‘inverno è la stagione ideale per mettere in pratica un programma contro le macchie scure. E usare così una crema schiarente. Le ore di luce sono più corte e i raggi UV sono meno penetranti. Ecco che, se il volto presenta discromie, si può inserire nel beauty case una specialità schiarente. Da usare tutti i giorni o da alternare a seconda della problematica.

Che cosa contiene di solito una crema schiarente

Le creme schiarenti contengono sostanze funzionali in grado di bloccare o inibire la sintesi di melanina con diversi meccanismi d’azione, come ad esempio:

  • inibitori della sintesi dell’enzima tirosinasi (i metalli pesanti);
  • inibitori dell’ attività della tirosinasi (tutti gli antiossidanti in genere, catturando l’ossigeno, possono interferire con l’attività della tirosinasi, come per esempio l’idrochinone, l’arbutina e l’acido kojico);
  • agenti citotossici selettivi per i melanociti (eteri dell’idrochinone);
  • inibitori del trasferimento dei melanosomi ai cheratinociti (citochine);
  • modificatori del colore della melanina dalla forma nera ossidata a quella chiara, ridotta (perossidi).
  • I depigmentanti attualmente più usati in campo cosmetico appartengono al secondo gruppo di prodotti, cioè quelli in grado di bloccare l’attività della tirosinasi.

Quando usare una crema schiarente

In inverno si possono usare tutte le creme schiarenti che contengono acidi esfolianti potenti, come ad esempio l’acido glicolico. Via libera, invece, alle creme e ai sieri antimacchia con principi attivi che inibiscono l’accumulo disordinato della melanina, che poi è il vero problema delle macchie scure.

Di seguito la nostra selezione sui prodotti antimacchia sicuri da usare in inverno, sia di notte che di giorno, dato che il sole non è forte, senza pericolo cioè di macchiarsi ulteriormente. O di irritare la pelle. L’unica accortezza fondamentale è quella di indossare sempre un filtro solare SPF.

Crema schiarente Shani

Si può usare su tutto il viso o su aree localizzate, ma è ideale anche sulle mani. Contiene principi
attivi come la Vitamina C, Niacina e Melograno con potere fortemente schiarente.
Crema schiarente Shani (70 euro).

Melascreen crema depigmentante di Ducray

Il mix di acido glicolico e acido azelaico favorisce l’eliminazione delle cellule morte in superficie, aiutand a ridurre la iper produzione di melanina, responsabile delle discromie. 
Fluido anti-macchie protettivo SPF50+ di Ducray (25,90 euro).

Anne Möller, crema perfezionatrice dell’incarnato

Minimizza macchie e discromie cutanee e grazie grazie a principi attivi noti per le proprietà schiarenti: Vitamina B3, Vitamina C e Vitamina E. Completa la formula lo speciale blend di attivi vegetali: estratto di radice di liquirizia, di radice di Altea e di olio di crusca di riso.
Sublime Perfecting Cream SPF50 di Anne Möller (48 euro).

Depiderm, siero antimacchia di Uriage

Un siero schiarente a base di niacinamide, attivo specifico che riduce la sintesi dei melanosomi (organelli che trasportano melanina). Inoltre, ha proprietà antiossidanti, purificanti e lenitive, aiuta ad attenuare le macchie scure inibendo il trasferimento dei melanosomi per un tono uniforme della pelle.
Siero anti-macchie Booster illuminante di Uriage (42,90 euro).

Crema depigmentante quotidiana di Rilastil

Trattamento anti-macchie schiarente a un pool di attivi depigmentanti, tra cui l’idrossiresveratrolo, che inibisce la sintesi della melanina. La Vitamina E e il gamma orizanolo restituiscon comfort ottimale e contrastano le iperpigmentazioni provocate dagli inquinanti ambientali.
D-Clar crema depigmentante quotidiana, Rilastil (33,90 euro).

Crema notte schiarente di Labo Suisse

Sfrutta l’azione di riparazione notturna della pelle per ridurre le discromie cutanee. La crema combina il potere depigmentante del nucleo di Bright & Clear con i benefici del retinolo, migliorando il ricambio cellulare e riducendo le discromie e i segni di invecchiamento. La niacinamide perfeziona l’incarnato e riduce le irregolarità del colorito, mentre la vitamina C riduce le macchie e previene l’invecchiamento da fotoesposizione. L’acido tranexamico dona uniformità e luminosità, mentre il potassium azeloyl diglycinate illumina la carnagione, riduce la produzione di sebo e migliora l’uniformità, l’elasticità e l’idratazione della pelle.
Bright and clear treat, crema notte uniformante restitutiva di Labo Suisse (109 euro).