del

Roberto Bolle: 3 balletti (in uno) per sognare

di Laura Bevione
Vota la ricetta!

“Trittico” è il nuovo spettacolo della Scala di Milano. Con coreografie magiche e l’étoile Roberto Bolle

Un caffè con Donna Moderna

“Trittico” è il nuovo spettacolo della Scala di Milano. Con coreografie magiche e l’étoile Roberto Bolle

Due novità assolute, un classico rivisitato da una grande étoile e un diret- tore d’orchestra universalmente apprezzato: questi i raffinati ingredienti del Trittico che il Balletto della Scala di Milano porta in scena dal 19 aprile al 13 maggio. A dirigere l’orchestra l’estone Paavo Järvi, al debutto in un balletto del teatro milanese.

Armonie classiche 

Torna sul palco Symphony in C, la storica coreografia che George Balanchine creò su un’inedita partitura di Georges Bizet. Purezza classica, bellezza e armonia che consentiranno ai ballerini di mostrare la loro grazia. Quella che caratterizza anche ogni minimo movimento dell’étoile Roberto Bolle (sopra) che per 4 recite ti conquisterà, realizzando l’auspicio dello stesso Balanchine: «Vedere la musica e sentire la danza».

Valzer viennesi

Una coreografia originale, con il trio Ballone-Gavazzi- Messina, ti condurrà nelle affascinati atmosfere della Vienna degli anni ’20 del Novecento, ovviamente a ritmo di valzer. Sulle note di Maurice Ravel i danzatori de La Valse sapranno ricreare quella «impressione di un volteggiare fantastico e fatale» cui aspirava il musicista francese.

Atmosfere fiabesche

Il talentuoso coreografo Eugenio Scigliano con Shéhérazade ti farà viaggiare nelle magiche terre d’Oriente delle Mille e una notte, accompagnata dalla musica di Rimskij-Korsakov. Il balletto racconta la gelosia e il desiderio di sopraffazione dell’uomo, ma anche la forza dell’innocenza e l’autenticità del cuore della donna.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna