Viaggio

Bleisure travel: cos’è il trend che unisce business e piacere

Integrare viaggi d'affari con attività di svago è una pratica sempre più in voga, soprattutto tra gli under 35. A trarne i benefici non sono solo i lavoratori, ma anche le aziende

Viaggiare per lavoro e andare in vacanza nello stesso momento si può e anzi è una tendenza sempre più in voga. Il fenomeno si chiama Bleisure travel, termine che coniuga “business” e “leisure“, e integra viaggi d’affari con attività di svago. Negli ultimi cinque anni i bleisure traveler sono raddoppiati e la maggior parte di loro ha meno di 35 anni.

Cos’è il Bleisure travel

Per Bleisure travel si intende un viaggio di lavoro combinato a una vacanza. Si tratta di estendere un viaggio lavorativo per includere giorni di vacanza o di portare con sé familiari e amici durante un meeting aziendale. È una formula che viene apprezzata e scelta da chi, per motivi di business, si trova spesso fuori casa e, terminato il lavoro, decidere di prendersi qualche giorno in più per per riposarsi o scoprire un posto nuovo.

Ageismo al lavoro: la più discriminata è la Generazione X

VEDI ANCHE

Ageismo al lavoro: la più discriminata è la Generazione X

I benefici del Bleisure travel

I benefici che i lavoratori e le lavoratrici traggono dalla scelta di un Bleisure travel sono diversi. Innanzitutto staccare la spina per almeno 48 ore sembrerebbe aiutare a concentrarsi meglio una volta tornati in ufficio. Liberarsi da meeting, convegni, incontri professionali per alcuni giorni aiuta a diminuire il livello di stress e ansia. Inoltre la scoperta di una località nuova rigenera la mente e rende il professionista più produttivo quando tornerà al lavoro, soprattutto se in compagnia del partner o della famiglia.

I vantaggi per le aziende

Anche le aziende possono trarre dei vantaggi da questo fenomeno sempre più in voga. Sfruttando i Bleisure travel, in virtù della diminuzione del livello di stress e ansia, i dipendenti saranno più motivati e produttivi. E questo è ovviamente un fattore a favore dell’azienda datrice di lavoro. Ma non solo: il morale dei lavoratori sarà più alto e questo porta, tra le altre cose, a una maggiore fidelizzazione nei confronti dell’impresa.

Estate 2024: scegli un viaggio avventura

VEDI ANCHE

Estate 2024: scegli un viaggio avventura

Bleisure travel in aumento

Negli ultimi cinque anni questo fenomeno è in costante aumento: i bleisure traveler sono, infatti, raddoppiati e la maggior parte di loro ha meno di 35 anni. Spesso sono proprio le aziende a proporre ai propri impiegati di partire un paio di giorni prima per ambientarsi alla nuova realtà, prepararsi con calma in previsione del meeting, adattarsi a un eventuale fuso orario o combattere lo stress pre-riunione.

Come organizzare un viaggio lavoro/vacanza

Per poter godere al meglio del Bleisure travel è importante scegliere la destinazione giusta, tenendo in considerazione la vicinanza a luoghi di interesse turistico e la disponibilità di attività di svago. Se si vuole risparmiare, è bene poi prenotare voli e hotel con largo anticipo, soprattutto in alta stagione. Visto il poco tempo a disposizione è necessario riuscire a equilibrare bene impegni lavorativi con attività di svago. Infine, bisogna sempre informare l’azienda in anticipo sui propri piani di viaggio Bleisure.

Chronoworking, quando sei più produttiva sul lavoro?

VEDI ANCHE

Chronoworking, quando sei più produttiva sul lavoro?

Tutto il necessario in un trolley

Quando si viaggia solo per lavoro la tendenza è quella di portare con sé soltanto la classica valigetta 24 ore. Ma se al business si vuole unire una piccola vacanza allora sarà necessario procurarsi un trolley. Per la maggior parte dei bleisure traveler un semplice trolley, oltre al fatto di essere abbastanza capiente e organizzato in diversi scomparti per suddividere il look business da quello casual, è un compagno di viaggio pratico e comodo perché si può trasportare ovunque grazie alle sue rotelle, anche durante i tour turistici a spasso per le città d’arte e cultura.

Riproduzione riservata