Una mamma per amica: le citazioni più belle e gli insegnamenti del telefilm

frasi una mamma per amica gilmore girls Credits: Netflix
01/13
Foto
frasi una mamma per amica gilmore girls

Lorelai e Rory rimangono impresse nella memoria degli innumerevoli fan

Una mamma per amica

Una mamma per amica – il cui titolo originale è Gilmore Girls – è andata in onda per sette anni, dal 2000 al 2007, per un totale di sette stagioni, e rappresenta ancora oggi uno dei più brillanti esempi a livello di sceneggiatura. Il suo successo è stato così grande e la serie è diventata così iconica che Netflix per il suo catalogo ha prodotto Gilmore Girls: A Year in the Life, non una stagione vera e propria, ma quattro entusiasmanti puntate che hanno fatto la gioia dei fan.

Se sei una delle due persone sulla terra che davvero non ha idea di cosa parli Una mamma per amica, eccoti un veloce recap!

Ambientata nell’immaginaria cittadina di Stars Hollow (Connecticut), Una mamma per amica racconta le vicende delle due ragazze Gilmore, Lorelai (Lauren Graham) e Rory (Alexis Bledel), madre e figlia unite da un legame molto profondo e alle prese con ogni genere di avventura sentimentale, lavorativa, di crescita.

La serie ha ricevuto consensi sia per i suoi famosi dialoghi, originali, brillanti, velocissimi, scanzonati, ricchi di humor intelligente e mai banale, che per i temi trattati (le relazioni familiari, l’amicizia, l’amore, il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, la distanza generazionale), che – infine – per le performance degli attori che componevano il cast.

Per questi motivi, oltre ai vari premi e nomination conquistati, è stata inserita nella lista dei 100 migliori telefilm di sempre da parte della rivista TIME nel 2007. Non male, no?

Del resto se hai visto tutte le stagioni di Gilmore Girls, sai che sia Lorelai e Rory ci hanno davvero insegnato molto, fatto ridere e piangere (perché sì, Una mamma per amica è anche commovente!) e per questo non possiamo proprio dimenticarli!

Una mamma per amica: 10 frasi e 10 insegnamenti delle Gilmore Girls

Credits: Netflix

In amore vince chi ha più pazienza… e chi è se stesso

Lorelai e Luke (Scott Patterson) impiegano anni prima di arrivare al loro primo appuntamento, quattro stagioni di “dico – non dico”, scaramucce, litigi, riappacificazioni e innumerevoli caffè e torte trangugiate al ristorante del poveretto, che ancora si domanda come abbia fatto a resistere tutto questo tempo di fronte alla parlantina della giovane mamma. Lorelai, dal canto suo, non ha mai avuto paura di dire quello che pensava a un uomo – anche ciò se voleva dire sembrare una bambina di 8 anni nel corpo di una donna di 30: che siano state proprio la sua spontaneità e la sua schiettezza, mixate a una buona dose di sana follia, a non aver fatto desistere il burbero, ma in fondo timido e segretamente innamorato Luke?

Credits: Netflix

A volte non si può negare l’evidenza

E si può avere una comunicazione senza filtri con l'altra metà della mela! (Ma non sempre)

Lorelai: “Posso fare una domanda stupida?”
Luke: “Non sei mai stupida...”
Lorelai: “Come esce l'inchiostro dalle penne?”
Luke: “... e invece qualche volta lo sei!”

Credits: Netflix

Anche i bad boy possono diventare good

La storia di Rory con Jess (Milo Ventimiglia) è abbastanza (a)tipica: lui è infatti l'incarnazione del classico ragazzaccio inaffidabile un po’ playboy, completamente diverso dai suoi standard di scolaretta perfetta, abituata ai massimi voti e cresciuta in un ambiente che l’ha sempre coccolata e protetta.

Con il passare del tempo e delle stagioni, però – anche grazie all’influenza positiva della protagonista secchioncella – lui sboccia e si evolve, passando da immaturo ribelle ad autore di successo. Cosa dobbiamo dedurne? Che le apparenze possono ingannare, ma questo non implica necessariamente impuntarsi e ostinarsi a vedere del buono in persone o  situazioni che – per quanto ci si possa sforzare – non cambieranno mai come noi desideriamo.

Credits: Netflix

La saggezza non ha età

Rory non è mai stata una ragazza come le altre, ha sempre avuto la testa sulle spalle e, malgrado la sua giovane età, talvolta è stata capace di guardare più lontano di tutti, anche dei "grandi".

“Sto attraversando uno di quei momenti, quando tutto è perfetto e meraviglioso a tal punto da sentirti quasi triste, perché niente potrà mai essere più così bello.”

(Rory a Jess)

Credits: Netflix

I gusti musicali da hipster delle Gilmore Girls

I più attenti e appassionati fan si ricorderanno sicuramente le perle di indie rock che la serie ha disseminato per sette stagioni. Rory ha più volte dimostrato di essere una grande fan di Sonic Youth, Franz Ferdinand, Belle and Sebastian, e tutti gli appassionati del genere ricordano la scena in cui – una volta arrivata alla Chilton – seduta da sola in una caffetteria, ascolta "Know Your Onion" degli allora sconosciuti Shins, balzati agli onori della critica musicale negli anni successivi. Lorelai aveva gusti invece più anni Ottanta, che spaziavano da XTC, The Go-Go’s, fino a The Bangles: che dire, le ragazze erano hipster molto prima che pantaloni risvoltati e camice di flanella ricominciassero a spuntare in ogni dove.

