Silvio Berlusconi, 18 anni di politica in foto

14 11 2011 di Simona Santoni

Dalla discesa in campo, nel lontano inverno 1993, alle ultime recenti dimissioni. Le quarte nella sua carriera da premier

Forum - Al via il governo tecnico di Mario Monti: riuscirà a risollevare l'Italia?

<p>Il 12 novembre 2011, tra pressioni dell'Unione Europea e interne al Pdl, Silvio Berlusconim ha rassegnato le dimissioni, ponendo fine al Governo Berlusconi IV, secondo governo più longevo della storia della Repubblica Italiana.</p><p>Anche se l'imprenditore "dei miracoli" dice che non mollerà il suo ruolo istituzionale, e che anziché lasciare raddoppierà, riviviamo in questa gallery i suoi attuali 18 anni di potere politico, da quando, nel lontano inverno del 1993, annunciò la sua discesa in campo. Il <b>10 maggio 1994</b> divenne premier del <b>primo Governo Berlusconi</b>.</p><p> </p><p>Nella foto vediamo l'allora presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro stringere la mano al nuovo presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al Quirinale, Roma, 11 maggio 1994.</p> Credits: Ansa

Il 12 novembre 2011, tra pressioni dell'Unione Europea e interne al Pdl, Silvio Berlusconim ha rassegnato le dimissioni, ponendo fine al Governo Berlusconi IV, secondo governo più longevo della storia della Repubblica Italiana.

Anche se l'imprenditore "dei miracoli" dice che non mollerà il suo ruolo istituzionale, e che anziché lasciare raddoppierà, riviviamo in questa gallery i suoi attuali 18 anni di potere politico, da quando, nel lontano inverno del 1993, annunciò la sua discesa in campo. Il 10 maggio 1994 divenne premier del primo Governo Berlusconi.

 

Nella foto vediamo l'allora presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro stringere la mano al nuovo presidente del Consiglio Silvio Berlusconi al Quirinale, Roma, 11 maggio 1994.

<p>Cesare Previti, a sinistra, segue il leader del Polo Silvio Berlusconi dopo l'incontro con il presidente della Repubblica al Quirinale nel dicembre 1994.</p><p>In carica dal 10 maggio, <b>Berlusconi si dimise il 22 dicembre 1994 </b>a causa dell'uscita della Lega Nord dalla compagine governativa.</p> Credits: Ansa

Cesare Previti, a sinistra, segue il leader del Polo Silvio Berlusconi dopo l'incontro con il presidente della Repubblica al Quirinale nel dicembre 1994.

In carica dal 10 maggio, Berlusconi si dimise il 22 dicembre 1994 a causa dell'uscita della Lega Nord dalla compagine governativa.

<p>Nel gennaio 1995 Silvio Berlusconi incontra gli elettori al cinema Capranica di Roma dopo le dimissioni del suo primo governo.</p><p>Significativo sullo sfondo il manifesto del<i> Re Leone</i>.</p> Credits: Ansa/Massimo Capodanno

Nel gennaio 1995 Silvio Berlusconi incontra gli elettori al cinema Capranica di Roma dopo le dimissioni del suo primo governo.

Significativo sullo sfondo il manifesto del Re Leone.

<p>Silvio Berlusconi giura fedeltà alla Repubblica, davanti al Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, al Quirinale, Roma, <b>11 giugno 2001</b>. È il secondo governo Berlusconi.</p> Credits: Ansa/Filippo Monteforte

Silvio Berlusconi giura fedeltà alla Repubblica, davanti al Capo dello Stato, Carlo Azeglio Ciampi, al Quirinale, Roma, 11 giugno 2001. È il secondo governo Berlusconi.

<p>Il ministro degli Esteri, Gianfranco Fini stringe la mano al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al termine del suo discorso in Senato il <b>20 aprile 2005</b>, giorno delle dimissioni e della<b> fine del Governo Berlusconi II</b>.</p><p>È stato il governo più longevo della storia della Repubblica Italiana, e il secondo dall'Unità d'Italia (dopo il governo Mussolini).</p> Credits: Ansa

Il ministro degli Esteri, Gianfranco Fini stringe la mano al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al termine del suo discorso in Senato il 20 aprile 2005, giorno delle dimissioni e della fine del Governo Berlusconi II.

È stato il governo più longevo della storia della Repubblica Italiana, e il secondo dall'Unità d'Italia (dopo il governo Mussolini).

<p>Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, saluta i suoi sostenitori all'uscita dal Senato, Roma, il 20 aprile 2005, giorno delle dimissioni.</p><p>A seguito della sconfitta del centrodestra nelle elezioni regionali italiane del 2005 e alla crisi di maggioranza seguita all'uscita dal governo dei ministri di UDC e Nuovo PSI, <b>al governo Berlusconi II succedette il governo Berlusconi III</b>, fino alla fine della legislatura.</p> Credits: Ansa

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, saluta i suoi sostenitori all'uscita dal Senato, Roma, il 20 aprile 2005, giorno delle dimissioni.

A seguito della sconfitta del centrodestra nelle elezioni regionali italiane del 2005 e alla crisi di maggioranza seguita all'uscita dal governo dei ministri di UDC e Nuovo PSI, al governo Berlusconi II succedette il governo Berlusconi III, fino alla fine della legislatura.

<p>Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi giura di fronte al presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi al Quirinale, Roma, il <b>23 aprile 2005</b>. È il <b>terzo governo Berlusconi</b>.</p> Credits: Ansa/Ettore Ferrari

Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi giura di fronte al presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi al Quirinale, Roma, il 23 aprile 2005. È il terzo governo Berlusconi.

<p>Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che ha appena rassegnato le dimissioni, al Quirinale, Roma, <b>2 maggio 2006</b>.</p><p>Il governo Berlusconi III è rimasto in carica dal 23 aprile 2005 al 17 maggio 2006, per un totale di 390 giorni.</p> Credits: Ansa/Enrico Oliverio

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che ha appena rassegnato le dimissioni, al Quirinale, Roma, 2 maggio 2006.

Il governo Berlusconi III è rimasto in carica dal 23 aprile 2005 al 17 maggio 2006, per un totale di 390 giorni.

<p>Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in occasione della cerimonia di giuramento del <b>quarto governo Berlusconi</b> al Quirinale, Roma, <b>8 maggio 2008</b>.</p> Credits: Ansa/Ettore Ferrari

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi in occasione della cerimonia di giuramento del quarto governo Berlusconi al Quirinale, Roma, 8 maggio 2008.

<p>Mara Carfagna, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, e Giulio Tremonti, in aula alla Camera dei Deputati, durante il voto del Maxi Emendamento sulla <b>legge di Stabilità</b>, Roma, 12 Novembre 2011.</p> Credits: Ansa/Serena Cremaschi

Mara Carfagna, il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, e Giulio Tremonti, in aula alla Camera dei Deputati, durante il voto del Maxi Emendamento sulla legge di Stabilità, Roma, 12 Novembre 2011.

<p>Il primo ministro Silvio Berlusconi lascia Palazzo Grazioli, sua residenza personale, per raggiungere il palazzo presidenziale, a presentare formalmente le sue dimissioni al presidente Napolitano,<b> 12 novembre </b><b>2011</b> a Roma.</p> Credits: Ansa/Claudio Peri

Il primo ministro Silvio Berlusconi lascia Palazzo Grazioli, sua residenza personale, per raggiungere il palazzo presidenziale, a presentare formalmente le sue dimissioni al presidente Napolitano, 12 novembre 2011 a Roma.

Riproduzione riservata