del

Antonio Banderas

di Elisa Leonelli
Vota la ricetta!

Melanie, stai attenta a J.Lo. Sì, perché pare che Cupido abbia fatto capolino sul set di "Bordertown", che Antonio Banderas ha appena finito di interpretare al fianco di Jennifer Lopez. Certo, lui si dichiara innamoratissimo della moglie, ma un dubbio ci tormenta

Melanie, stai attenta a J.Lo. Sì, perché pare che Cupido abbia fatto capolino sul set di "Bordertown", che Antonio Banderas ha appena finito di interpretare al fianco di Jennifer Lopez. Certo, lui si dichiara innamoratissimo della moglie, ma un dubbio ci tormenta

Un caffè con Donna Moderna

José Antonio Domínguez Banderas nasce a Malaga, in Spagna, il 10 agosto del 1960. Diplomato alla scuola d'Arte della sua città, nel 1981 si trasferisce a Madrid e per mantenersi lavora come cameriere e modello. La svolta arriva nel 1982 grazie a Pedro Almodóvar. Nel 1987 sposa la collega Ana Leza. Nel '95 si innamora di Melanie Griffith e la sposa l'anno dopo. La coppia ha una figlia, Stella del Carmen, 10 anni. Con loro vivono anche i due figli che la Griffith ha avuto con Steve Bauer e Don Johnson: Alexander (21) e Dakota (16).

I suoi successi

Antonio Banderas ha girato 67 film, ha lavorato con i più grandi registi e con le attrici più belle. In Spagna è diventato famoso grazie alle pellicole di Pedro Almodóvar. Fra queste c'è "Legami!" al fianco di Victoria Abril. Ma il vero successo è arrivato a Hollywood, dove ha ricevuto offerte per i ruoli più disparati. Ha fatto il marito innamorato della Jolie in "Original sin", il padre agente speciale in Spy Kids (1, 2 e 3), Zorro ne "La leggenda di Zorro", con Catherine Zeta Jones, il maestro di ballo in "Ti va di ballare?". Ha appena finito di girare "Bordertown", dove è un giornalista. Il film esce a ottobre negli Usa.

Il film galeotto doveva uscire in Italia agli inizi di ottobre, invece dovremo aspettare il 2007 per captare gli indizi amorosi fra le due anime latine. E per poter assistere finalmente agli sguardi languidi e ai palpiti di cuore di Antonio Banderas e Jennifer Lopez, protagonisti del chiacchierato "Bordertown".

A Hollywood già si mormora di una presunta love story fra i due (andate sul sito www.askmen.com). Di un nuovo sequel di corna e passioni scoppiate sul set, simile a quello che c'è stato due anni fa tra Brad Pitt e Angelina Jolie. La storia si ripete: come Angelina ha fatto naufragare il matrimonio di Brad con Jennifer Aniston, Jennifer Lopez potrebbe portare al tracollo quello fra Banderas e Melanie Griffith.

Il flirt con la Lopez sarebbe però solo l'ultimo di una serie. A Banderas sono state attribuite love story anche con la Jolie mentre girava "Original sin", sei anni fa. E sempre su un set, undici anni fa, Antonio ha conosciuto l'attuale moglie, Melanie Griffith. Lui era sposato con Ana Leza. Lei era ancora legata a Don Johnson. Ma, ammettiamolo: chi non perderebbe la testa per il bell'Antonio?

Un leggero mancamento l'ho avuto anch'io alla presentazione della pellicola a Los Angeles. E ho capito perché Melanie lo tiene legato al guinzaglio e si sottopone a una tortura di lifting, punturine miracolose e quant'altro per stare al passo con le presunte concorrenti.

Banderas, perché ha scelto di recitare in un film a piccolo budget come Bordertown?

"Perché è ambientato in Messico, una nazione che amo. Lì ho girato sette film in tre anni e ci sono stato molte volte. Conosco i problemi del Paese: politici, sociali ed economici. Volevo aiutare a svegliare le coscienze su una questione tanto importante come quella dello sfruttamento sul lavoro".

Si dice che abbia accettato anche perché glielo ha chiesto la Lopez...

"È vero (ride). Ma detto così suona ambiguo... La verità è che lei è produttrice e protagonista della pellicola. Quando mi hanno contattato i suoi agenti, la prima volta, ero occupatissimo in Spagna con il mio nuovo film da regista, "El camino de los ingleses". A malincuore, ho rifiutato. Poi mi ha chiamato Jennifer in persona, ha detto che dovevo esserci, che era un progetto importante. Alla fine della telefonata ho detto: "Domani sono lì"".

Lei lavora sempre con donne bellissime. Sua moglie è gelosa come dicono?

"In gran parte è un'invenzione dei giornali. Il più geloso sono io. Ci siamo conosciuti che io ero già pazzo di lei. L'avevo vista in "Qualcosa di travolgente" e mi aveva mandato in estasi. Con il tempo ho però imparato che la gelosia può diventare una malattia: un'ossessione che non ti permette di vivere".

E lei come ha fatto a guarire?

"All'inizio io e Melanie ci rimanevamo male quando un giorno sì e uno no ci davano sull'orlo del divorzio. Secondo i giornali io andavo a letto con le ballerine di Las Vegas e lei mi tradiva con Gabriel Byrne. Poi abbiamo iniziato a riderci su".

Cioè?

"Adesso lei arriva da me con il giornale in mano, senza dire una parola: io capisco al volo, lo prendo e lo getto nella spazzatura. È liberatorio: so che invecchierò con Melanie al mio fianco, a dispetto dei gossip".

Da "Evita" a "Ti va di ballare?", al musical di Broadway Nine: oltre a recitare, spesso lei ha anche ballato.

"Non sono un ballerino, ma mi piace molto muovermi, il mio corpo sente istintivamente il richiamo del ritmo. E, a forza di farlo, sul set e a teatro, ho anche un po' imparato".

Ricorda il primo ballo con sua moglie?

"Certo. È stato di fronte alla cinepresa: eravamo sul set di "Two Much", il film dove ci siamo conosciuti. È stato bellissimo. Era un lento. All'epoca negavamo di avere una relazione, ma in realtà stavamo già insieme. E ballando sentivamo un'alchimia irresistibile".

Il 14 maggio avete fatto dieci anni di matrimonio. Come avete festeggiato?

"Con una serata in famiglia. E pensare che, quando ci siamo messi insieme, un amico aveva scommesso che saremmo durati al massimo sei mesi...".

Come fate a essere ancora una coppia così unita?

"Perché sia io sia Melanie ci amiamo nonostante le difficoltà. Quando ci siamo messi insieme, entrambi uscivamo da relazioni andate malissimo e abbiamo cercato di imparare qualcosa dai nostri fallimenti. Le crisi ci sono, gli alti e bassi pure, ma proprio questi ti insegnano a innamorarti di nuovo della tua compagna".

E qui sorge un dubbio: di quale crisi starà parlando?

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna