Una coppia bianca

Coppie bianche in crescita: cosa fare se ne stai vivendo una

In Italia il 30% delle coppie risulta "in bianco", e il numero è in continuo aumento. Ecco i motivi per i quali sempre più persone affrontano relazioni senza sesso

Sei depressa perché con il tuo partner siete una coppia bianca? Agli altri lasciate immaginare che tra voi sia tutto perfetto, ma nel chiuso della camera da letto le cose non funzionano? Beh, non sei sola. In Italia questo fenomeno riguarda il 30% delle coppie, ed è in continuo aumento. Quindi, la tua amica che pubblica sui social con orgoglio le foto della sua vita di coppia, forse soffre silenziosamente a causa di una “siccità sessuale”. Certo, non è una consolazione.

Molte persone non parlano di queste cose, ma la maggior parte delle coppie attraversa un periodo in cui sembra asessuata. Secondo un sondaggio del 2018, pubblicato su Archives of Sexual Behavior, oltre il 15% delle persone sposate non aveva avuto rapporti sessuali l’anno precedente. Ma le statistiche effettive potrebbero essere più alte, poiché le “coppie bianche” preferiscono non parlare del problema.

Che cosa sono le coppie bianche

Anche se ci si ama profondamente, è come se l’attrazione reciproca – o di uno dei due partner – fosse andata in soffitta. Secondo gli esperti, si può parlare di relazioni asessuate quando il sesso avviene meno di 10 volte all’anno. In ogni caso, si tratta di relazioni dove manca l’interazione fisica di qualità e questa mancanza è angosciante per uno o entrambi i partner.

Matrimonio bianco e addebito della separazione: causa ed effetto

VEDI ANCHE

Matrimonio bianco e addebito della separazione: causa ed effetto

Differenza tra una relazione asessuata e un periodo di siccità

Di solito, si fa differenza tra matrimonio bianco, un periodo di siccità e una camera da letto morta. Ma tutte e tre queste situazioni implicano la stessa preoccupazione: manca l’intimità sessuale.

Il “matrimonio bianco” riguarda le coppie sposate che non fanno più sesso, o non lo hanno mai fatto. Un periodo di siccità è spesso visto, più che come un problema, come qualcosa che può capitare nelle dinamiche sessuali di una relazione. Peccato che molte coppie riferiscano di essere in una fase di siccità sessuale anche quando ormai è passato più di un anno.

Infine, la “camera da letto morta” si riferisce generalmente a una relazione che manca non solo del sesso, ma anche di tutte le altre forme di intimità fisica. Ma quali sono i motivi che portano a una relazione in bianco?

Coppie bianche: perché non facciamo più sesso

Un’improvvisa diminuzione o un calo dell’attività sessuale può derivare da una serie di ragioni. Spesso accade perché si è troppo indaffarati. Avere un bambino, uno o entrambi i partner che si trovano in un momento critico al lavoro, affrontare il peggioramento della salute di un membro della famiglia sono tutte cose che richiedono tempo e che possono influire sulla frequenza con cui si fa sesso.

In questi casi, spesso per risolvere basta imparare a programmare il sesso. Specie nelle coppie dove la spontaneità degli incontri sessuali è diminuita a causa delle esigenze della vita. Programmare il sesso non riguarda solo l’atto in sé: si tratta di creare uno spazio sacro per la connessione sessuale ed emotiva.

Anche lui può perdere la voglia di sesso

VEDI ANCHE

Anche lui può perdere la voglia di sesso

Ti senti stressata

Quando si è sottoposti a periodi di forte stress, aumentano i livelli del cortisolo, l’ormone dello stress. Poiché l’intero sistema endocrino è interconnesso, questo può far sì che anche gli ormoni che influenzano il tuo interesse per il sesso, come il testosterone e gli estrogeni, vadano in tilt.

Per alcune persone lo stress elevato può funzionare come un afrodisiaco. Ma per la maggior parte non è così. In questi casi, trovare modi per affrontare lo stress può aiutare. La meditazione, la consapevolezza, la respirazione profonda, lo yoga, il movimento e la riduzione dell’assunzione di caffeina possono rivelarsi utili.

Sei entrata in una fase di asessualità

La nostra sessualità può evolvere nel tempo. Alcune persone dopo i vent’anni potrebbero essere interessate a sesso meno perverso, mentre altre cercano appuntamenti molto hot. La sessualità di un individuo può anche evolversi in modo da ritrovarsi nello spettro dell’asessualità, dove non si prova attrazione sessuale regolare, talvolta non la si prova affatto.

In questi casi può essere utile capire l’attuale rapporto del partner asessuale con il sesso. Alcune persone ne hanno repulsione, altre sono “neutre” dal punto di vista sessuale. Chi appartiene a quest’ultimo campo può scegliere di fare sesso con il partner nonostante non provi attrazione sessuale, per una serie di motivi come i benefici antistress dell’orgasmo o l’intimità che ne deriva. In ogni caso, è fondamentale una combinazione di autoconsapevolezza, comunicazione chiara ed empatia.

Sesso, le posizioni che fanno più paura agli amanti: lo studio

VEDI ANCHE

Sesso, le posizioni che fanno più paura agli amanti: lo studio

Coppie bianche per problemi di salute

Condizioni di dolore cronico, problemi di salute fisica o mentale non affrontati, cambiamenti di farmaci o effetti collaterali e cambiamenti ormonali possono portare a una diminuzione dell’attività sessuale all’interno delle relazioni.

Condizioni come il diabete, il cancro e le malattie cardiache possono ridurre la libido. Anche la gravidanza, il postpartum, l’allattamento, la perimenopausa e la menopausa sono spesso momenti in cui una persona potrebbe sperimentare una diminuzione dell’interesse per il sesso. Parlarne con il proprio medico potrebbe essere una buona idea.

C’è una disconnessione emotiva.

La connessione emotiva tra i partner è fondamentale per una vita sessuale appagante. La mancanza o la diminuzione del legame emotivo può comportare una diminuzione del desiderio e dell’attività sessuale. In questi casi si diventa “coppie bianche”.

Riproduzione riservata