Elisa Rigaudo

Elisa Rigaudo, 36 anni, marcia


È tra le più titolate marciatrici italiane di sempre. Bronzo ai Giochi di Pechino nel 2008 e ai Mondiali di Daegu nel 2011, l'atleta piemontese delle Fiamme Gialle farà il possibile e pure di più per chiudere la carriera con una medaglia a Rio da dedicare a Simone ed Elena, i suoi due figli.

"Se diventi mamma, sarai costretta a mettere da parte i tuoi sogni di gloria", le dicevano in tanti. Chiacchiere, perché da quando Elisa ha messo su famiglia non ha mai sbagliato un colpo. Cosa non manca mai nella sua valigia? Un paio di scarpe con tacco medio e un abito firmato Desigual.

Olimpiadi 2016: chi sono le atlete italiane

A Rio de Janeiro dal 5 al 21 agosto si tengono i Giochi Olimpici 2016, l'evento più atteso dagli sportivi di ogni tempo. Tante le atlete italiane ai nastri di partenza. Scoprile nella nostra gallery

Dal 5 al 21 agosto andranno in scena a Rio de Janeiro i Giochi olimpici estivi, l'evento più atteso dagli sportivi di ogni tempo.

Tante le atlete italiane al via delle gare. Dalla regina del nuoto tricolore Federica Pellegrini, portabandiera della spedizione azzurra, alle maratonete tutta esperienza e carisma Elisa Rigaudo e Valeria Straneo. Dal prodigio del salto in alto al femminile Alessia Trost alla giovanissima guerriera con i guantoni Irma Tost. E poi, ancora, soltanto per citare le più note, Libania Grenot (400 piani), Valentina Truppa (dressage), Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito (ginnastica artistica), Tania Di Mario (pallanuoto), Elisa Di Francisca e Arianna Errigo (fioretto), Tania Cagnotto (tuffi), Petra Zublasing (carabina), Alice Sotero (triathlon) e Flavia Tartaglini (vela).

Belle, brave e con una voglia grande così di tornare a casa con al collo una medaglia che vale un posto nella storia. Sfoglia la nostra gallery per scoprire chi sono, cosa sognano e i loro trucchi per vincere

Olimpiadi di Rio 2016: ce la farà il Brasile?

VEDI ANCHE

Olimpiadi di Rio 2016: ce la farà il Brasile?

Le Olimpiadi aprono agli atleti transessuali

VEDI ANCHE

Le Olimpiadi aprono agli atleti transessuali

Alessia Trost, 23 anni, salto in alto

L'otto marzo per lei vale doppio: festa della donna e compleanno. Friulana di Pordenone, con un curriculum già ricco di traguardi di tutto rispetto, come l'oro agli Europei Under 23 dello scorso anno e i numerosi primati raccolti nelle categorie giovanili, Alessia vola in Brasile con l'idea fortissima di sorprendere e sorprendersi.

A fare il tifo per lei davanti la tv, il ragazzo Alberto, conosciuto sulle pedane di salto in alto, e le amiche di sempre. La sua ricetta per scaricare la tensione? Ascoltare il rock di Paolo Nutini a tutto volume.

Valeria Straneo, 40 anni, maratona

Come lei, nessuno mai. Nel maggio 2010 ha subito un'intervento per l'asportazione della milza a causa di una grave forma di anemia, poi ha preso il volo, sfoderando prestazioni di altissimo livello a spasso per il mondo. Nel 2013, è argento ai Mondiali di Mosca. L'anno dopo, argento agli Europei di Zurigo.

Mamma di due figli, Leonardo e Arianna, non andrà a Rio per fare la comparsa, tutt'altro. "Passione, tenacia e perseveranza": ecco il segreto del suo successo.

Libania Grenot, 33 anni, 400 piani

Dall'Avana a Casal Palocco (Roma), perché all'amor non si comanda. La campionessa europea in carica dei 400 metri piani, semifinalista alle Olimpiadi di Londra, sceglie l'Italia (e un italiano) nel Natale del 2005. Pochi mesi dopo, il matrimonio, che vale il cambio di residenza, la cittadinanza tricolore e l'azzurro della Nazionale.

La corsa per Rio passa dalla Florida, dove Libania si sta allenando con la collega e amica Gloria Hooper.

Irma Testa, 18 anni, pugilato

"Mi dicevano che avrei dovuto dedicarmi all'uncinetto o alla cucina, che quello (ndr, il ring) non era il posto mio". Passa qualche anno e Irma da Torre Annunziata prepara il passaporto per Rio, dove sarà accolta da atleta vera: la rivincita del talento sui luoghi comuni.

Tifosa della Juventus e fan senza riserve di Federica Pellegrini, ha le idee chiarissime sul suo futuro: due Olimpiadi, poi la carriera nella Polizia. Il suo colpo migliore? Il montante sinistro al mento.

Valentina Truppa, 30 anni, dressage

Nel giugno dello scorso anno, l'incidente che fa trattenere il respiro all'Italia intera. L'ex ragazza prodigio dell'equitazione azzurra, medaglia d'oro nella Coppa del mondo 2007 e finalista ai Giochi di Londra 2012, cade da cavallo nel corso di una gara e viene trasferita d'urgenza all'ospedale di Arezzo. Cinque giorni di buio, poi la lenta ma progressiva ripresa, che le consente di bussare alle porte di Rio con in tasca il desiderio grande così di riscuotere il debito con la fortuna. Mission possible.

