Manga in mostra: le figurine delle ragazze magiche

/5
di

Valentina Marchese

Da L'incantevole Creamy a Sailor Moon: a Modena si celebrano, attraverso le figurine, le adolescenti dai super poteri dei manga giapponesi anni '80

Streghe, angeli, guerriere coraggiose da un lato, ragazzine della porta accanto che mutano per affrontare il quotidiano, dall’altro. Unisci tutto, shakera bene e immaginalo in versione fumetto a dimensione figurina. In un concetto: le super eroine nei manga. È questo il leitmotiv della mostra "Parimpampùm. Le bambine magiche nelle figurine", approdata al Museo della figurina di Modena.

Dall’11 Marzo al 16 luglio 2017 le Sale di Palazzo Margherita sono popolate da uno stuolo di ragazze magiche. Qualche esempio? Sailor Moon, Creamy, Magica Emi, Sandy dai mille colori, Bia, la sfida della magia, Lalabel, Lulù l'angelo dei fiori, Ransie la strega, Magica Doremi e Sailor Moon, solo per citarne alcune. Ad accomunarle non è solo la fascia d'età (sono poco più che bambine) ma anche il meccanismo di 'trasformazione'. Attraverso un percorso iniziatico infatti, che può essere l’utilizzo di oggetti simbolici o rituali musicali ripetuti tipo filastrocca, raggiungono una nuova consapevolezza di sé. Questa magnifica trasformazione le aiuta ad affrontare gli ostacoli quotidiani nel miglior modo possibile.

Magica magica Emi

Ve la ricordate Magica, magica Emi? 

Uno stuolo di ragazzine dai super poteri

Frutto di un melting pot molto interessante, questa nuova generazione di anime, è figlia degli anni ’80, dell’emancipazione femminile che entra in punta di piedi nel Sol Levante, per propagarsi con l’effetto di un’onda d’urto fino in Occidente, preparando l’avvento del girl power degli anni '90, tra tematiche sentimentali e componenti fantasy. Definite anche mahō shōjo, le ragazzine dai poteri straordinari, riflettono uno scenario politico e sociale in pieno cambiamento anche in Italia.


  • 1 3

    Tra i manga più noti ed amati spicca L'incantevole Creamy del 1983. Dalla piccola e impacciata Yu all’affascinante teen-idol Creamy intercorre solo una simpatica formuletta che fa proprio così: Parimpampùm. Difficile togliersela dalla mente.

  • 2 3

    Lalabel è una maghetta di 10 anni che ha due strumenti magici: una bacchetta e una valigia contenente molte cose... interessanti!

  • 3 3

    In Sailor Moon 5 guerriere combattono da sole le forze del male in assenza di uomini.

Cosa succede negli States

Anche l'America non resta indifferente al fascino dei majōkko giapponesi, ma l'operazione ha uno scopo prettamente commerciale. Viene subito da pensare a Jem e le Holograms prodotta da Hasbro e Lady Lovely prodotta a Mattel.

Ma vediamo qualche altro dettaglio sulla mostra. Oltre che un tuffo nel passato si tratta di un viaggio tra le atmosfere degli anni ’80 e ’90, in cui l’archetipo della favola canonica è completamente decostruito e ripresentato in una nuova veste: il grido è quello del girl power, aneddoti e curiosità non mancano. Tutto parte da due ditigal storytelling, realizzati dalle curatrici: Francesca Fontana e Thelma Gramonelli. Perdersi tra queste atmosfere vintage sarà bello tanto quanto ritrovarsi!


Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te