Celine Dion: “Ho nascosto la malattia per 17 anni, gli spasmi mi hanno rotto le costole”

Per anni ha combattuto in silenzio, nascondendo al pubblico la malattia che la stava consumando. Solo nel 2022 Celine Dion ha trovato la forza di rivelare al mondo di essere affetta dalla sindrome della persona rigida, una rara patologia neurologica che causa rigidità e spasmi muscolari dolorosi, che le hanno addirittura rotto le costole.

La prima intervista di Celine Dion

Dopo ben due anni dall’annuncio della malattia Celine Dion ha rilasciato la sua prima intervista. Alla NBC News la cantante ha descritto i sintomi devastanti della malattia, che colpiscono tutto il suo corpo, dalla gola alle costole. Per la prima volta ha raccontato alcuni dettagli che non aveva mai svelato prima e fanno comprendere esattamente il dolore che sta vivendo da tantissimi anni.

Celine Dion racconta la sua malattia: “Spero in un miracolo”

VEDI ANCHE

Celine Dion racconta la sua malattia: “Spero in un miracolo”

La confessione di Celine Dion dopo 17 anni

Fino ad ora i fan di Celine Dion pensavano che la malattia dell’artista fosse recente. In realtà non è così. Nell’intervista rilasciata alla NBC News, la cantante ha, infatti, raccontato di aver aspettato ben 17 anni prima di rivelare al pubblico la sua sindrome. Una battaglia silenziosa che ha combattuto per tantissimo tempo. Ha ammesso che “mentire ai fan era diventato un peso troppo grande da sopportare per lei”. Credeva di doversi comportarsi come un “eroe”, mentre sentiva come se il suo “corpo la stesse lasciando”. La cantante ha poi aggiunto che quando si è accorta per la prima volta che qualcosa non andava, ha sottovalutato la situazione: “Non sapevo cosa stesse succedendo. Non mi sono presa il tempo… Avrei dovuto fermarmi, prendermi il tempo per capirlo”. 

La rottura delle costole

I sintomi della sindrome della persona rigida hanno colpito violentemente Celine Dion. La star ha spiegato che per lei è complicato controllare gli spasmi. “Possono anche essere nell’addome, nella colonna vertebrale o nelle costole. A un certo punto mi sono rotta delle costole perché gli spasmi, quando sono molto violenti, possono rompere alcune costole. Se punto i piedi rimarranno bloccati. Se cucino – perché amo cucinare – le mie dita e le mie mani rimarranno in quella posizione”. 

Celine Dion racconta in un documentario la sua vita con la Sindrome della Persona Rigida

VEDI ANCHE

Celine Dion racconta in un documentario la sua vita con la Sindrome della Persona Rigida

La terapia per continuare a cantare

Ma Celine Dion non ha nessuna intenzione di arrendersi. La star si sta, infatti, impegnando con tutte le sue forze per tornare a cantare davanti ai suoi milioni di fan. La cantante ha raccontato che si sta sottoponendo a una “terapia atletica, fisica e vocale” cinque giorni alla settimana per combattere i sintomi. Ha rivelato che per lei “è difficile cancellare uno spettacolo. Lavoro duro ogni giorno, ma devo ammettere che è una lotta. Mi mancano così tanto le persone”.

Cos’è la sindrome della persona rigida

La sindrome della persona rigida è una malattia neurologica, di natura autoimmune, che causa rigidità e spasmi muscolari a livello di tronco e arti. Si tratta una rara forma di neuropatia periferica ad insorgenza lentamente progressiva, con tratti di miopatia, che coinvolge spesso anche il sistema nervoso centrale (cervelletto e secondo motoneurone o neurone motorio inferiore e spinale). La patologia è spesso secondaria e correlata ad altre neuropatie, miopatie o patologie.

Céline Dion, precipitano le condizioni di salute: “Non controlla più i muscoli”

VEDI ANCHE

Céline Dion, precipitano le condizioni di salute: “Non controlla più i muscoli”

Riproduzione riservata