Talloni a prova di slingback


Basso, alto o con il tacco a rocchetto, scegli tu il modello che preferisci. L’importante è che i tuoi sandali siano aperti dietro. Il che impone piedi morbidi e levigati, a partire dai talloni. Scopri i gesti giusti (anche last minute) per metterli a nudo

Le scarpe più desiderate del momento, le più cliccate sui social? Senza dubbio sono le slingback, quelle décolletées aperte sul retro, tenute ferme solo da un cinturino sottile che lasciano completamente scoperto il tallone. Bastano loro per rendere il look glam. Quali scegliere? Le kitten heels, da gattina, con il tacco mini a rocchetto, sono perfette dalla mattina alla sera con qualsiasi stile. Di tendenza anche quelle piatte, comodissime. Non mancano poi le slingback con tacco a stiletto che rendono il passo felino. Altezza a parte, attenzione però: anche se la punta è coperta, non devi trascurare la cura dei piedi. Il tallone parla da solo: deve essere liscio e levigato, morbido come quello dei bambini. Ti stai chiedendo come raggiungere l’obiettivo? Ecco le dritte dell’esperta.

Talloni osservati speciali

I bebè li hanno lisci e morbidissimi. Difficile mantenerli così quando si cresce: a provocare l’ispessimento della pelle dei piedi è infatti l’usura e non a caso i runner sono i più a rischio di ipercheratosi del tallone, disturbo che colpisce maggiormente chi macina tanti chilometri. «La zona con l’età tende a indurirsi sempre di più» spiega Paola Poloniato, del Centro Estetico Repubblica di Milano. «È la reazione fisiologica alla pressione costante, una sorta di protezione che il corpo mette in atto e che fa sì che la pelle diventi spessa e dura. Oltre agli sportivi, l’ipercheratosi tende a colpire anche le persone sovrappeso: i chili in più non aiutano. Infine, incide anche il tipo di calzature: quelle rasoterra, troppo alte o troppo strette peggiorano la situazione.

Barefooting: a piedi nudi nel parco per migliorare muscoli e articolazioni

VEDI ANCHE

Barefooting: a piedi nudi nel parco per migliorare muscoli e articolazioni

Rimedi salvapelle

Per mantenere i talloni sempre morbidi, è importante dedicare loro attenzioni costanti. «Una beauty routine mirata è quello che ci vuole» suggerisce l’estetista. «Il classico pediluvio è il trattamento preventivo più indicato. Ma perché funzioni davvero va effettuato tutte le sere o almeno a giorni alterni, aggiungendo all’acqua calda un cucchiaio o due di bicarbonato che ha un’azione antinfiammatoria. In alternativa, ci sono sali specifici che sfruttano anche la presenza di sostanze come mentolo, timo, menta piperita ed eucalipto, fantastici d’estate perché sono anche rinfrescanti». Dopo il classico “ammollo” si passa una pietra pomice. «Quelle ricavate da roccia vulcanica naturale hanno proprietà abrasive che consentono di esfoliare con più efficacia». Ultimo passaggio: applicare una crema per evitare le screpolature e mantenere elastica la pelle dei talloni, da massaggiare insistendo sulle zone più spesse. Quale preferire? «Funzionano bene le formule a base di urea ad alta concentrazione, dal 30 al 50%, che sono in grado di attenuare in fretta le desquamazioni» conferma l’estetista.

Pediluvio fai da te: cinque ricette naturali per piedi bellissimi!

VEDI ANCHE

Pediluvio fai da te: cinque ricette naturali per piedi bellissimi!

SOS talloni: i trattamenti strong

Se non viene idratato con regolarità, il film idrolipidico si altera. Conseguenze? La pelle diventa meno flessibile e rischia di “rompersi”: quante volte l’hai visto succedere soprattutto sui talloni? «Si formano proprio così quei taglietti verticali, le ragadi che, oltre a essere antiestetiche, sono anche molto dolorose» avvisa l’esperta. «Se sono profonde, possono addirittura sanguinare, con il rischio che la zona si infetti». Per questo, è molto importante intervenire subito e nel modo giusto. «Quando la pelle è infiammata, mai usare lima o raspa: la situazione potrebbe peggiorare» raccomanda l’estetista. Per favorire la cicatrizzazione, aiutati con la vitamina E concentrata, in gocce oppure in spray, da applicare ogni sera finché la pelle si ripara bene. Nei centri estetici, invece, puoi richiedere un trattamento agli Aha: vengono utilizzati cocktail a base di diversi acidi: lattico, salicilico e glicolico che aiutano, a rimuovere la pelle ruvida e fanno anche da booster al ricambio cellulare, assicurando un aspetto più giovane a tutto il piede.

Nel beauty

crema levigante per i talloni

Per favorire il ricambio cellulare ed eliminare ispessimenti e ruvidità c’è la Crema Levigante per Piedi Screpolati di L’Erbolario (12,90 euro) con alfa idrossiacidi, olio di mandorle dolci e vitamina E.

I sali del Pediluvio Defaticante e Rinfrescante di Bottega Verde (18 euro), a base di olio essenziale di timo, tolgono la stanchezza e ammorbidiscono i talloni.

crema emolliente per i talloni

Con tea tree oil, bisabololo ed estratto di calendula, Ragamed Plus di Tecniwork (13,80 euro, su esteta.it) svolge un’azione rigenerante emolliente e lenitiva.

raspa per i talloni

Perfetta per eliminare gli ispessimenti, la raspa di MiaCalnea (10,90 euro, su liki24.it) ha un’abrasività 80/100.

Con la lima elettrica Rio (39,90 euro, con diverse testine, su Qvc.it) levighi i talloni senza fatica.

crema per i talloni

Formula nutriente e profumo di cocco per la Crema Piedi di Royal Beauty (6,90 euro, con un paio di calzini).

crema per i talloni

The Ritual of Jing foot di Rituals (12,90 euro) è un balsamo idratante al profumo
di legno di sandalo e lavanda.

Balsamo Ristrutturante Rigenerazione Talloni Screpolati di Scholl (13,50 euro, in farmacia), con oli essenziali di menta e lavanda e sali di Epsom, è in pratico formato stick.

crema per i talloni

L’acido salicilico e l’acido lattico della Crema Piedi Rigenerante di CeraVe (13,89 euro, in farmacia) esfoliano, mentre le ceramidi ripristinano la barriera cutanea.

Riproduzione riservata