Family in Restaurant

L’inferno dei ristoranti per famiglie

All’estero sono di moda dei locali childfree: ristoranti, bar, hotel, spiagge, senza il vociare dei bambini. Lo capisco, anche io come sottofondo a una cena romantica preferirei i violini ai pianti da dentini, ma mi permetto di fare un appello a tutti i sostenitori di questa causa: siate buoni, non ci lasciate soli nei ristoranti per famiglie.

Sono luoghi spaventosi dove si pasteggia a tagliatelle di Nonna Pina e sembra di essere in una puntata della Prova del Cuoco, c’è sempre qualcuno che si assicura “ti sei lavato le mani, tesoro?”. Di solito all’antipasto gli adulti hanno una gran voglia di Pulcino Pio al forno.

I bambini, dopo aver sbranato qualcosa al volo, fuggono verso i gonfiabili (no, non è una perifrasi per parlare degli zebedei paterni) e si tuffano nella vasca delle palline. Alla fine i figli escono con la nausea, i genitori con il mal di testa. Quindi, vi prego, permetteteci di venire con voi, saremo educati.

Riproduzione riservata