del

Katia Follesa: diario comico di una mamma al mare

di Silvia Gianatti

Dal 14 luglio, per 7 giovedì, Katia Follesa sarà la padrona di casa del Comedy Central Tour, spettacolo comico itinerante nelle piazze italiane e in tv su Sky. Tra una data e l'altra? Le vacanza da mamma che qui ci racconta

Un caffè con Donna Moderna

Dal 14 luglio, per 7 giovedì, Katia Follesa sarà la padrona di casa del Comedy Central Tour, spettacolo comico itinerante nelle piazze italiane e in tv su Sky. Tra una data e l'altra? Le vacanza da mamma che qui ci racconta

Katia Follesa è comica e attrice italiana che dal 14 luglio sarà ogni settimana, per sette giovedì alle 21 su Comedy Central, il canale 124 di Sky dedicato all’intrattenimento. Le prime registrazioni del Comedy Central Tour sono iniziate l’1 e il 2 luglio a Ladispoli; i prossimi appuntamenti live saranno a Ostuni il 15 e 16 luglio e a Gaeta il 22 e 23. Tanti gli ospiti attesi sul palco, i grandi nomi della comicità italiana, che presenteranno i loro pezzi di repertorio in 15 minuti a testa, cercando di far divertire tutto il pubblico presente allo show live e ovviamente poi quello a casa, di puntata in puntata.

C’è anche Angelo Pisani tra i comici che saliranno sul palco, suo compagno dal 2009 e papà di Agata, la loro bimba, che ora ha sei anni e che di comicità ne sa già qualcosa: «Ha sviluppato un suo lato comico e ha già capito i tempi della risata. È una bambina allegra, scherzosa, buffa. E mi accorgo che assorbe la comicità in modo naturale. In casa, da noi, d’altronde è una gag continua. Siamo infatti poco credibili quando la dobbiamo sgridare.

Diventiamo serissimi, le diciamo no, o almeno ci proviamo. A volte dobbiamo anche frenarla: ha capito che per far ridere deve esasperare qualcosa, una faccia, un’occhiata, ma non sa ancora quando è ora di fermarsi». In questi giorni di riprese Agata starà dai nonni: «Ma tra una data e l’altra torniamo da lei. E poi andremo in Sardegna, in Sicilia, in montagna. È fortunata, siamo fortunati! Siamo rientrati da pochi giorni da una bellissima vacanza in Madagascar, il nostro lavoro è un privilegio, soprattutto d’estate».

Pronta quindi a intrattenere il pubblico nelle calde serate estive, a suon di risate, le abbiamo chiesto com’è invece una sua tipica serata al mare, con la sua famiglia: «Sono pigra di natura, tanto do sul palcoscenico, tanto per me la serata più bella è in riva a mangiare il pesce, con Agata al miniclub. O io che passeggio con Angelo e Agata sempre al miniclub. Oppure un ballo lento, una canzone romantica in piazza. E Agata al miniclub!». Ride. E allora ne approfittiamo e le chiediamo come vive una mamma come lei al mare quando invece non c’è il miniclub.


DIARIO (COMICO) DI UNA MAMMA AL MARE

No miniclub ma ANSIA
«La mamma è ansiosa, si preoccupa. Fa parte del suo dna. E la giornata al mare comincia allora con una colazione leggera leggera, attenta a non esagerare, se no poi non si può fare il bagno!».

Un chilo di crema e via
«Che se non spalmi la tua bambina fino all’ultimo centimetro di pelle è sicuro che si ustionerà. E allora mettiamoli questi otto chili di latte solare. Inseguendola mentre sguscia via dalle mani, perché la crema è scivolosa, ma tu non puoi trascurare neanche il mignolo. E appena hai finito di metterla… entra in acqua. E speriamo che sia davvero waterproof, con quel che l’ho pagata».

Ti prego esci da lì
«Adori vedere tua figlia fare il bagno in mare. Solo che dopo dieci minuti sei già stufa di stare lì a riva con le gambe nell’acqua. Che poi le onde schizzano un sacco e tu non avevi molta voglia di bagnarti e però devi decidere, anche in fretta, sta arrivando un cavallone. O entri in acqua anche tu e fai un bel bagno o la preghi di uscire che hai voglia di leggere Donna Moderna sotto l’ombrellone, magari stando sdraiata per almeno dieci minuti. Ma lei di uscire non ne ha nessuna voglia, anzi non uscirebbe mai, e quando le vengono le “dita di rana” la tiri fuori di peso e la preghi di stare seduta, almeno un po’ all’ombra, ad annoiarsi con un castello di sabbia. Ti prego fammi aprire la mia rivista!».

Finché sono piccoli hai una pausa. Poi è la fine
«Fino ai tre anni, per tirare un po’ il fiato, puoi contare sul riposino pomeridiano, quello che tu faresti anche a trenta o quarant’anni, il lusso più grande in vacanza. Lei invece no. Chi ha bisogno di dormire a quattro anni? Figurati a sei. Quindi vai a pranzo ma poi che fai? Ti devi inventare qualcosa, possibilmente all’ombra, perché quegli otto chili di crema di cui sopra nulla possono contro il sole a picco. Giochiamo insieme? Giochiamo, o fammi dormire ti prego. O almeno sfogliare le prime cinque pagine della mia rivista. Vanno bene anche tre.»

Qualcuno salvi i papà
«A loro, se possibile, va ancora peggio. Perché tu, con una mano nella crema, l’altra nel secchiello a far castelli con lei, hai bisogno che lui vada a prendere l’acqua. O la merenda. O le gonfi il materassino. Ha vari ordini da eseguire. E li deve rispettare tutti!»

Arriva la sera. Per fortuna
«A fine giornata sei stremata, cotta. Non ti sei fermata un attimo, non hai minimamente riposato. E meno male che sei in vacanza. Non hai letto manco i titoli in copertina di quella tua rivista del cuore. E lei ti sta ancora chiamando, con la millecinquecentesima richiesta della giornata. E tu devi ancora farle la doccia, cibarla, pigiamarla, metterla a nanna».

Movida addio
«A quel punto alle otto stramazzi. E vai a dormire, che altro puoi fare? La movida estiva te la sogni. A meno che… non ci sia un miniclub. In quel caso puoi anche pensare di fare il secondo figlio. O forse, a me d’altronde piacciono molto le riviste, meglio un cane?».


I prossimi appuntamenti con il Comedy Central Tour:

- 15 Luglio (Ostuni): Simone Schettino, Giovanni Cacioppo, Nando Timoteo, Mary Sarnataro e Angelo Pisani;
- 16 Luglio (Ostuni): Simone Schettino, Giovanni Cacioppo, Enrique Balbontin, Andrea Perroni e Rita Pelusio;
- 22 Luglio (Gaeta): Giobbe Covatta, Peppe Iodice, Pino e gli Anticorpi, I Malincomici e Alessandro Serra;
- 23 Luglio (Gaeta): Antonio Giuliani, Marco Capretti, Paolo Migone, Pasquale Palma e Valentina Persia.


Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna