivi. Il primo riguarda il fatto che la sostanza è un ottimo disinfettante naturale, mentre il secondo consente di tenere a bada mosche e zanzare notoriamente inclini all’odore acre della citronella. In alternativa al prodotto appena citato, potete optare anche per lo spray che in genere usate per sanificare i filtri del condizionatore da parete modello split.

Riproduzione riservata