Credits: Netflix

L’ironia è un antidoto alla noia del quotidiano

Lorelai: “Questa si che è carina.”
Emily: “Che cosa sarebbe?”
Lorelai: “È una borsa a forma di chitarra, è l'ideale.”
Emily: “Ideale per chi?”
Lorelai: “Per Rory.”
Emily: “Ma che ci fa con quest'affare?”
Lorelai: “Ci mette le sue cose quando esce.”
Emily: “Ma chi ci uscirebbe in pubblico? Cosa penseranno di lei?”
Lorelai: “Che ci tiene dentro un mitra, ovviamente.”

Credits: Netflix

Sbandare è concesso… a patto poi di tornare in carreggiata

Ne sa qualcosa Rory, quando all’università si innamora e inizia a frequentare il ricco, viziato e arrogante Logan (Matt Czuchry), che in seguito a varie peripezie – anche di natura familiare – arriverà a farle dubitare di tutto ciò per cui ha studiato, lottato e in cui ha creduto sin dall’infanzia. Ciò porterà la giovane protagonista a scontrarsi apertamente anche con Lorelai, e sarà necessario un lungo periodo per metabolizzare l’accaduto e tornare a riappropriarsi della vita che le stava sfuggendo dalle mano, insieme ai rapporti con le persone che di più amava.

Alla fine, Rory rifiuterà la proposta di matrimonio di Logan perché si rende conto di non essere un tipo da compromessi e di non avere alcuna intenzione di mettere da parte i suoi sogni e la sua carriera da giornalista per un ragazzo, per quanto belloccio e affascinante questo fosse.

Credits: Netflix

L’educazione prima di tutto

Lorelai: “Insomma, ti ha baciata e tu hai detto "grazie"?”
Rory: “Sì.”
Lorelai: “Beh, sei stata molto gentile.”

Credits: Netflix

Sostenere gli amici, sempre

“Sookie... Guardami... ci sono un sacco di persone in questo mondo che non avrebbero dovuto diventare genitori. Il signor e la signora Hitler, per esempio. Anche i Bin Laden avrebbero fatto meglio a guardare la TV quella sera. Richard e Emily sarebbero dovuti andare al teatro quella sera invece di procreare, ma tu non devi preoccuparti... sarai una mamma stupenda!”

(Loreai a Sookie – Melissa McCarthy – quando quest’ultima, in preda al panico, le dice di essere incinta)

In Una mamma per amica ci sono alcune delle frasi più belle sull'amicizia.

Credits: Netflix

Seguire sempre il proprio cuore

Lane Kim (Keiko Agena) è senza dubbio il personaggio più inaspettatamente punk della serie tv: la migliore amica di Rory proviene da una famiglia di coreani tradizionalisti, intransigenti e fissati con la religione, di fronte ai quali lei è costretta a nascondere la sua viscerale e profonda passione per la musica rock. Batterista in una band, con cui si esibisce in gran segreto dai genitori, si innamorerà del cantante Dave Rygalski (Adam Brody), che bacerà nientepopodimeno che sulle note di “The man who sold the world” di David Bowie. Quando Dave si trasferisce in California per proseguire gli studi, il suo posto viene preso da Gil (interpretato da Sebastian Bach, frontman degli Skid Row), e in un atto estremo di ribellione, Lane rompe i rapporti con la madre e si trasferisce in un appartamento condiviso con gli altri membri del gruppo, in pieno stile da contestatrice con l’anima rock and roll.

Credits: Ansa

La mamma è (e sarà sempre) la mamma

“Io abito in 2 mondi uno è quello dei libri, ed è un mondo gratificante. Ma il mio secondo mondo è più gratificante. È pieno di personaggi meno eccentrici, però molto più veri, fatti di carne ed ossa, pieni di amore e sono le vere ispirazioni per tutto il resto. Richard ed Emily Gilmore sono persone affidabili, brave e generose. Sono i miei due pilastri, senza di loro non potrei stare in piedi. Sono fiera di essere la loro nipote, ma l'ispirazione maggiore arriva dalla mia migliore amica, la meravigliosa donna che mi ha dato il nome e il sangue che mi scorre nelle vene, Lorelai Gilmore. Mia madre non mi ha mai fatto pensare che non avrei potuto fare quello che volevo o non diventare ciò che volevo essere. Ha riempito la casa di amore, divertimento, libri e musica, costantemente attenta a darmi dei modelli di vita da Jane Austen a Eudora Welty a Patti Smith. E mi ha guidata attraverso questi incredibili 18 anni. Non so se si è mai accorta che la persona alla quale vorrei assomigliare è lei. Grazie mamma, sei il mio punto di riferimento per tutto.”

(Rory, durante la cerimonia di diploma alla Chilton)

Frasi dalle Serie tv

Riproduzione riservata