Capodanno cinese: l'anno del Drago

Capodanno cinese 2024: si festeggia l’anno del Drago

Il 10 febbraio si festeggia il Capodanno cinese. Si entrerà nell'anno del Drago, segno sinonimo di potere magnanimo, forza ed armonia

La Cina e larga parte dell’Asia si preparano a celebrare il momento più atteso e magico dell’anno, quello del Capodanno cinese (anche noto come Festa di Primavera). Le celebrazioni avranno inizio dalla vigilia del Capodanno, il 9 febbraio, e dureranno ben 14 giorni, quando la tradizionale Festa delle Lanterne del 24 febbraio chiuderà i festeggiamenti.

Italia: il Paese più gettonato dai turisti cinesi

VEDI ANCHE

Italia: il Paese più gettonato dai turisti cinesi

Il Drago, simbolo di successo e fortuna

Il 10 febbraio l’anno del Coniglio lascerà spazio a quello del Drago di legno (ogni 12 anni al segno si alterna anche uno dei cinque elementi naturali cinesi: metallo, acqua, fuoco, legno, terra), quinto animale dello zodiaco cinese. Associato alla Terra Yang e al colore verde, Il Drago di legno è sinonimo di potere magnanimo, forza ed armonia.

L’arrivo del Drago bacia i nati nel suo segno con doti di grande carisma e con un destino illustre e fortunato. Secondo l’oroscopo cinese, il 2024 sarà un anno votato alla collaborazione, alla crescita e al progresso, ma anche alle sfide e alle difficoltà. Per i nati sotto il segno del Drago, sarà un anno di pazienza e tenacia, ma anche di opportunità da cogliere.

Breve storia dei cinesi d’Italia

VEDI ANCHE

Breve storia dei cinesi d’Italia

Milioni di cinesi in viaggio

Milioni sono i cinesi che si sono messi in viaggio lasciando le grandi città per tornare a casa e festeggiare il Capodanno con i propri familiari. Una ricorrenza sentita particolarmente quest’anno proprio grazie al segno del Drago, simbolo molto importante nella cultura cinese. Sono tante le coppie che sperano di avere un figlio sotto “la sua protezione”, in quanto si ritiene che il drago sia dotato di poteri magici, porti fortuna e successo (nell’antica Cina si riteneva che gli imperatori fossero discendenti proprio dei draghi). L’ultimo anno del drago era caduto nel 2012; il prossimo, quello del Drago di fuoco, si ripresenterà nel 2036.

Capodanno cinese: l'anno del Drago

La storia del Capodanno cinese

Il Capodanno cinese ha una storia lunga di oltre 4000 anni. La sua origine è legata alle leggende e alle tradizioni della cultura cinese antica. La festa ha radici nei riti per esorcizzare gli spiriti maligni e per augurarsi una buona fortuna e abbondanza nel nuovo anno. La data del Capodanno coincide con il primo giorno del calendario cinese. Sul calendario gregoriano (in uso in Occidente) cambia ogni anno, ma è sempre compresa tra il 21 gennaio e il 20 febbraio.

Lanterne cinesi

VEDI ANCHE

Lanterne cinesi

Tradizioni e costumi

Nel corso dei secoli, il Capodanno cinese ha sviluppato alcune tradizioni fisse, molte delle quali sono ancora praticate oggi. Per i primi tre giorni dell’anno, ad esempio, si crede che fare le pulizie o lavarsi i capelli “spazzi via la cattiva sorte“. D’obbligo poi il “pacchetto rosso” (Hong bao) ai bambini, un modo per augurare loro felicità e fortuna. E ancora la danza del drago e del leone, l’omaggio agli dei e agli antenati, la preghiera per la fortuna e la prevenzione delle calamità, le processioni dei templi e le parate con tamburi e gong.

Capodanno cinese: le iniziative

In occasione delle celebrazioni non solo comunità cinese, ma tutti i cittadini sono invitati a partecipare ad iniziative a tema in molte città d’Italia. Milano, dove vive una delle più grandi comunità di cinesi d’Italia, ospiterà all’Arco della Pace la tradizionale Parata del Drago. Qui, tra balli tradizionali e spettacoli, a partire dalle 14 si potrà festeggiare l’inizio dell’anno lunare.

Anche Roma (gemellata con Pechino da più di 25 anni) celebrerà il Capodanno in piazza Vittorio Emanuele II sabato 17: la sfilata partirà dalla piazza e poco fuori città si terrà anche il Lanternia, il Festival Internazionale delle Lanterne Giganti (al Bosco delle Favole di Cassino).

La più numerosa comunità cinese d’Italia si trova a Prato, in Toscana, dove la festa è cominciata con due settimane d’anticipo e terminerà solo il 18 febbraio. A Torino, domenica 11 febbraio dalle 12 alle 13 e dalle 17 alle 18 il MAO (Museo Arte Orientale) ospiterà l’evento musicale Frammenti e un laboratorio. Domenica 18 invece, dalle ore 15 alle 19 presso il Mercato Centrale, ANGI e Associazione Forze delle donne organizzano la sfilata in abiti tradizionali, con esibizioni artistiche e un laboratorio per la produzione di ravioli cinesi. Ma i festeggiamenti più originali solo quelli di Venezia, dove il Carnevale sarà dedicato all’Oriente in occasione dei 700 anni dalla morte di Marco Polo.

Il Capodanno Cinese di McArthur Glen

In occasione del Capodanno lunare, McArthurGlen Serravalle Designer Outlet si unisce alla comunità cinese nei festeggiamenti con uno straordinario programma di attività e promozioni. Il Designer Outlet si trasforma per l’occasione, ricreando le atmosfere asiatiche: dal 2 all’11 febbraio i visitatori saranno accolti in un’esperienza suggestiva con installazioni a tema.

Il 10 febbraio si terranno una serie di eventi live con la partecipazione di artiste calligrafe che realizzeranno card di auguri personalizzate e una spettacolare parata “La Danza del Drago e dei Leoni”.

Riproduzione riservata