I parchi divertimento più belli d’Italia e d’Europa

Credits: Shutterstock
/5
di

Ilaria Amato

Provare emozioni fortissime, sperimentare tecnologie del futuro, assistere a spettacoli mozzafiato. Dove? Nei parchi divertimento

Ci sarà una ragione se, nell’ultimo anno, i visitatori dei parchi di divertimento sono aumentati del 4,5 %, 440 milioni in totale (dati Tea/Aecom). «Non offrono semplici giri di giostra, ma esperienze. E nel 2017 lo sviluppo della realtà virtuale grazie agli occhiali VR, ha reso le attrazioni ancora più coinvolgenti» spiega Maurizio Crisanti, segretario dell’associazione di categoria dei parchi di divertimento. «Perché ci si trova in un videogioco dove si diventa fisicamente protagonisti dell’azione».

L’esperto ha un consiglio da dedicare ai genitori. «Se volete fare un regalo indimenticabile ai vostri bambini, portateli al parco tematico durante la settimana. Senza le file e la calca del weekend, ricordaranno la giornata per anni». L’idea ti tenta? Ecco una miniguida alle mete più emozionanti.

In Germania: Europa Park

Il parco È a Rust, vicino Friburgo, e offre una gran varietà di attrazioni: ogni zona è dedicata a un Paese europeo. Ma, nel bosco delle fiabe, i bambini vanno sulle tracce di Cappuccetto Rosso e Cenerentola.

La super attrazione Partire sulle ali del Voletarium, un’esperienza di volo completa, realizzata in computer grafica, fa vivere l’emozione di librarsi sui cieli di mezza Europa, dalla punta della Tour Eiffel a Parigi fino alla laguna di Venezia. Il tutto tra effetti speciali come folate d’aria, spruzzi d’acqua e profumi (europapark.de/it).

Come arrivare Il modo più diretto è in aereo fino a Zurigo o Basilea. Poi proseguite in treno per Ringsheim, la stazione ufficiale dell’Europa Park (due ore di viaggio, 19 euro).

Già che siete in zona Approfittatene per esplorare la suggestiva Foresta Nera.

In Spagna: Portaventura World 

Il parco Nella top ten dei parchi più visitati d’Europa, PortAventura è un paradiso a misura di famiglia che offre tante attrazioni, dal torrido Far West, con piscine per rinfrescarsi tra un montagna russa e l’altra, al fascino esotico della Polinesia con una spiaggia di sabbia bianca. E, tra ristoranti, hotel a tema e un comodo noleggio passeggini, i servizi sono “kids friendly”.

La super attrazione Ferrari Land è la sezione del parco dedicata alla scuderia di Maranello, con undici attrazioni che mixano tecnologia e automobilismo per grandi e bambini. I più coraggiosi devono provare il Red Force, l’acceleratore verticale più alto d’Europa: si raggiungono i 112 metri d’altezza a 180 km/ora in 5 secondi, accompagnati dal tipico rombo delle auto di F1 (portaventuraworld.com).

Come arrivare Da Barcellona si prosegue per Tarragona, sulla Costa Dorada, 80 km a sud della capitale catalana, e quindi a Salou.

Già che siete in zona Passeggiate sulla Salou Promenade, alla spiaggia Platja Llevant, per una splendida vista panoramica su tutta la costa.

In Gran Bretagna: Legoland Windsor Resort

Il parco È la meta per bambini più visitata in Inghilterra, un sogno a occhi aperti per piccoli e grandi appassionati di Lego. Che potranno immergersi in un mondo in miniatura costruito con ben 40 milioni di mattoncini, curatissimo in ogni dettaglio.

La super attrazione Lego Ninjago The Ride è la prima esperienza in 4D del Regno Unito: sentirai addosso calore, fumo e vento, oltre all’ultima tecnologia Maestro che legge i gesti e ti fa lanciare (virtualmente) palle di fuoco, onde d’urto e fulmini a mani nude. Da quest’anno si può dormire nel Legoland Castle Hotel, un albergo fatto di mattoncini dove anche le patatine fritte hanno forma di Lego (legoland.co.uk).

Come arrivare Se siete a Londra scegliete fra il pullman da Victoria Station (2 ore) o il treno dalla stazione fino a Windsor Central. Da qui un bus porta a Legoland. Se atterrate a Heathrow, siete vicini: bastano 40 minuti di bus.

Già che siete in zona Il castello medioevale di Windsor offre tour giudati pensati per i bambini (da 14 euro).

In Italia: Mirabilandia

Il parco Mirabilandia è il parco di divertimenti più grande nostro Paese e oggi festeggia 25 anni. All’interno è diviso in cinque aree adatte alle diverse età: da Adventureland a Bimbopoli passando per la Route 66, fino all’iSpeed, il rollercoaster più veloce d’Italia.

La super attrazione Master Thai sono le nuove montagne russe arricchite con la realtà virtuale e visore 3D che simula un inseguimento su una vecchia jeep nei meandri della giungla thailandese. Inoltre, quest’anno, per il venticinquesimo anniversario, troverete lo show notturno Mirabilandia Forever e The Kings of Pop, spettacolo ispirato ai miti pop degli anni Novanta (mirabilandia.it).

Come arrivare In macchina, da Ravenna dirigetevi nella frazione di Savio. Se andate in treno, alla stazione di Lido di Classe troverete una comoda navetta per Mirabilandia.

Già che siete in zona Visitate il parco della Salina di Cervia, habitat di fenicotteri e uccelli multicolore.

Luneur: la ruota con vista su Roma

Costruito nel 1953 e oggi tutto rinnovato, il Luneur è un’oasi magica con sette ettari di giostre, giochi e percorsi avventura. Tra le attrazioni imperdibili c’è il giro sulla ruota panoramica, l’unica della città, che offre una veduta favolosa su tutta Roma, una lezione di storia e bellezza per bambini e genitori. Luneur Park ha anche molti servizi pensati per i piccoli, le famiglie e le scuole: feste di compleanno, percorsi didattici dedicati alla natura e centri estivi. Come arrivare? Il parco è facilissimo da raggiungere, in macchina, uscendo da Roma in direzione Eur, oppure in metropolitana alla fermata Eur Magliana. Altrimenti in autobus. Info: luneurpark.it.

A Leolandia concerti ed ecologia

Secondo gli utenti di Tripadvisor, Leolandia (Capriate San Gervasio, BG) è il parco divertimenti più amato dagli italiani. 40 le attrazioni pensate per tutte le età e ispirate ai personaggi dei cartoni come i Superpigiamini, Geronimo Stilton, Masha e Orso, Peppa Pig e il Trenino Thomas. Il parco offre anche i concerti di Cristina D’Avena (il 2 settembre) e l’iniziativa Puliamo il MiniMondo, per sensibilizzare i bambini ai temi dell’ecologia (16 settembre, leolandia.it).

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te