del

3 cose da fare prima di firmare una pensione integrativa

di Adriano Lovera

Serve a garantirti un assegno pensionistico maggiore di quello che avresti normalmente. La guida per scegliere il fondo giusto su cui investire.

Un caffè con Donna Moderna

Serve a garantirti un assegno pensionistico maggiore di quello che avresti normalmente. La guida per scegliere il fondo giusto su cui investire.

C’è da fidarsi della previdenza complementare? Un dato è certo: la legge dà qualche garanzia. Ecco i consigli per non sbagliare.

1. CAPIRE I COSTI

Sul capitale che accumuliamo nel tempo gravano i costi di gestione. In media tra lo 0,6% e il 2% annuo nei fondi aperti e tra lo 0,9% e il 3% nei prodotti assicurativi.

Sembra poco ma teniamo conto che avere un 1 % di commissione in più moltiplicato per 35 anni, significa veder andare in fumo anche il 16 % del capitale finale.

Per sapere quanto incidono le commissioni nei documenti informativi, bisogna controllare l’Isc (Indice sintetico di costo).

2. FARE UNA SIMULAZIONE

Usando i vari calcolatori che si trovano in Rete si scopre che investire nella previdenza integrativa conviene molto di più se si ha davanti a sé un orizzonte lungo.

Facciamo un esempio: un 35enne che inizia oggi e prevede di andare in pensione nel 2045, versando 220 euro al mese per 32 anni (tra quota Tfr e somma volontaria) otterrebbe circa 400 euro mensili.

La stessa cifra, versata per 10 anni, darebbe appena 100 euro al mese.

3. SCEGLIERE A CHI AFFIDARSI

Assicurazioni e banche distribuiscono i propri prodotti, che non sono per forza i migliori come costi.

I promotori finanziari propongono i fondi o i Pip degli istituti con cui collaborano e da cui ricevono una provvigione su ogni contratto firmato.

Poi ci sono i consulenti indipendenti, i meno noti ma forse i più indicati: non prendono soldi dagli istituti, ma solo dal cliente e valutano la situazione patrimoniale complessiva di una famiglia, cercando soluzioni per ottenere gli obiettivi richiesti.


Un sito prezioso se hai già deciso

Se vuoi sapere quali rendimenti ha ottenuto fino a oggi un fondo pensione clicca www.covip.it. sito dell’organoa di vigilanza dell previdenza e ci trovi l’elenco di tutti i fondi e Pip esistenti.

Un caffè con Donna Moderna

Un caffè con Donna Moderna