del

Charlize Theron e Sean Penn si ritrovano a Cannes

di Mattia Carzaniga

I due attori si ritrovano sulla Croisette, ma mantengono una calcolata distanza. Ecco com'è andata

Un caffè con Donna Moderna

I due attori si ritrovano sulla Croisette, ma mantengono una calcolata distanza. Ecco com'è andata

Sean Penn e Charlize Theron: la coppia scoppiata sbarca sulla Croisette. L’attesa è palpabile: lui è il regista e lei la protagonista di The Last Face, in concorso al Festival di Cannes 2016. Il film è stato molto fischiato alla proiezione per la stampa, ma l’interesse è molto alto soprattutto per altri motivi: al momento delle riprese, le due star formavano una delle coppie più paparazzate e promettenti di Hollywood.

La relazione è durata invece poco più di un anno, dall’inizio del 2014 al giugno del 2015, e poi non si può dire che i due siamo rimasti amici come prima, ma nemmeno nemici, almeno a detta loro.

A Cannes sono arrivati insieme ma tenendo una evidente distanza: alla conferenza stampa ufficiale i posti assegnati a Sean e Charlize erano lontanissimi tra loro, su probabile richiesta dei diretti interessati.

L’impegnato Sean, divo umanitario da anni soprattutto a Haiti, firma un film su un tema che gli sta a cuore: Charlize interpreta il ruolo di un’operatrice dell’Onu nell’Africa sconvolta dalla guerra civile, Javier Bardem è il “medico senza frontiere” di cui si innamora nel corso di una missione di pace. Un uomo impegnato e insieme dichiaratamente donnaiolo, guarda caso come lo stesso Penn nella vita.

Davanti ai giornalisti il clima è teso, il volto di Sean è decisamente cupo (sarà per via dei fischi della mattina?), Charlize fa mezzi sorrisi poco convinti. Le domande sulla fine della loro storia sono naturalmente vietate, tutto è lasciato alle allusioni. A proposito delle varie personalità degli attori coinvolti in The Last Face, Sean commenta: «Quando si fa un film, la prima sfida è gestire il proprio ego. Il resto è un gioco tra gli ego dei diversi artisti che lavorano insieme».

Sulla scelta di Charlize Theron per il ruolo principale, osserva tiepidamente: «La conoscevo da molti anni, quando ho dovuto immaginare una donna in quella situazione, oltre che fisicamente plausibile accanto a Javier, ho pensato a lei. Ma non voglio dire altro, il film parla da solo». Insomma, chi sperava di leggere qualcosa tra le righe è rimasto deluso

Solo in un momento Sean è sembrato lasciarsi andare a una confessione involontaria. «Ogni volta che gira un film, un regista si domanda: a che cosa vuoi davvero dedicarti per un periodo così lungo della tua vita?» dice alla stampa. La risposta è l’impegno umanitario che gli sta a cuore, ma a noi piace immaginare che all’epoca ci fosse soprattutto l’amore per Charlize.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna