È ufficialmente tempo di vacanze ma, paradossalmente, per molti potrebbe essere un periodo più stressante dell’ordinaria routine. Se non organizzati bene o se rovinati da qualche imprevisto, i giorni di ferie potrebbero ben presto trasformarsi in un incubo. Ci sono, però, alcuni accorgimenti da prendere per far sì che la nostra pausa sia davvero rilassante. Ecco quali.

Preparare tutto in anticipo

Per non rischiare di avere un carico importante di stress già prima della partenza sarebbe bene prepararsi in anticipo. Evitare la fretta e l’ansia dell’ultimo minuto è fondamentale per non farsi prendere dal panico dell’ultimo minuto. Si può quindi preparare una lista delle cose da portare e iniziare a impacchettare qualche giorno prima. Nel farlo si può anche dare uno sguardo al clima e pensare alle attività in programma, in modo da mettere in valigia solo l’essenziale.

L’organizzazione (non troppa) delle vacanze

Solitamente ci sono due tipi di vacanzieri: quelli che pianificano tutto giorno per giorno, ora per ora, e quelli invece che vanno totalmente all’avventura decidendo cosa fare di volta in volta. Tra le due “fazioni” l’opzione migliore è la via di mezzo. Per una vacanza rilassante sarebbe opportuno pianificare alcune attività, come le visite ai musei, e magari prenotare in anticipo attrazioni e ristoranti in modo da evitare code e delusioni. Per il resto, si può e si deve lasciare spazio anche alla spontaneità e all’inaspettato.

Il tempo all’aperto

Un modo per rilassarsi davvero durante le vacanze è quello di trascorrere più tempo possibile all’aperto. Dopo un lungo inverno tra ufficio e casa, concedersi dei momenti nella natura, facendo passeggiate, escursioni o semplicemente prendendo il sole, fa bene al corpo e alla mente. Anche l’attività fisica aiuta a ridurre lo stress e migliora il sonno.

La conoscenza della cultura locale

Spostarsi dal proprio ambiente per visitare altri luoghi comporta inevitabilmente l’approccio con una cultura differente, soprattutto se si sceglie di fare le vacanze molto lontano. Per una vacanza davvero rilassante il consiglio è quello di scoprire la storia, le tradizioni e la gastronomia del luogo. Aprire la mente a nuove esperienze, conoscendo anche persone nuove, aiuta a combattere lo stress e ad arricchire il viaggio.

Per una vacanza all’insegna dell’immersione in una nuova cultura, è inevitabile l’approccio con la lingua del luogo, anche se per alcuni può essere fonte di ansia, come dimostra una ricerca internazionale condotta dagli esperti linguistici di Babbel (l’ecosistema leader nell’apprendimento delle lingue) in collaborazione con l’istituto di ricerca OnePoll. Eppure mettersi in gioco imparando le lingue locali durante un viaggio migliora l’esperienza: lo conferma proprio l’indagine, secondo cui noi italiani siamo un popolo di “viaggiatori coraggiosi” anche linguisticamente.

Rispetto agli altri cittadini europei, non lasciamo che il confronto con una lingua straniera sia un ostacolo per le nostre vacanze, anzi: la consideriamo una sfida (4 italiani su 10 si cimentano nella lingua straniera a partire dalla settimana prima della vacanza). E, come dimostrano i dati, i nostri viaggi sono così spesso arricchenti e pieni di sorprese: il 43% degli intervistati racconta infatti che la conoscenza della lingua locale gli ha permesso non solo di avere una maggiore sicurezza di sé, ma anche di instaurare nuove amicizie (35%) e vivere esperienze più autentiche (29%). Senza contare i fortunati che grazie alla lingua locale hanno trovato delle offerte migliori (18%) e persino l’amore (5%)!

Prendersi il proprio tempo durante le vacanze

Altro aspetto fondamentale è prendersi il proprio tempo e non cercare di fare tutto in pochi giorni. Se il tempo a disposizione non è abbastanza per fare tutto ciò che avevamo in mente, a volte è meglio rinunciare a qualcosa piuttosto che caricarsi di stress. Infine, sarebbe importante trovare il tempo di rilassarsi, leggere un libro e fare una passeggiata in solitudine.