Gli elisir di lunga vita, secondo Geppi Cucciari

Credits: Olycom
di

Geppi Cucciari

Un'opinione di:
Sarda «con orgoglio», dopo la laurea in Legge a Milano, è entrata a far parte del famoso...

La mappa dei luoghi della longevità conferma le regioni in cui è più alto il rischio che la torta di compleanno diventi un rogo: Okinawa, Grecia, Costarica e la mia Sardegna. Gli elementi comuni sono il cibo, l’attività fisica e un po’ di ottimismo.

Sappiamo da tempo che non mangiare tutto ciò che ci attraversa la mente è cosa buona, così come dedicarsi ogni giorno ad attività motorie che vadano oltre la roteazione dei polsi per sciogliere lo zucchero nel caffè o i piegamenti sulle cosce per prendere gli alimenti (spero non i biscotti) dagli scaffali più bassi del supermercato.

È saggezza comune anche che sia utile vedere le cose, se proprio rosa, neppure color topo. Infine, conta la “propensione per la convivialità”, ossia il dialogo durante la condivisione dei pasti. Nelle grandi città, tra pause pranzo ridotte, corsi di Pilates alle 13 e tendenza perenne alla dieta, non è facile. Ma mangiare insieme agli altri può regalare qualche mese in più. Di sicuro qualcosa in più da raccontare.

Scrivi a dilatua@mondadori.it

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te