La tv di Mediaset diventa on demand

Arriva sulle reti Mediaset una piccola rivoluzione tecnologica. Che permetterà di guardare la tv in ogni momento e ovunque

C'è una piccola rivoluzione nel mondo della tv e partirà tra poco sui canali Mediaset. Alla presentazione dei palinsesti per l'autunno tra le altre novità annunciate da Pier Silvio Berlusconi, Vicepresidente e Amministratore delegato di Mediaset, c'è anche l'arrivo di Mediaset Play. In pratica una tv on demand dove, col telecomando della smart tv o col telefonino, puoi interagire con i programmi che preferisci. Un po' come già si fa con le pay tv o con le tv online. Ma senza parabola o decoder. E soprattutto gratis. «Vogliamo realizzare contenuti vivi cioè la tv generalista che entra nel mobile» ha detto Pier Paolo Cervi, direttore business digitale. 

Come funziona?

Stai seguendo per esempio Il grande fratello e ricevi una telefonata? Puoi mettere la funzione pausa e poi ripartire.

Sei sui mezzi o in palestra? Puoi seguire i programmi sul telefonino grazie a una app e poi, una volta a casa, inviarlo sulla tv con il wifi (funzione Tv cast)

Sei in viaggio? Scarica il programma o la fiction e guardala poi in modalità offline.

Connessi e aggiornati sempre

Il mondo della tv è presente in ogni momento della giornata grazie a continui aggiornamenti con il live tv blogging (piccoli approfondimenti giornalieri) e notifiche personalizzate. Le inchieste de Le Iene per esempio si potranno seguire passo passo, con arricchimenti ed esiti che vanno al di là della messa in onda, solo ricevendo notizie sullo smartphone.

Con le chatbot (i programmi che simulano una conversazione fra un robot e un essere umano), che sono state introdotte per rispondere a domande e curiosità sul mobile proprio come quando si cercano le news su Internet, si ottengono risposte come su WhatsApp. Vuoi conoscere il nome di chi è stato eliminato ad Amici? La chatbot ti risponde all'istante. Oppure sapere che tempo farà? Chiedi alla chatbot di meteo.it.

Contenuti e aggiornamenti diventano così disponibili sempre. E la tv generalista, si adegua a un mondo, anche dell'intrattenimento, in evoluzione.

Sì, perché c'è un'altra novità che emerge dalla presentazione: la tv dei canali Mediaset va incontro agli spettatori più giovani e raccoglie il loro consenso. Quella fascia di utenti dai 15 ai 44 anni a cui piace guardare la tv. Ma la vuole sempre più "tagliata" sulle proprie esigenze.



Riproduzione riservata