Detergere quotidianamente il viso è fondamentale per la salute della tua pelle. Levarti di dosso la stanchezza accumulata durante il giorno, sempre affaccendata tra i mille impegni, è importantissimo. E se ogni mattina ti barcameni di corsa per nascondere le occhiaie, rimpolpare il viso e migliorare il tuo sguardo, la sera ricordati di toglierti il trucco ma fallo con cura. Ebbene sì, perché si tratta di un passaggio importante della tua skincare routine. Attenta però ai dettagli: quale struccante usare? Dovresti optare per un prodotto che sia in linea con le caratteristiche e le esigenze della tua pelle. Quindi, come sceglierlo?

Quale struccante usare?

Struccarsi è uno step imprescindibile per la cura della tua pelle. È necessario per rimuovere il make up e le impurità che nel corso della giornata si accumulano sul viso, rendendo la pelle più morbida e pronta per i trattamenti successivi. Il demaquillage è fondamentale e se lo esegui con cura la tua pelle te ne sarà grata. Ebbene sì, perché se non togli con attenzione il trucco che hai tenuto per un giorno intero i pori possono ostruirsi e ne risentirà persino il tuo incarnato, che rischia di apparire spento, poco luminoso e non particolarmente raggiante. Non tutti gli struccanti però sono uguali: optare per prodotti di qualità è sempre la scelta giusta per il benessere della tua pelle. Per questo motivo, ricorda di prestare attenzione alle sue caratteristiche. Sappi che esistono struccanti su misura, perfetti per le esigenze di ciascuna donna.

I prodotti differiscono per texture e composizione. Le proprietà purificanti sono l’ideale per le pelli grasse. Meglio preferire soluzioni idratanti e lenitive in caso di pelle secca. Optare per ingredienti naturali è sempre una scelta azzeccata: prova allora struccanti composti da estratti vegetali, come la camomilla. Prodotti ricchi di vitamine e attivi anti-age, inoltre, sono utili per contrastare l’insorgenza delle rughe. E per noi donne un po’ più avanti con l’età non c’è niente di meglio. Ricorda, invece, che gli ingredienti comedogeni sarebbero da evitare. Le opzioni sono innumerevoli e permettono di detergere in profondità, pulendo al meglio la pelle.

I tipi di struccanti

Puoi optare per il latte detergente, che è delicato e non secca la pelle. È a base di ingredienti lenitivi ed emollienti, va applicato sul viso e rimosso poi con un dischetto di cotone, che sia umido o asciutto. Una formulazione leggera, da rimuovere con acqua tiepida, è adatta per le pelli normali o miste. Prodotti a base di principi attivi idratanti sono consigliati per le donne con la pelle secca, meglio ancora se sono molto delicati e senza risciacqui. In seguito non dimenticarti l’uso del tonico, che rinfresca la pelle e aiuta a purificarla. Il latte detergente ha una texture cremosa e poco aggressiva, che avvolge la pelle soprattutto durante la stagione più fredda.

Latte detergente

Per struccare il tuo viso, occhi e labbra comprese, non fare a meno dell’acqua micellare. Si tratta di una soluzione a base acquosa utile a rimuovere residui di trucco e impurità, tracce di smog e sebo. L’applicazione è semplicissima: ti basta riporre un po’ di prodotto su un dischetto di cotone e passarlo sul viso, senza strofinare né necessariamente procedere con il risciacquo. Si caratterizza per un’alta tollerabilità e per questo è adatta anche alle pelli sensibili, evitando irritazioni cutanee. Se si guarda poi il rapporto qualità-prezzo, la soluzione può davvero rivelarsi irresistibile.

Acqua micellare

Burro, balsamo e olio struccante: quale usare?

Tra le tante versioni di struccante che puoi usare, quale si addice meglio alla tua cute? Perché non provare burro e balsamo struccante? Sono perfetti soprattutto in inverno e quando hai a disposizione qualche minuto in più. D’altronde, cosa c’è di meglio di una coccola quotidiana? Sono adatti a qualsiasi tipo di pelle, eccetto quelle grasse che risulterebbero appesantite. In tal caso, prova l’olio struccante: la sua formulazione non è aggressiva, evita la produzione di sebo in eccesso e deterge la pelle.