Vanessa Ferrari, 26 anni, ginnastica artistica

Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica italiana a 17 anni. Grazie a un carico di trionfi da fare invidia ai grandissimi di ogni tempo e a una grinta che le ha fatto guadagnare il soprannome "la cannibale".

Vanessa non partecipa, vince. Da quando aveva 12 anni e gareggiava con la Brixia Brescia. Giù dal podio per un soffio dalle Olimpiadi di Londra, vola a Rio "per fare pace con i Giochi". Il suo sogno: girare il mondo con il Cirque du Soleil.

Federica Pellegrini

"Sarò il volto di un'Italia bella e pulita". Parola della regina del nuoto azzurro, che alla sfilata inaugurale di Rio sarà in testa alla spedizione italiana con i gradi di portabandiera. Un onore riservato a pochi, anzi, pochissimi.

Di obiettivi non ne parla per scaramanzia, ma il podio a cinque cerchi, già raggiunto ad Atene 2004 e Pechino 2008, sarebbe un traguardo meraviglioso per tutto lo sport tricolore. Soprattutto, se condiviso fuori e dentro la piscina con il compagno Filippo Magnini, uomo di punta della squadra maschile, e promesso sposo da almeno un paio d'anni. Dopo le Olimpiadi, saranno fiori d'arancio?

Tania Di Mario, 36 anni, pallanuoto

Profeta in patria, fuoriclasse all'estero. La pallanuotista romana - 13 scudetti e 7 Champions Cup vinti, anzi, stravinti con la squadra nella quale gioca dal 1997, l'Orizzonte Catania - timbrerà a Rio il tagliando delle quattro Olimpiadi. Lo farà da capitano di una nazionale, il Setterosa, che con lei ha già vinto l'oro nel 2004.

Comunque vada, sarà per Tania l'ultimo capitolo di una carriera straordinaria. Ha già deciso: vuole diventare mamma. Il fidanzato Raffaele conferma.

Arianna Errigo, 27 anni, fioretto

Quando si dice, la classe. L'Arianna nazionale, oro e argento a Londra 2012, sbaglia gara nella finale dei Mondiali di scherma di Rio, aperitivo ai Giochi a cinque cerchi, e scende dalla pedana con una dedica alla compagna Vezzali, all'ultima prova prima del ritiro. "Mi dispiace per Valentina - scrive su Facebook la Errigo - Si meritava di chiudere la carriera con un oro. Ho tirato male".

Tra compagni di squadra, si sa, la cortesia viene prima di tutto. Lo sa bene il suo compagno di vecchia data, il fiorettista Luca Simoncelli.

Elisa Di Francisca, 34 anni, fioretto

Dalla pedana di fioretto alla pista da ballo e ritorno. Ventidue medaglie d'oro tra Olimpiadi (due a Londra), Mondiali, Europei e Giochi del Mediterraneo. Elisa vince spesso e volentieri. Anche quando porta i tacchi, vedi il trionfo a "Ballando con le stelle" nel 2013.

In prima fila nella battaglia contro la violenza sulle donne, di cui è stata vittima alcuni anni fa, potrebbe presto lasciare lo sport per dedicarsi a tempo pieno all'amore: "Sto con una persona stupenda di cui sono innamorata. Se tutto va bene...".

Tania Cagnotto, 31 anni, tuffi

Prima le Olimpiadi, dove proverà a conquistare quella medaglia che ancora manca nel suo ricchissimo palmares, quindi le nozze con il commercialista Stefano Parolin. La tuffatrice bolzanina si sposerà a settembre all'Isola d'Elba, in spiaggia, lontano da sguardi indesiderati e paparazzi.

Ha già deciso cosa farà da grande: vuole avere dei figli e fare carriera nella Guardia di Finanza, il suo corpo sportivo di appartenenza. Il ritiro? Ancora non ha deciso, ma è molto probabile che Rio rappresenti per lei l'ultima chiamata a cinque cerchi.

Carlotta Ferlito, 21 anni, ginnastica artistica

Fuoriclasse della trave, regina senza rivali dei social network. La ginnasta catanese, cinque volte oro ai Campionati italiani assoluti e argento agli Europei di Berlino del 2011, vola a Rio con in tasca l'affetto dei tantissimi giovani sostenitori che hanno avuto modo di conoscerla da vicino grazie al docu-reality "Ginnaste - Vite parallele".

Il suo consiglio da spendere nella vita di tutti i giorni? "Non demoralizzarsi mai. Perché col tempo, tutto sembrerà una cavolata".

Alice Sotero, 25 anni, pentathlon

L'atleta astigiana, appassionata di shopping e viaggi, taglia a Rio il traguardo della prima Olimpiade con la convinzione di avere i numeri per fare bene nelle cinque prove (tiro a segno, nuoto, scherma, equitazione e corsa) che sarà chiamata a sostenere per arrivare in fondo a una delle gare più impegnative dei Giochi.

La sua musa ispiratrice? Federica Pellegrini, che ammira e segue da quando era piccola.

Flavia Tartaglini, 31 anni, vela

Ex numero 1 del ranking mondiale, la windsurfista romana,  laureata in Scienze della comunicazione e appassionata da sempre di beach volley, insegue il sogno olimpico da 15 anni. Flavia si vede già sul podio di Rio, magari con il fidanzato che fa il tifo per lei sugli spalti.

Dopo le Olimpiadi, la mezza promessa tutta da verificare: staccare la spina per qualche giorno e fare una vacanza in Argentina zaino in spalla. Dal Brasile, quasi una gita fuori porta.

Riproduzione riservata