Nikki Hamblin e Abbey D'Agostino

Nikky e Abbey: abbracciate al traguardo delle Olimpiadi

Le storie degli atleti in gara alle Olimpiadi di Rio, appena concluse, spesso travalicano i confini dello sport e offrono lo spunto per parlare d’altro: amore, sesso, amicizia. A volte, poi, sono davvero speciali, come quella delle 2 atlete cadute durante i 5.000 metri femminili.

La neozelandese Nikki Hamblin inciampa, l’americana Abbey D’Agostino, poco davanti  a lei, mette male il piede e si fa male al ginocchio, ma rallenta per aiutare l’altra.Entrambe claudicanti, procedono insieme, però a un certo punto l’americana si accascia dal dolore: e stavolta è la neozelandese ad aspettare la collega.

Copiamo l’altruismo e la determinazione di queste 2 giovani che corrono, cadono, si rialzano.E si dicono: «Su, dai, che sennò passiamo alla storia per le sfigate che sono cadute e si sono ritirate. Così, invece, saremo ricordate per quelle che si rimettono in piedi e tagliano il traguardo abbracciate».

Rio 2016: le Olimpiadi vanno di moda

VEDI ANCHE

Rio 2016: le Olimpiadi vanno di moda

Il dizionario delle Olimpiadi

VEDI ANCHE

Il dizionario delle Olimpiadi

Riproduzione riservata