ragazzo beve alcolici

Alcol e minorenni: Gran Bretagna peggior Paese al mondo

Uno studio dell’Organizzazione mondiale della sanità ha messo in luce quanto l'alcol sia un problema grave e molto diffuso anche fra i giovanissimi. Allarmante la situazione in Gran Bretagna

Allarme in Gran Bretagna sul consumo di alcol da parte dei giovanissimi. Secondo un rapporto dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), oltre la metà degli adolescenti di Inghilterra, Scozia e Galles ha bevuto alcol prima dei 13 anni.

Alcol, i Paesi dove si beve di più (e le donne superano gli uomini)

VEDI ANCHE

Alcol, i Paesi dove si beve di più (e le donne superano gli uomini)

Alcol e giovanissimi, un studio su 44 Paesi

Lo studio, uno dei più grandi nel suo genere condotto dall’Oms, ha esaminato i dati relativi al 2021 e al 2022 riguardanti 280mila adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 15 anni. Ai ragazzi, provenienti da 44 paesi, sono state chieste informazioni sul consumo di alcol, sigarette e svapo.

birra

Oltre la metà dei giovani britannici inizia a bere a 13 anni

L’analisi dell’Oms ha evidenziato la situazione preoccupante di abuso di alcol da parte dei minorenni britannici. Lo studio ha incluso dati relativi a oltre 4mila giovani inglesi e altrettanti di Scozia e Galles. Più di un terzo dei ragazzi (35%) e delle ragazze (34%) ha dichiarato di avere bevuto alcolici all’età di 11 anni. A 13 anni, la percentuale in Inghilterra sale al 57% per le ragazze e al 50% per i ragazzi, il tasso più alto incluso nell’indagine.

In Inghilterra, oltre la metà delle ragazze (55%) e dei ragazzi (56%) provenienti da famiglie ad alto reddito ha dichiarato di avere bevuto alcol. Le percentuali tra i ragazzi provenienti da contesti a basso reddito scendono al 50% per le ragazze e al 39% per i ragazzi. L’analisi ha, inoltre, rilevato che in Gran Bretagna le ragazze di età compresa tra 13 e 15 anni bevono, fumano e svapano più dei ragazzi della stessa età. Il 40% delle ragazze in Inghilterra e Scozia hanno svapato prima dei 15 anni, e lo hanno fatto a un tasso più elevato rispetto a paesi come Francia e Germania.

Nuovo codice della strada, tolleranza zero su telefoni e alcol al volante

VEDI ANCHE

Nuovo codice della strada, tolleranza zero su telefoni e alcol al volante

Alcol e adolescenti, i rischi per lo sviluppo del cervello

“L’uso diffuso di sostanze nocive tra i giovanissimi in molti paesi della regione europea rappresenta una grave minaccia per la salute pubblica”, ha detto Hans Kluge, direttore regionale dell’Oms per l’Europa. “Considerando che il cervello continua a svilupparsi anche dopo i 25 anni”, ha spiegato, “gli adolescenti devono essere protetti dagli effetti di prodotti tossici e pericolosi. Sfortunatamente, i bambini oggi sono costantemente esposti al marketing online mirato di prodotti dannosi, mentre la cultura popolare, come i videogiochi, li normalizza”.

Allarme pregabalin, il farmaco usato come droga

VEDI ANCHE

Allarme pregabalin, il farmaco usato come droga

“I risultati dello studio sono preoccupanti”

Jo Inchley, dell’Università di Glasgow, ha affermato che i risultati dello studio sono “preoccupanti” poiché dimostrano che il Regno Unito ha uno dei peggiori tassi al mondo di consumo di alcol e fumo da parte dei minorenni. “Stiamo assistendo a livelli davvero elevati di iniziazione precoce al bere tra ragazzi e ragazze in Inghilterra“, ha detto Inchley, “perché questo valore sia molto più alto rispetto ad altri paesi, non lo so davvero, ma è certamente qualcosa che dobbiamo considerare e affrontare”.

Dipendenza dal fumo, donne più a rischio: ecco perché

VEDI ANCHE

Dipendenza dal fumo, donne più a rischio: ecco perché

Riproduzione riservata