Altre soluzioni per te

In alternativa, in particolare se la tua pelle è tendenzialmente grassa o sensibile, prova gel e creme detergenti. Necessitano il risciacquo, sono confortevoli e comode da applicare, lasciando la pelle liscia e uniforme. Il prodotto deve essere mischiato con un po’ d’acqua sul palmo della mano, poi si applica sul viso e, dopo un breve massaggio, si procede con il risciacquo. Dovrai fare lo stesso se opti per lozioni struccanti: sono leggere, trasparenti e in linea con le caratteristiche di qualsiasi tipo di pelle. Per usarle, ti basta inumidire un po’ di cotone e passarlo con delicatezza sul viso.

Per un uso quotidiano puoi provare mousse detergenti, soprattutto in caso di pelli giovani, miste e persino grasse. Sono a base di tensioattivi schiumogeni delicati e non aggressivi. Prima inumidisci il viso, poi massaggia la schiuma con mani bagnate e, infine, risciacqua abbondantemente.

Salviettine struccanti sì o no?

Pratiche, comode ed efficaci: sulle salviettine struccanti si è detto di tutto, ma fanno davvero bene? Sono soluzioni ad azione detergente senza risciacquo, che in pochi minuti ti permettono di struccare completamente il viso. Sono adatte a tutti i tipi di pelle, ma sarebbe opportuno non usarle quotidianamente. È proprio così, perché sebbene siano tremendamente comode e a prova di pigrizia, non sono l’ideale per rimuovere al meglio il trucco. Per questo motivo, si potrebbe favorire l’insorgenza di brufoli. I pori rischiano di ostruirsi, i tuoi occhi potrebbero apparire più gonfi e le rughe più marcate.

Salviettina struccante

Insomma, una volta ogni tanto – quando il tempo scarseggia, la stanchezza si fa sentire più del solito o non hai altri prodotti a disposizione – ben venga la salviettina struccante. Dev’essere però un caso eccezionale, o quasi. Meglio non abituarsene. Dopo averla usata, inoltre, è importante lavare bene il viso e fare lo stesso la mattina successiva.

Ma perché un uso quotidiano delle salviettine struccanti è sconsigliato? Rischiano di rendere la pelle particolarmente sensibile, in quanto composte da ingredienti aggressivi (l’alcol, per esempio). Possono irritare il tuo viso, perché la rimozione del make up più marcato – come eyeliner, mascara o trucco waterproof – potrebbe richiedere una pressione eccessiva. Insomma, strofinare con forza per rimuovere il trucco a lungo andare può essere un problema per la tua pelle. Non si esclude un invecchiamento precoce, con il rischio che le rughe aumentino o risultino più evidenti. Le salviettine, infatti, non puliscono in profondità e l’acne potrebbe peggiorare. Insomma il rischio che aumentino imperfezioni del viso, brufoli e punti neri non è da escludere, soprattutto in caso di pelle delicata. Quindi, anche se sulla confezione dovessi leggere “senza risciacquo”, ricorda che la detersione del viso è imprescindibile se vuoi davvero rimuovere i residui di trucco, le impurità e i batteri.

Scopri lo struccante adatto alla tua pelle

Sei ancora in dubbio su quale struccante usare? Se un tempo la skincare era facile e veloce, complice la minore disponibilità di prodotti sul mercato, oggi parecchie cose sono cambiate e ogni donna può trovare la soluzione più adatta a sé. A seconda della tua pelle, opta per lo struccante che fa al caso tuo. Quindi, ricorda che in caso di pelle secca puoi optare per il classico latte detergente, ma anche per balsamo, olio o burro struccante.

In caso di pelle mista o grassa, l’acqua micellare è la soluzione giusta. Toglie le impurità e il sebo prodotto nel corso della giornata. È facile da usare ed è adatta anche per rimuovere il trucco waterproof. Dopodiché, non dimenticarti di usare un detergente per il viso.

Se hai la pelle sensibile, acque micellari e bifasici sono prodotti delicati che fanno al caso tuo. Si tratta di struccanti oleosi, ma dalla consistenza più leggera rispetto agli oli veri e propri e ai burri struccanti. E dopo aver rimosso il trucco, per il lavaggio usa detergenti delicati che rispettino la tua pelle. Sono perfetti anche quelli non schiumogeni.